Diana Gabaldon,  Jamie Fraser,  Outlander,  Sam Heughan

Diana Gabaldon sull'interpretazione di Sam come Jamie ed altre anticipazioni su "Outlander"

Diana Gabaldon Sam Heughan

La nostra amatissima Diana Gabaldon è tornata a condividere i suoi pensieri su uno degli argomenti più “caldi” legati alla serie tv “Outlander”, vale a dire l’interpretazione di Sam Heughan nei panni (ehm kilt) di James Alexander Malcom Mackenzie Fraser.

Ecco cosa ha scritto di recente nello storico forum Compuserve in merito a come l’attore Scozzese interpreti l’Highlander dai capelli rossi, coraggioso e al tempo stesso compassionevole, per il quale battono i nostri cuori, rivelando anche alcune anticipazioni riguardanti un personaggio che vedremo negli episodi finali della stagione 1 di “Outlander” (Padre Anselm).

 Nel libro voi vedete solo quello che Claire vede, e la sua interpretazione di ciò che vede. Nello show, per i primi 8 episodi, è praticamente quello che si vede. Nella seconda metà, vedrete ancora parte di questo allo stesso modo, ma parte di ciò anche dal punto di vista di Jamie, e vedrete cose che Claire non ha visto.

Sam ha usato THE EXILE, così come OUTLANDER come materiale di partenza da cui attingere; gli ho inviato una copia, insieme al COMPANION e al manoscritto di VIRGINS, e mi ha detto che gli è piaciuto molto e l’ha letto più volte.

In ogni caso, il suo ritratto non invalida nulla del personaggio di Jamie che voi conoscete dal libro, ma fornisce uno strato interessante e più profondo della sua personalità. Claire vede Jamie sempre come un protettore, giovane ma coscienzioso e ferocemente devoto. E lo è… ma Sam ci permette di vedere anche la sua vulnerabilità ed incertezza; il suo senso di colpa per la morte di suo padre, la sua lotta interiore nel ritrovarsi ad essere improvvisamente Laird, quando lui pensava che non sarebbe mai tornato a Lallybroch – anche se desiderava farlo.

Un po’ come quando si diventa genitore per la prima volta; amate il vostro bambino con passione, ma non si è assolutamente sicuri di sapere come  fare questa cosa *sorriso ironico*, e di tanto in tanto desiderate di poter fare un passo indietro, per tornare alla vita più semplice che avevate prima, anche se in realtà non lo fareste mai pur se aveste avuto la possibilità.

Sam è un ottimo attore, coscienzioso e lavora sodo. Conosce il suo mestiere e lavora al massimo delle sue capacità, sia fisicamente che psicologicamente.

Vorrei raccomandare a tutti di leggere “VIRGINS”; ho dato una copia anche a Ron, e gli sceneggiatori hanno usato del materiale contenuto in questa novella per uno dei futuri episodi.

La novella a cui si riferisce Diana, “VIRGINS”, fa parte dell’antologia The DANGEROUS WOMEN editata da George R.R. Martin e Gardner Dozois. Cronologicamente le vicende narrate hanno luogo prima che Jamie incontri Claire, la storia infatti è ambientata nel 1740 in Francia, dove Jamie Fraser (all’epoca 19enne) e il suo amico Ian Murray (20enne) diventano giovani mercenari.

La storia di “VIRGINS” prende avvio immediatamente dopo la fustigazione di Jamie e la morte di suo padre, Brian Fraser. Narra quindi di un momento estremamente difficile nella vita di Jamie, ma come lettore e fan dei libri di Diana è molto interessante conoscere questi scorci del suo passato e del suo processo di guarigione, sia fisico che emotivo. E’ qui che per la prima volta si presenta con il suo nome completo (che noi abbiamo sentito nell’episodio 1×07 “The Wedding”) James Alexander Malcolm MacKenzie Fraser, aggiungendo anche “Laird of Broch Tuarach”. Inoltre apprendiamo delle sue abilità linguistiche (conosce il Latino, il Greco e l’Ebraico) e canta persino una melodia!

Probabilmente, parte del contenuto della novella sarà adattato nella serie tv come flashback o magari verrà affrontato come una discussione tra Jamie e Claire. A tal proposito vi segnaliamo una risposta di Sam Heughan rilasciata quest’estate durante un’intervista per The Hollywood Reporter (la trovate tradotta per intero QUI): – ATTENZIONE SPOILERS SUGLI ULTIMI EPISODI DELLA SERIE TV –

C’è qualcosa di Jamie che ti piacerebbe esplorare ulteriormente?

Soprattutto l’ultimo paio di episodi, iniziamo a vedere che lui dovrà assumere la guida di Lallybroch come Laird e possibilmente avere figli. Deve fare i conti con tutto questo. Lo vedrete desiderare di essere l’uomo che era, vale a dire un giovane, libero mercenario e magari tornare in guerra. Questo è qualcosa con cui Jamie lotta molto, il suo vero io e il suo carattere, e se Claire non fosse saltata fuori, probabilmente lui avrebbe continuato a fare questo, probabilmente in un paese straniero. Gran parte della felicità di Jamie nasce attraverso Claire, ma anche molti dei suoi problemi. L’arrivo di Claire nella sua vita crea molte difficoltà. Non credo che abbiamo visto la fine di queste problematiche.

Diana Gabaldon ha aggiunto anche che:

L’audizione originale di Sam per il ruolo di Jamie ha fatto scattare tutti in piedi esclamando “È lui! Ecco Jamie!” (Erano sotto shock.  Così come lo sono stata anch’io.) E Sam ha davvero alcuni dei tratti più evidenti di Jamie.

Mentre riguardo ai voice-over di Jamie che ascolteremo nella seconda parte della stagione 1:

Mi piacciono! Molto appropriati ed utili per chiarire cosa sta succedendo.

Infine, ha rivelato alcune piccole anticipazioni riguardanti Padre Anselm, un personaggio che conosceremo negli episodi finali di “Outlander”:

– SPOILER ALERT – ATTENZIONE NON PROSEGUITE OLTRE SE NON AVETE LETTO IL PRIMO LIBRO –

Per chi non lo ricordasse, Padre Anselm (nome completo Francois Anselm Mericoeur d’Armangac) è un Frate Francescano presso l’Abbazia di Ste. Anne de Beaupré in Francia, dove Claire e Jamie si rifugiano dopo la fuga dalla prigione di Wentworth. Padre Anselm introduce Claire al rituale dell’Adorazione Perpetua e le spiega le condizioni necessarie per la commissione del peccato. Padre Anselm ascolta la confessione di Claire dopo che “esorcizza” Jamie, ed è quindi l’unica persona, oltre Jamie, alla quale Claire svela di essere una viaggiatrice del tempo.

Padre Anselm è presente.  Su mia richiesta; ho detto a Ron che pensavo fosse molto importante, e lui mi ha ascoltata e accettato. Non so quanto della conversazione di Claire (riguardo alla natura dei suoi due matrimoni e l’abilità di cambiare persino la storia, n.d.r.) con lui sarà inclusa, ma l’hanno filmata quasi per intero dal libro.

L’ho visto [Padre Anselm]; è meraviglioso. Spero che terranno tutto di quello che ho visto filmato, quando la fase editing sarà conclusa.

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

8 commenti

  • LoneRanger

    …. Padre Anselm ascolta la confessione di Claire …. ed è quindi l’unica persona, oltre Jamie, alla quale Claire svela di essere una viaggiatrice del tempo. -….

    Mi pare Claire confessa alla signora Fitzgibbons nell’episodio S01E03, The Way Out, time index 5:35 “non sono una spia inglese” dice, “vengo dal futuro” .
    La scena e’ magistralmente interpretata dalla Caitriona, e il solo pensiero di questa povera donna scaraventata in un mondo cosi’ alieno, riempie gli occhi di lacrime per l’ emozione.

    • Monyka

      In realtà quello è un sogno ad occhi aperti di Claire, che pensa a come reagirebbe Mrs Fitz, o chiunque altro lì, se Claire dicesse la verità 🙂

  • LoneRanger

    …. Padre Anselm ascolta la confessione di Claire …. ed è quindi l’unica persona, oltre Jamie, alla quale Claire svela di essere una viaggiatrice del tempo. -….
    Mi pare Claire confessa alla signora Fitzgibbons nell’episodio S01E03, The Way Out, time index 5:35 “non sono una spia inglese” dice, “vengo dal futuro” .
    La scena e’ magistralmente interpretata dalla Caitriona, e il solo pensiero di questa povera donna scaraventata in un mondo cosi’ alieno, riempie gli occhi di lacrime per l’ emozione.

    • Monyka

      In realtà quello è un sogno ad occhi aperti di Claire, che pensa a come reagirebbe Mrs Fitz, o chiunque altro lì, se Claire dicesse la verità 🙂

  • LoneRanger

    Grazie Monika del tuo commento, e’ stato uno stimolo per me di andare a rivedermi l’episodio, e devo dire francamente che non ho trovato nessun accenno al “…sogno ad occhi aperti di Claire, che pensa a come reagirebbe Mrs Fitz, …”
    Possibilmente vedremo addirittura Mrs. Fitz fra gli accusatori al processo contro Geilis e Claire per stregoneria.

    Piuttosto, ci sarebbe molto da dire sulla reazione piu’ “inquisitiva” che Dougal avrebbe potuto/dovuto avere quando Claire rispondendo alla sua doimanda se Claire aveva visto altri uomini morire di morte violenta, dice: “Yes, many of them” .

  • LoneRanger

    Grazie Monika del tuo commento, e’ stato uno stimolo per me di andare a rivedermi l’episodio, e devo dire francamente che non ho trovato nessun accenno al “…sogno ad occhi aperti di Claire, che pensa a come reagirebbe Mrs Fitz, …”
    Possibilmente vedremo addirittura Mrs. Fitz fra gli accusatori al processo contro Geilis e Claire per stregoneria.
    Piuttosto, ci sarebbe molto da dire sulla reazione piu’ “inquisitiva” che Dougal avrebbe potuto/dovuto avere quando Claire rispondendo alla sua doimanda se Claire aveva visto altri uomini morire di morte violenta, dice: “Yes, many of them” .

  • Cinzia

    Confermo: è un sogno ad occhi aperti E lo si capisce chiaramente perché dopo questo momento in cui claire quasi spera di poterlo dire a qualcuno, la scena riprende normalmente come se nulla fosse accaduto. Sarebbe piuttosto improbBile, non credi? 🙂

  • Cinzia

    Confermo: è un sogno ad occhi aperti E lo si capisce chiaramente perché dopo questo momento in cui claire quasi spera di poterlo dire a qualcuno, la scena riprende normalmente come se nulla fosse accaduto. Sarebbe piuttosto improbBile, non credi? 🙂

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *