Recensioni

"I am your Master and you're Mine": Recensione Outlander Ep 1×09

Gif1Quando uscirono i nomi degli sceneggiatori di Outlader in quella lista appariva il nome di Matt Roberts…di lì a poco imparammo a conoscerlo, in un dei vari Q/A via Twitter nei quali disse che erano anni che aspettava di potere sceneggiare Outlader, di cui era fan appassionato da anni.

Ebbene a mio parere non è solo un Fan, ma li ama proprio alla follia.

Sì, perché il rischio per questa puntata era che risultasse una farsa, o che venisse ricordata come una puntata con variazioni inesistenti nei libri e violenze domestiche ed invece lui ci ha presi per mano e attraverso la voce di Jamie, ci ha fatto vedere come si sono svolti gli eventi. Ricordiamoci che noi nei libri abbiamo sempre il punto di vista di Claire (almeno nel libro #1), non vediamo mai Jamie in sua assenza ed in questa puntata accade l’esatto contrario.

Chi ci dice che le cose non siano andate così con Loghairie? Cosa sappiamo noi realmente di cosa combina Jamie in assenza di Claire? Questa puntata è particolare: inizia con la voce narrante di Jamie, ma da quale periodo viene quella voce narrante? Quanti anni sono passati? Seguendo Jamie e le sue parole capiamo che ci sta parlando da un futuro non ben specificato ma certamente non vicino a noi e piuttosto distante.

Tutto inizia con un Jamie sulla riva del fiume che riflette e pensa a tutti quegli eventi che hanno portato una frattura nel suo matrimonio; vediamo cosa accade realmente in quell’incontro con Horrocks che a noi viene solo vagamente raccontato nei libri e vediamo la sua corsa per salvare Claire.

Finalmente vediamo questi 3 attori nella stessa stanza in contemporanea in un confronto che mi ha fatto riflettere sul fatto che vedo tanti show e attori premiati, ma quasi nessuno di questi si merita i plausi che io ho fatto in quei minuti, dove vedi la tensione che lievita e si accumula, la lotta sui volti, la rabbia, la follia, la prepotenza, il non volersi piegare davanti a nulla!

gif2

Ricordiamoci bene una frase di Jack Randall, soprattutto per chi non ha letto i libri: ”Non capirò mai come si possa sposare una donna…. soprattutto una così” ricordiamocela, perché svela qualcosa di questo, che per me è il Best Villan della storia dei libri, ed ora della tv!

La sosta con i cavalli ci mostra il primo, ma non ultimo, vero litigio tra i 2. Al di là dello scontro che mi ha ricordato uno spettacolo pirotecnico, e devo ammettere che ancora rido a ripensarci, i 2 attori sono stati grandiosi nel riuscire a mantenere una tensione di questo tipo in un crescendo di toni e scambi, con un KO tecnico che mette a terra entrambi, prima Jamie e poi Claire. Questo passaggio ci fa notare, anche grazie al voice over di Jamie, come le dinamiche della sua vita siano cambiate dal dover pensare a se stesso come singolo individuo al doversi occupare di una seconda persona, che per lui è più importante di quanto non credesse e questo provoca un terremoto nel suo animo e mette in discussione i punti saldi del suo credo.

       gif3 gif4

In quel momento, dopo essersi scontrati, insultati e urlati contro in ogni modo possibile superando anche dei limiti, ed essersi scusati, lui capisce che le perdonerà qualunque cosa, e il suo voice over lo dice a chiare lettere, ed è vero, assisteremo a molti scontri tra loro, scontri senza esclusione di colpi, scontri che li lasceranno stremati e con un grande senso di colpa l’uno nei confronti dell’altro, con scuse pronunciate in contemporanea, e che ammetto mi hanno sempre divertita da morire e fatta emozionare come poche storie.

Risolte le cose tra loro ora, per sfortuna di Claire, devono essere risolte le cose anche con il Clan e qui arriviamo ad una delle scene più discusse nella storia di questi libri, se non la più discussa in assoluto…

Anche qui, sempre aiutati dal fatto che tutta la puntata sia dal punto di vista di Jamie, ci troviamo ad assistere non ad una scena di “violenza domestiche”, ma ad una scena che in quel contesto è ovvia, era quello che accadeva ad ogni moglie disobbediente, era tradizione del 1700 nelle Highlands (ricordate che stavano per punire pubblicamente anche Loagharie perchè aveva disonorato la famiglia con atteggiamenti poco onorevoli). Secondo Jamie, lui ha ogni “diritto” di fare quello che ha fatto perché lei ha messo in pericolo molte persone, oltre a se stessa e lei continua a non capire che il mondo in quell’epoca è molto meno sicuro, o comunque lo è in modo diverso, rispetto a come lo è adesso e ogni azione avventata porta conseguenze che mettono i pericolo la vita di terzi. Ma essendo Claire una donna molto indipendente anche per il 1940 non è facile per lei capire che le sue libertà sono nulle rispetto a quelle che aveva nella sua epoca, e nonostante Jamie capisca tutto questo (fosse per lui non la punirebbe ma deve farlo per il clan) le cose non possono svolgersi in modo differente.

    gif5 gif6

    gif7 gif8

Io personalmente odio ogni tipo di violenza, non la sopporto, mi fa perdere la testa, ma MAI e ripeto MAI ho vissuto questa scena come una violenza domestica! Lo scontro a cui assistiamo, aiutati da una musica che non può che essere definita divertente, rende tutto leggero (sempre perché per Jamie non è chissà quale atrocità questa punizione) e le botte da orbi che si rifilano l’un l’altro non hanno freni. Claire è Claire e lotta con tutte le sue forze a suon di calci e graffi ma alla fine ha la peggio… e… beh lui comunque non aveva detto che non si sarebbe divertito!

L’ingenuità di Jamie rispetto al matrimonio e all’altro sesso non è mai stata così vivida come nelle scene che seguono… Per Jamie è tutto risolto, non ci sono più problemi, ma per Claire? Davvero è convinto che sia tutto tutto finito? Per quale donna lo sarebbe? La frustrazione e la destabilizzazione che si legge sul volto di Jamie a questa scoperta è esilarante e quanta tenerezza mi ha fatto…ma davvero Jamie pensavi sul serio che non ci sarebbero state conseguenze?

Oltre ai dissapori matrimoniali Jamie si trova al centro di dissapori familiari e ad una ragazzina che fa CASTELLI IN ARIA e lo insegue piangendo!

I dissapori familiari sono portati dalla scoperta di Colum che oltre alla raccolta degli affitti sono stati anche raccolti fondi per la causa Giacobita a sua insaputa, cosa che lo preoccupa non poco, visto che mette  in pericolo il Clan. Qui la capacità di mediare di Jamie emerge in tutta la sua potenza (negli anni questo suo lato migliorerà) e ovviamente una persona con una tale capacità non può che essere un leader nato, ma lui NON vuole questo ruolo, anche se spesso si troverà a ricoprirlo perché è una sua dote innata e non può farci nulla. Le tensioni invece esistenti tra lui e Colum, date dal suo matrimonio con una “Sassenach” non hanno soluzioni ed i giochi sono fatti: Jamie è tagliato fuori dalla linea di successione perché il suo matrimonio con una straniera inglese non può essere accettato dal Clan.

    gif9 gif10

E veniamo ora alla tenera fanciulla (#sarcasmo) che come una vergine immolata sull’altare si offre ad un uomo sposato (mi pare che lei ce l’abbia come abitudine….). Jamie non imparerà mai a dire le cose come stanno quindi mettiamoci il cuore in pace, non dirà mai “no perché amo lei”, per lui quelle sono cose che riguardano lui e sua moglie…però magari Jamie anche meno palpatine di tette ed un po’ più di spiegazione oltre ad un semplice “sei bella, ma mi dispiace” sarebbe stato gradito xD. E tu biondina invece che essere infuriata e vergognarti per esserti messa in corsetto senza i risultati sperati che fai? Maleficio sotto al letto? E dai su, un po di amor proprio! Certo però, che sei hai uno spirito così libertino, forse hai trovato la tua professione per quell’epoca….

Ed ora ci troviamo davanti ad un Jamie che capisce che non sempre la tradizione e quello che ha visto crescendo sia giusto applicarlo ad ogni situazione similare. Lui capisce che ognuno ha i suoi equilibri e ogni matrimonio è a sé. Lui capisce che con Claire le cose devono prendere strade differenti e Claire, che mai pensava di potere perdonare un “affronto” del genere, lo perdona dopo la promessa di lui col pugnale che mai più alzerà una mano su di lei (Jamie mantiene la promessa Claire anche se forse se ne pentirà in futuro, come dice nei libri xD) e quindi si ritrovano in tutto quello che è il loro mondo, la loro chimica, il loro vivere se stessi, in una scena che è esplicita in tutto, dai gemiti alla pelle, dalle coccole alle carezze fino alle domande post-coito di Jamie. Perché Jamie non è un Highlander comune ma ha studiato e quindi da giorni è curioso di scoprire il significato di parole che stranamente non ha mai sentito e domanda a Claire cosa vogliano dire gli epiteti che la “donnaccia sboccata” (come la chiama) gli ha rivolto durante la lite ad inizio puntata. Jamie mostrerà sempre questa curiosità nei confronti del sapere di Claire e ogni volta sarà esilarante perché la conoscenza di Claire porta in luoghi mentali quasi “impossibili” per quell’epoca!

    gif11 gif12

    gif13 gif14

Il ritrovamento del feticcio sotto al letto conclude una puntata che ho amato in ogni suo colore, voce, sfumatura e che mi ha fatto capire che anche se non tutto può per ovvie ragioni essere esattamente come abbiamo letto per anni, questo non toglie che la storia che stiamo vedendo puntata dopo puntata esca direttamente dalle pagine di Diana Gabaldon. Non tutti i vari accorgimenti possono soddisfare gli spettatori, c’è chi vorrebbe quella scena e chi invece ne vorrebbe un’altra ma purtroppo i tempi televisivi sono quelli che sono e finora mi sento solo di dire Grazie alla produzione sperando che non mi smentiscano in futuro!

Ora però ho un problema: voglio la puntata 10, non me la dovevano interrompere così!

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *