Outlander

Paley Fest: Ron Moore sugli "strazianti" ultimi episodi di Outlander

Il cast e i creatori di ” Outlander “, serie tv della Starz, erano a ‘portata di mano’ durante il panel del PaleyFest tenutosi giovedì notte al Dolby Theater di Hollywood, dove i fan desiderosi di nuove notizie, hanno dato un primo sguardo alla premiere di metà stagione dello show, con quasi un mese di anticipo, prima del 4 aprile .

outlander2

Le star Caitriona Balfe ( Claire Fraser ) , Sam Heughan ( Jamie Fraser ) , Tobias Menzies ( Black Jack / Frank Randall ) , il produttore esecutivo Ron Moore e l’autrice Diana Gabaldon, hanno partecipato a un ‘drinking game’ (gioco alcolico)  dove grazie alla possibilità di interagire con il pubblico presente, hanno risposto alle loro domande.Heughan e Balfe hanno giocato a una versione più soft di Newlywed (famoso game show americano in cui coppie sposate vengono sottoposte a numerose domande sui rispettivi partner per vedere se sono anime gemelle) per scoprire quanto i co-protagonisti della serie, si conoscono.

Heughan e Balfe hanno giocato a una versione più soft di Newlywed (famoso game show americano in cui coppie sposate vengono sottoposte a numerose domande sui rispettivi partner per vedere se sono anime gemelle) per scoprire quanto i co-protagonisti della serie, si conoscono.

Mentre ” Outlander ” ha affrontato temi maturi e grandi sfide per i suoi personaggi sin dal suo inizio, la seconda metà di stagione prenderà una piega ancora più oscura , e “in alcuni punti anche straziante , ” ha ammesso Moore.

 “Se non avete letto il libro, sarete sorpresi dalla direzione che la storia prenderà fino al finale (di stagione) , che è una direzione molto insolita per i nostri personaggi. Una delle cose che mi ha attratto del libro in primo luogo, è che era davvero inaspettato –  non ho visto nulla di ciò che mi aspettavo avvenire , e questo rende il ‘viaggio’ affascinante per il pubblico.”

Riguardo alla questione dell’affrontare una scena molto particolare negli episodi finali, Moore ha detto:

“Sono molto orgoglioso del modo in cui l’abbiamo realizzata- sono orgoglioso degli attori e del regista ; Penso che sono stati molto coraggiosi nel recitare e credo che questo arriverà ai telespettatori durante la visione dello show. Credo che il finale sia – e questa è una parola strana da usare se si conosce la fine del libro ,  –  soddisfacente , c’è un senso di completamento di quello che stiamo facendo. Penso che sia un finale degno della storia ; un gran finale . Ti prende e ti porta in posti che non ti aspettavi, ed è questo che le grandi storie fanno. “

Tutti e tre i protagonisti dello show hanno visto i loro personaggi in posizioni molto vulnerabili o inquietanti e Menzies ha ammesso che quando ha firmato per il suo duplice ruolo di Frank e Black Jack Randall:

“Non sapevo molto della storia , in realtà. Ho avuto scene del primo episodio [ parla del provino ] quindi il resto è  stato tutto un viaggio. Probabilmente non avrei firmato se avessi saputo “, ha scherzato.

Heughan ha detto,

“Ho letto velocemente il primo libro e Googlato il resto della saga ” ma ha ammesso che la scrittura dello show riserva ancora qualche mistero. “Non sai dove la storia ti porterà – anche quando leggi il copione , ancora non sai dove questo ti porterà come attore ma anche come persona. Sappiamo qual è l’idea generale dei libri di Diana, ma poi in realtà, vivere la storia è molto interessante . Penso che il rapporto tra noi tre alla fine di questa stagione , è davvero strano ma interessante – . E come ha detto Ron , soddisfacente. “

Frank Randall non riapparirà nella seconda metà della stagione , lasciando Menzies totalmente libero di concentrarsi sul carattere sadico di Black Jack. Alla domanda se ha provato a mantenere questa oscura mentalità durante tutte le riprese, Menzies rigira la domanda alle sue co-star, chiedendo se si è comportato in modo diverso, a seconda del personaggio che interpretava quel giorno.

Balfe ha raccontato del tempo di ripresa nelle scene tra Claire Frank del pilot:

“Abbiamo girato un sacco di roba anni 40 per prima . Noi scherzavamo , passavamo il tempo divertendoci, andavamo in giro in questa auto d’epoca … quando siamo arrivati ​​al primo giorno in cui lui stava interpretando Black Jack e abbiamo avuto quella scena del loro primo incontro … Tobias era tutto tranquillo e per i fatti suoi, e mi sono detta:  ‘uh, dov’è andato a finire il mio amico? ‘  Ma per il resto del tempo è tornato ad essere il solito idiota “, ha scherzato , provocando risate generali.

“Questa è la mia addetta stampa” ha scherzato Menzies sulla battuta della Balfe.

 A differenza di alcuni adattamenti del libro , lo show è rimasto sostanzialmente fedele al materiale originale della Gabaldon , e Moore ha confermato che:

“Il piano è sempre quello di restare il più fedeli possibile al libro – era il piano nella prima stagione  e lo sarà anche nella seconda stagione.” – Ha ammesso che attraverso il processo di adattamento di un romanzo –  “bisogna naturalmente iniziare a fare cambiamenti perché sono prodotti diversi – è un’esperienza diversa leggere qualcosa e guardare qualcosa , la forma dello show è diversa rispetto alle pagine . Quindi si apportano modifiche lungo la strada , e ad un certo punto , quello che stai facendo sullo schermo obbliga a continuare a seguire quei tratti caratteriali e storie in un certo modo. “

Moore ha utilizzato la storia di Frank come esempio : dal momento che il romanzo della Gabaldon è raccontato interamente dal punto di vista di Claire , non sono consentiti  viaggi al futuro per vedere come Frank sta affrontando la vita senza la moglie in seguito alla sua scomparsa – cosa che invece la serie TV esplora , perché il formato consente di apportare queste modifiche.

“Una volta che esploriamo il personaggio di Frank un po’ di più nella serie e abbiamo anche tagliato il suo punto di vista nell’episodio otto della prima stagione , apportando questo tipo di cambiamenti,  sei obbligato a proseguire su quella linea . Detto questo … abbiamo ancora voglia di rimanere nella giusta corsia, di mantenere ciò che è fondamentale per la storia, anche se si andrà avanti nelle stagioni successive.” Questo è ancora l’obiettivo”,  ha spiegato Moore .

“E’ una cosa difficile e questo è il mio primo adattamento per la televisione , quindi non posso davvero dire che ho un piano generale per quello che accadrà  nella quinta, sesta o settima stagione … dovremmo solo vedere come si sviluppa . Ma posso dirvi che l’intento è quello di continuare a rimanere il più fedele possibile alla storia tenendo a mente che: ‘ ok , ora abbiamo creato alcuni fatti nello show televisivo che poi ci obbligano a continuare quella storia ‘ perché c’è una buona fetta di pubblico che non ha mai letto i libri”.

Lo showrunner  ha paragonato questo processo a quello della serie televisiva di HBO ” Game of Thrones “, di cui lui è un fan:

“Non ho mai letto i libri; guardo la serie e mi piace . Non so nulla dei libri , ma devo accettare che le serie televisive hanno le proprie condizioni che si presentano settimana dopo settimana, come è capitato a me,” ha osservato Moore . “Così il nostro show deve servire entrambi i ‘padroni’ – per regalare ai fan la gioia di guardare la storia che prende vita e anche fornire una storia alle persone che non hanno idea di cosa accade nei libri e dunque non si perdono nulla di tutte le cose che abbiamo cambiato, in modo da accontentare entrambi i tipi di pubblico. “

Outlander ritornerà con gli ultimi 8 episodi finale, Sabato 4 Aprile alle 9pm sul canale Starz.

Variety

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *