Diana Gabaldon,  Jamie Fraser,  Outlander,  Stagione 2

Diana Gabaldon sulle condizioni di Jamie agli inizi della stagione 2

Diana Gabaldon Jamie Fraser

Diana Gabaldon, di recente, ha parlato con Sam Heughan riguardo a Jamie e al suo stato fisico e mentale nelle prime fasi della stagione 2 di OUTLANDER, che vi ricordiamo andrà in onda su STARZ indicativamente verso Marzo/Aprile 2016.  Ecco cosa l’attore scozzese ha rivelato all’autrice su quale Jamie Fraser dobbiamo aspettarci di vedere nei primi tre episodi della seconda stagione:

“Conosci l’espressione ‘ Non dare a vedere il dolore’? Jamie si trova in questa posizione.

Quanto accaduto a Wentworth lo turba ancora nel profondo. Sono trascorse non più di un paio di settimane; per quanto sia guarito velocemente, sente ancora gli effetti di quelle ore nel suo corpo. E’ abbastanza abituato ad ignorare il dolore fisico e ad andare avanti occupandosi dei propri affari, ma questo è qualcosa d’insidioso e degradante. La sua mano gli duole letteralmente sempre, a meno che non decida di bere pesantemente (e a volte lo fa, quando si trova nelle circostanze che lo renda facile – ma sa benissimo che non può far affidamento su questo, ed è testardo abbastanza da voler combattere le proprie battaglie senza quella sorta di sostegno. Potrebbe versarsi un bicchiere di vino o whisky, berne la metà e poi metterlo da parte.). Non può fare qualcosa di così semplice come andare in bagno senza un ricordo umiliante; è stato privato dell’intimità che normalmente ha con il suo corpo, e non riesce ancora ad accettare l’intimità di Claire per creare un senso d’integrità in se stesso.”

Riuscite ad individuare i ‘dettagli’? Ovvio che sì, come il Capitano Randall potrebbe osservare. Lui [Jamie] non può fare qualcosa di semplice come andare in bagno senza provare umiliazione, impotenza e furia. Sembra plausibile, ma non è qualcosa che di solito capita di pensare riguardo a cosa potrebbe provare un uomo che è stato violentato. E’ il lavoro di uno scrittore – e di un attore – pensare in modo più approfondito e trovare dettagli particolari che rendano un’esperienza assolutamente chiara. Lo scrittore lo fa in maniera esplicita, sulla pagina – e l’attore lo fa interiormente, ma i risultati saranno simili.

Fonte

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 commenti

  • LoneRanger

    Sto rileggendo il libro Dragonfly in Amber. Per la seconda volta.

    Mi pare solo una volta, non credo due volte, Jamie ha un incubo che lo riporta agli orrori di Wentworth.
    Subito assistito e coccolato amorosamente dalla divina Claire, che piu’ di chiunque altro gli puo’ stare vicina e comprendere il suo stato d’animo..

    Per il resto il nostro Jamie si adatta benissimo alla vita e costumi Francesi, e al suo nuovo personaggio, Fergus, che adottera’ e gli sara’ vicino tutto il resto di questa incredibile e meravigliosa saga.

  • LoneRanger

    Sto rileggendo il libro Dragonfly in Amber. Per la seconda volta.
    Mi pare solo una volta, non credo due volte, Jamie ha un incubo che lo riporta agli orrori di Wentworth.
    Subito assistito e coccolato amorosamente dalla divina Claire, che piu’ di chiunque altro gli puo’ stare vicina e comprendere il suo stato d’animo..
    Per il resto il nostro Jamie si adatta benissimo alla vita e costumi Francesi, e al suo nuovo personaggio, Fergus, che adottera’ e gli sara’ vicino tutto il resto di questa incredibile e meravigliosa saga.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *