Caitriona Balfe,  Diana Gabaldon,  Outlander,  Ronald D. Moore,  Sam Heughan,  Stagione 1,  Stagione 2

PaleyFest: Eccitazione generale per Parigi e la stagione 2 di Outlander

Con la stagione 2 di “Outlander” in lavorazione, i fans della serie tv creata da Ron Moore iniziano a guardare al futuro in vista del cambiamento di ambientazione dello show, dalla Scozia del 18° secolo alla Parigi del 18° secolo, anche se stanno contando i giorni per il ritorno della seconda metà della Stagione 1 il 4 Aprile su Starz.

Lo showrunner Ron Moore ha già confermato in precedenza che la produzione non si sposterà in Francia per le riprese, ma cercheranno il modo per trovare delle locations che possano riprodurre Parigi. Quando Zap2it ha parlato con Moore sul purple carpet prima del panel di “Outlander” al PaleyFest 2015, ha offerto qualche aggiornamento sul progetto della Stagione 2.


 

Ron Moore: Stiamo cercando di capire come fare proprio in questo momento. Costruiremo gli interni in Scozia, perlustreremo il Sud dell’Inghilterra e l’Europa dell’Est per trovare luoghi che possano essere le strade di Parigi. Dove possiamo trovare la Parigi del 1745 per filmare? Perché la Parigi di oggi non ha più quell’aspetto. Non possiamo costruire strade in Scozia, quindi per noi si tratterà di scovare le locations e riuscire a capire come realizzarle, oltre a trovare altre locations in Scozia che potrebbero sembrare Francesi per le scene al chiuso, all’esterno, nei giardini… quindi è un enorme lavoro di ricerca per realizzare questa parte della storia.

L’autrice Diana Gabaldon è eccitata per quanto ha visto finora dei piani per la Stagione 2.

“Il materiale di Parigi è ottimo, sono profondamente impressionata dalle bozze degli scripts che ho visto. Penso che abbiano fatto un lavoro meraviglioso nel tirare fuori gli elementi più importanti della trama e organizzandoli in maniera convincente. Sono affascinata all’idea di vedere come faranno, perché in certi aspetti sarà diverso rispetto al libro ma ancora una volta lo riconoscerete proprio come nella prima stagione.”

La stagione 2 affronterà parecchia storia Scozzese con Bonnie Prince Charlie (Carlo Edoardo Stuart), i ribelli Giacobiti… Ron come introdurrà al pubblico questi concetti evitando di trasformare interi episodi in lezioni di storia?

Ron Moore: Beh fortunatamente Claire stessa non conosce molto della storia, lei conosce lo schema generale che racconterà agli spettatori ed in sostanza che i Giacobiti arrivarono in Scozia sotto la guida di Bonnie Prince Charlie per tentare di rivendicare il trono inglese, ma falliscono terribilmente e vengono massacrati a Culloden. Questo è tutto ciò che avete bisogno di sapere. E’ una guerra destinata a fallire sin dall’inizio. Jamie e Claire cercheranno di impedire che ciò accada. E’ un concetto semplice. Nel corso degli episodi, non c’è bisogno di fornire lezioni di storia fin tanto che si permette a Jamie e Claire di scoprirla da soli [la storia] e come funzionerà, perché loro non sanno come hanno iniziato l’insurrezione, chi è alleato con chi, dove prendono i soldi per finanziarla, cosa sperano di fare, chi li aiuta… Tutte queste domande diventano reali per i personaggi e quindi non ci sarà bisogno di dare al pubblico una lunga lezione di storia.”

Diana Gabaldon: Mi chiedo chi sarà l’attore che lo interpreterà [Bonnie Charlie]. Lo sceneggiatore che ha scritto le bozze per quell’episodio lo descriveva come alto e aristocratico, ma ho inserito una nota dicendogli ‘In realtà era alto al massimo 165 cm e ha lineamenti femminili, visto che è fuggito travestendosi come domestica di una Signora. Quindi forse ci vuoi ripensare!”.

Oltre alle avventure Parigine, nella stagione 2 c’è anche un salto avanti nel tempo. Considerando che “Outlander” ricorrerà ad un sapiente uso di make-up per invecchiare le sue stars Caitriona Balfe e Sam Heughan invece di scegliere altri attori più maturi, Zap2it ha chiesto loro come si stanno preparando per recitare Jamie e Claire all’improvviso con 20 anni in più. Dopo alcune battute riguardo ai loro cambiamenti fisici, entrambi gli attori hanno espresso entusiasmo per la sfida che dovranno affrontare.

Sam Heughan: “Sono sicuro che Ron ed anche tutto il team abbiano delle grandi idee… ma è emozionante… vediamo questi personaggi andare avanti [nella storia].”

Caitriona Balfe: “Penso sarà divertente. E’ grandioso poter recitare la vita di qualcuno. Spesso ti capita di portare in scena solo un’età. Adesso devo interpretare una donna che ha una figlia quasi ventenne e che quindi ha passato tutta questa esperienza di vita. Sarà davvero interessante. Sarà fantastico lavorare su questo.”

Fonte

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 commenti

  • LoneRanger

    Ancora una volta un grande plauso per Diana Gbaldon.
    A saputo mantenere sullo sfondo delle vicende storiche scozzesi a moderne un profondo senso umano nei suoi personaggi.
    E qui’ vediamo Heughan e Balfe fare spicco dei loro talenti di interpretazione.
    ‘Sti due meritano ogni centesimo che si guadagnano..!!

    LR

  • LoneRanger

    Ancora una volta un grande plauso per Diana Gbaldon.
    A saputo mantenere sullo sfondo delle vicende storiche scozzesi a moderne un profondo senso umano nei suoi personaggi.
    E qui’ vediamo Heughan e Balfe fare spicco dei loro talenti di interpretazione.
    ‘Sti due meritano ogni centesimo che si guadagnano..!!
    LR

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *