Diana Gabaldon,  Outlander,  Stagione 1

Diana Gabaldon svela retroscena sull'episodio 1×09 "The Reckoning"

Diana Gabaldon Outlander

Con il ritorno di “Outlander” lo scorso 4 Aprile negli USA, sono ritornati anche i commenti agli episodi della nostra mitica “Herself” la quale, sul forum Compuserve, ha svelato numerosi retroscena su “The Reckoning”.

Di seguito trovate la traduzione in italiano di tutti gli interventi di Diana Gabaldon in merito al nono episodio, con spiegazioni interessanti, “rivelazioni” su quanto accaduto durante le riprese e anche varie anticipazioni sui prossimi episodi. Buona lettura!

– Sul rapporto Dougal/Colum:

Il rapporto e le motivazioni tra Dougal e Colum sono una trama che Ron e gli sceneggiatori hanno modificato, sia per semplicità sia per impostare altri elementi. Hanno filmato (ma non hanno inserito nel montaggio finale) una scena in cui Colum chiama Jamie per un colloquio privato, esprime i suoi dubbi sul comportamento di Dougal e cosa potrebbe significare questo per il clan, e dice a Jamie che lui (Colum) ha in mente proprio il nipote come suo successore.

Gli scopi di Dougal e Colum sono leggermente diversi nel libro.

– Sulla scena al fiume tra Jamie e Laoghaire:

“Il libro è il libro, lo show è lo show”. La difesa di Jamie è che a) ha 22 anni; b) non si sarebbe mai aspettato di sposarsi; c) è legato ad una donna che non agisce secondo alcuna nozione che lui conosce di comportamento appropriato, e d) che risponde al suo tentativo di essere un marito responsabile rifiutando di condividere il letto con lui. Jamie si è goduto immensamente il sesso per un breve periodo di tempo, adesso non lo sta facendo, sua moglie è furiosa con lui per aver fatto il suo dovere, e una biondina di 16 anni mezza nuda gli sta tenendo la mano sul suo petto scoperto implorandolo di prenderla.

Probabilmente [Jamie] sta pensando ad un mucchio di cose allo stesso tempo, perciò la sua esitazione, ma non sta pensando né di andare a letto con lei, né ha la minima idea che il suo rifiuto sarà la causa scatenante che porterà Laoghaire a tentare di ferire Claire.
Lui non ha letto il libro; non è preveggente. E’ un bravo ragazzo, tuttavia, e non vuole ferire Laoghaire. Probabilmente capisce che inavvertitamente ha fatto credere a Laoghaire che l’avesse particolarmente a cuore, prima prendendo la punizione al suo posto (si trattava solo di compassione per la posizione in cui si trovava), e dopo pomiciando con lei – il che accaduto perché lei voleva mostrare la sua gratitudine nei confronti di Jamie e lui era arrapato e single.

Alla fine, quello che emerge è che se 16 episodi sono sicuramente la soluzione migliore rispetto a 2 ore di film per adattare la storia, non si riesce comunque a trasportare la complessità del libro nel tempo messo a disposizione, alcune trame devono essere modificate allo scopo di inserire quanto più possibile nello show e soprattutto in modo tale che tutto abbia un senso.

– Sugli episodi 1.09 e 1.10:

Per via di questioni logistiche, gli episodi 9 e 10 sono stati girati non in sequenza cronologica, ma agli inizi della produzione. Di conseguenza, la scena “del Master” è la prima scena di sesso che Cait e Sam hanno fatto insieme.

Non c’era tempo a sufficienza in 55 minuti di episodio per costruire il necessario sviluppo di quell’incontro come scritto nel libro. Per come lo script è impostato, non c’è motivo o spazio perché loro abbiano una seconda lite – di cui avrebbero avuto bisogno per detonare quella scena con un sottotesto sessuale violento.

Sono sicura che ripeterò questa frase milioni di volte nelle prossime settimane, ma… il libro è il libro, lo show è lo show. Non vi godrete nessuno dei due se guarderete lo show con il libro in mano. NON sto dicendo che le persone non dovrebbe discutere le differenze o esprimere i propri sentimenti riguardo a queste differenze, solo che ci saranno molte differenze. La maggior parte di piccola entità, molte romanzate e interessanti, ma non è e non può essere una trasposizione letterale del libro.

– Sulla scena delle sculacciate:

Penso che l’abbiano realizzata in maniera splendida e non è stato facile. Ho visto il girato quotidiano con molteplici riprese, nelle quali cercavano di trovare l’esatto equilibrio emotivo, e ce l’hanno fatta.

Sam, inoltre, ha ricevuto sul serio un calcio in faccia quando Cait ha mancato il suo obiettivo da colpire durante una ripresa. Lui è barcollato all’indietro (la telecamera era su di lui) e si sentivano persone che dicevano “Wow! Stai bene?”. Ha lasciato cadere la testa indietro e gli occhi gli si sono incrociati per un momento, per poi riscuotersi, rimettersi in sesto e ridere. In un’altra ripresa, le stava tenendo un piede, pronto a tirarla verso di sé (prima che lei lo scalciasse con l’altro piede), iniziano a rotolare, qualcosa non va per il verso giusto, il regista dice “Cut”, lui continuava a trascinarla e ha provato a mordere le sue dita dei piedi.

Non vi descriverò altre riprese degne di nota, ma sono stati un paio di giorni molto lunghi e difficili per entrambi. Tuttavia, sono riusciti a metterla in scena nel modo giusto, con l’esatta combinazione di minaccia, commedia e leggero erotismo. Sono davvero molto orgogliosa d’entrambi e li ringrazio per questo.

PS. La scena con cui Sam ha vinto il ruolo di Jamie era proprio questa – la “spankig scene”. Ha recitato una versione molto più lunga (avevano preso l’intero dialogo direttamente dal libro, con la direttrice dei casting che leggeva le battute di Claire), ma l’ha eseguita quasi esattamente come nello show.

– Perché la spanking scene è interessante:

Il gusto è soggettivo e ovviamente anche il senso dell’umorismo, ma cosa c’è di divertente in quella scena è lo scontro di culture e volontà, non l’azione fisica coinvolta.

Per quanto riguarda il contesto storico, le punizioni corporali, in certe forme, sono state una parte integrante della vita sociale per migliaia di anni, ed è ancora così in gran parte del mondo. Sono state, senza ombra di dubbio, parte della dinamica sociale nelle Highland Scozzesi del 18° secolo; posso provarlo.

Inoltre, vorrei far notare che la sculacciata è una forma comune d’interazione sessuale, è completamente separata dalla sua funzione di meccanismo sociale per preservare la struttura del gruppo, e quindi non scomparirà mai.

La ‘spanking scene’ è interessante perché entrambe le parti hanno assolutamente ragione. Ma Claire non può dire a Jamie il motivo per cui è andata via, e di conseguenza lui presume che Claire sia una donna che pensa alla leggera e disobbediente.

 – Sulla struttura della serie tv rispetto ai libri:

Questa che è iniziata non è una nuova stagione, è solo la seconda metà della prima. Teoricamente, lo show racconterà un (intero) libro per stagione, tuttavia non so cosa faranno quando/se otterranno il via libera per adattare VOYAGER.

10 episodi è il numero standard per una stagione tv. Avercene concessi 16 è stato un ENORME impegno da parte della Sony, e proseguire con 13 è una continua dimostrazione di dedizione nei nostri confronti. Avevano capito che avremmo avuto bisogno di maggiore spazio per cementare la storia nella prima stagione, e si rendono conto che è ancora una grande storia.

PS. Sam dimostrerà tutta la sua (regale) bravura in questa seconda metà.

– Riguardo alla scena in cui Jamie e Claire litigano in prossimità del torrente:

 La discussione in prossimità del torrente è la scena che Sam e Cait hanno interpretato come parte dell’audizione di Cait – ed è la scena che le ha fatto vincere la parte di Claire. (Durante il provino, tutti erano rimasti in attonito silenzio per un momento, poi si sente quella che credo fosse la voce di Ron esclamare: “E’ stato… davvero eccezionale”).

E’ stata un’altra scena molto intensa da girare; c’erano qualcosa come 3-4 ore di girato per quella scena, e il motivo per cui non erano entrambi rauchi come corvi alla fine della giornata, ancora non lo so.

– In merito ad alcuni cambiamenti rispetto al libro (la scena del “Io sono il tuo Master”, l’anello ecc…):

Riguardo la scena del “Master”, non è dipeso dalla scrittura in sé quanto piuttosto dal fatto che non vi è un contesto emotivo per quella sorta di possessione e resa sessuale che la scena ha nel libro. E questo, a sua volta, a causa della struttura imposta all’episodio per tempo limitato e deviazioni dalla trama originale. Gli elementi anello/Laoghaire della trama sono stati cambiati (per ragioni che hanno a che fare con gli archi narrativi nel loro complesso e la struttura degli altri episodi), e perciò non c’è motivo (e sicuramente non c’era abbastanza tempo) per Claire di avere ed esprimere dubbi sui sentimenti di Jamie, per lui di scoprire ciò che prova (man mano che l’episodio prosegue, Jamie dubita considerevolmente dei sentimenti di Claire, e questo episodio è narrato dal suo punto di vista, non quello di lei), esplodere e poi riconciliarsi. Il ritmo originale non si può usare in questo nuovo contesto.

Ned ha detto agli Highlander di non uccidere nessuno, perchè se l’avessero fatto, ciò avrebbe portato l’intera guarnigione a sterminare il clan Mackenzie. Gli esplosivi potevano essere usati (come lo sono stati) per distrazione, ma non penso che avessero portato esplosivi con loro. Sapevano dove potevano trovare polvere da sparo nel Forte, e Jamie essendo stato prigioniero lì per almeno una settimana, con molta probabilità sapeva dove si trovava il magazzino con la polvere da sparo.

– Sulla scelta di Jamie di non cedere alla tentazione nella scena con Laoghaire:

Se lui non avesse avuto onore, avrebbe accettato l’offerta di Laoghaire. E’ senza subbio più eroico riconoscere ma resistere alla tentazione, piuttosto che fare i puritani poi e dire “Ma come osate, madam?”, no?

Per quanto riguarda la gentilezza e le menzogne, quello che ha detto è stato: “Ho fatto un giuramento e non lo infrangerò”. Il che è la pura verità, ed è sufficiente (ovviamente) per Laoghaire. Non sta lasciando porte aperte per lei; lo dice chiaramente che non è interessato.

Forse avrebbe dovuto fermarsi nel corridoio (mentre si stava dirigendo verso una convocazione urgente) confrontandola, mentre lei era in preda alle lacrime, e dirle freddamente: ‘Scusa, ragazzina. Mi sono sposato, amo mia moglie, ti auguro una bella vita, addio’?

– Spiegazione approfondita sulla scena originale Jamie/Laoghaire al fiume:

Ho visto tutto il girato riguardante questa scena. Le riprese sono andate avanti per tutta la giornata, ed ero esausta di vedere il non-bacio per ore – era perfettamente chiaro, vedendolo più e più volte – che Laoghaire stava cercando disperatamente di baciarlo, lui stava tentando disperatamente di non baciarla e se lei fosse stata 15 cm più alta, l’avrebbe ottenuto.

Ma il preambolo al non-bacio (e no, non si baciano. Mai. Non una volta) includeva un dialogo più lungo. Dopo aver detto a Jamie come l’avesse sempre notato, dalla sua prima apparizione a Leoch, lei dice qualcosa sull’accordo di Dougal e lui la interrompe dicendo (sto citando): “E’ vero non è qualcosa che avevo programmato…ma sono molto felice così”. Laoghaire si ferma per un momento, lo guarda con quella che sembra profonda preoccupazione, poi prende la mano di Jamie, lui è riluttante ma non vuole allontanarla bruscamente, e lei dice (in un tono molto comprensivo e malinconico) “Non sembri molto felice. Hai l’aspetto di qualcuno che sta portando il peso del mondo sulle sue spalle”. Ha ragione, lui ha proprio questo aspetto.

Badate, lei ancora sta indossando il suo mantello. A questo punto lui si tira indietro, ma lei lo sta ancora tenendo per mano. Lui scuote la testa impotente e dice: “Laoghaire… non posso… non ho nulla per te”.

Lei lo guarda, seria, ma con una luce particolare nei suoi occhi e portando le mani sul gancio del suo mantello, dice: “Io ho qualcosa per te. Lei era sposata in precedenza…” – il mantello cade rivelando tutto – “ma io non ho giaciuto con nessuno”. Solleva la mano di Jamie, che adesso non oppone resistenza, sul suo petto e continua: “Voglio che tu sia il primo, l’unico” – appoggiandosi in punta di piedi, provando a raggiungere la sua bocca – “ad avermi”.

Segue piccola battaglia in cui Jamie cerca di non baciarla, poi si libera definitivamente e dice: “No. No, ho fatto un giuramento e non lo infrangerò. Nemmeno per una ragazza bella come te.” (cercando di consolarla, ma chiaramente non ha la minima idea). Si abbassa per prenderle il mantello, dicendole: “Mi dispiace…” ma lei sussulta in preda allo shock e al dolore, si commuove, afferra il mantello e fugge via, con lui che le urla “Mi dispiace!”.

Evidentemente, hanno deciso in fase di editing che potevano tagliare la maggior parte del preambolo e tenere soltanto l’offerta e il rifiuto. (Secondi e decimi di secondi contano in fase di montaggio; direi che più della metà della roba che viene filmata non viene mai utilizzata, e senza contare le riprese non utilizzate di una data scena.) Ma questa versione più corta conferisce un’impressione diversa rispetto quella che è stata scritta, recitata e filmata.

Ho preferito di gran lunga la versione più estesa, ma devo dire che sono sorpresa di quanto velocemente tutti sembra che siano passati sopra qualcosa di così insignificante come la mano di Jamie che non si ritrarre immediatamente dal seno della ragazza come se fosse una pentola calda. Jamie non pensava fosse un problema, e nemmeno io.

– Riguardo le decisioni di apportare dei tagli:

Credo di averlo già accennato una volta che il regista o show-runner o editor di un episodio deve operare delle scelte entro lo schema di 55 minuti. E se X, Y, e Z sono scelti come importanti, allora a,b, e c hanno meno tempo a disposizione.

Per quanto riguarda la versione originale della conversazione al fiume e il risultato editato, in quel caso, hanno deciso che avevano bisogno di più tempo per montare la scena con gli uomini del clan, giù per le scale durante la spanking scene, e pertanto hanno scelto di omettere 10 secondi della conversazione di Laoghaire. Credo che sia stata la decisione più giusta.

Ma il fatto che, in generale, esistano dei limiti temporali significa che una volta attribuite le scene più importanti da realizzare, non c’era il tempo necessario per un’adeguata costruzione in termini di esposizione della trama, equilibrio ed esecuzione per far sì che la scena del “Master” avesse lo stesso effetto che ha nel libro.

 – Su Horrocks:

Non abbiamo ancora visto la fine di Horrocks.

– Riguardo il processo di editing degli episodi:

Ho visto tutti gli episodi. Vanno incontro a diverse iterazioni, devono essere approvati dallo studio (Sony) e dal network (Starz), e a volte hanno ulteriori piccole modifiche a seconda del giudizio di Ron.

Per esempio, continuo a chiedermi perché le persone parlavano di una “musica allegra” durante la scena delle sculacciate. Ho visto l’episodio diverse volte, e il primo paio di volte, non aveva ancora musica, poi la volta successiva ho visto che aveva solo un piccolo accenno musicale d’inquietante presentimento quando Jamie annuncia che punirà Claire, ma questa si ferma quando lei salta giù dal letto e non c’è più musica nella scena. Evidentemente Ron ha optato in seguito per un tono musicale più “forte”(“conforto” per il pubblico credo l’abbia chiamato), e ha chiesto a Bear di musicare di nuovo la scena.

Saltuariamente ci sono piccoli salti tra una scena e l’altra, con battute che vanno e vengono. L’episodio 12 ha una bella battuta pronunciata da Jenny che non era nel montaggio approvato da Sony/Starz, ma mi ha fatto molto piacere vederla durante la visione dell’episodio presente nel disco che la Starz ha distribuito ai critici televisivi per il TCA di Gennaio.

Spetta a Ron decidere il montaggio finale; è lui lo show-runner.

– Anticipazione su una prossima battuta:

La battuta “Non siete certo una codarda, debbo concedervelo. Anzi, voi due formate proprio una coppia ben assortita, e non potrei farvi un complimento migliore” è stata filmata (e spero resterà nel montaggio finale!) ed è nell’episodio 15.

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *