Lug 27, 2017 • Monyka • 0 Comments

Il cast di Outlander si scusa per la lunga attesa e parla della Stagione 3


Outlander manca dai nostri schermi da oramai molto tempo ma grazie al San Diego Comic Con l’attesa sembra più sopportabile ed il 10 settembre, giorno della premiere americana della Stagione 3, non è così lontano.

“E passato un po’ di tempo e ci dispiace per I fans che ci sia voluto così tanto, ma sapete, ci mettiamo tanta attenzione ed impegno nel nostro show e ci occorre un po’ per girarlo.” – Caitriona Balfe ha detto.

“Credo siano sopravvissuti. O almeno speriamo. Speriamo ci siano ancora persone la fuori.” – ha scherzato Sam Heughan.

“Siamo fiduciosi che ci siano ancora, che siano vivi e che saranno pronti a vedere la Stagione 3 il 10 Settembre” -ha detto Caitriona Balfe.

Dopo due stagioni incentrate sulla storia d’amore, a tratti tormentata, di Jamie e Claire, la Stagione 3 si apre con i due protagonisti separati dal tempo e dallo spazio e passerà un po’ di tempo prima che si ritrovino,

“Ho girato molto con Sophie e Tobias quindi è stato fantastico. Non mi è mancato per nulla. ” – ha scherzato Caitriona Balfe sul filmare lontana da Sam Heughan.

“Hanno provato a tenerci separati ad ogni occasione.” – ha aggiunto Heughan – “Abbiamo delle storie grandiose, episodi fantastici dei due personaggi che seguono le loro vite di l’una senza l’altro ed infine, quando si riuniscono, credo che nessuno rimarrà deluso.”

I primi episodi della nuova Stagione vedono esplorare, oltre al rapporto fra Claire e Brianna, anche quello con Frank.

“We start of in Boston with Frank and Claire, so we get to sort of see a bit of all that, and it was really nice to revisit actually,” Menzies says. “Great to be back with Cait. She gets a little feisty, she throws some stuff, we have a few fights. I think we put some really good stuff together. We sort of see them kind of trying to make life work, even the woman whose heart is elsewhere.”

“Iniziamo a Boston con Claire e Frank, quindi vediamo un po’ di questo ed è stato davvero bello poterlo rivisitare. E’ stato fantastico essere di nuovo con Caitriona. Tende a essere un po’ aggressiva, a lanciare cose ed abbiamo le nostre litigate. Credo che insieme abbiamo fatto delle cose davvero ottime. Vediamo [Frank e Claire] che cercano di far funzionare la loro vita insieme, anche la donna il cui cuore è altrove.” – ha affermato Tobias Menzies.

Outlander ritorna il 10 Settembre negli Usa, mentre non ci sono news sulla programmazione italiana.


Outlander 3: Caitriona Balfe e Sam Heughan parlano della separazione di Jamie e Claire


L’ultima volta che abbiamo visto Jamie e Claire i due erano separati dal tempo e lo spazio, ma nella Stagione 3 andremo verso una reunion paramo annunciata. Ma come saranno I due amati quando si rivedranno? Come saranno cambiati? Caitriona Balfe e Sam Heughan ci parlano di questo percorso emozionale che i loro personaggi affrontano nella prossima stagione (in onda dal 10 settembre su Starz).

CAITRIONA: “La prima volta che li vediamo sono entrambi alle prese con il proprio dolore/lutto e credo che questo li seguirà in qualche modo per il resto della loro vita…Claire deve cercare di farsi una nuova vita per sua figlia …e Frank ne diventa parte…ma quando hai perso una fetta così grande del tuo cuore…Claire relega questo aspetto di se stessa in un angolo e lo si vede…non è quella donna passionale, focosa, che abbiamo conosciuto nelle stagioni passate. Soprattutto la passione a livello di “vita amorosa” viene accantonata…diventa molto concentrata sul lavoro, su sua figlia, ma la gioia e la luce nella sua vita in parte se ne sono andate.”

SAM: “Devono fare i conti con l’aver perso la persona che amano e credo non ci si riesca davvero, ma con il tempo riescono a forgiare ognuno la propria vita…hanno tutta una serie di nuove esperienze…e alla fine quando si ritrovano è probabilmente il momento in cui sono meno pronti per farlo perché sono andati avanti e si sono rifatti una vita. E’ un momento emozionante per loro rincontrasi di nuovo.”


Outlander: SPOILERS sulla Premiere della Stagione 3


E’ stata una giornata piena di sorprese quella di Venerdì per i fans che hanno preso parte al San Diego Comic Con!

Durante il panel è stato annunciato che avrebbero mostrato in anteprima mondiale la prima puntata della Stagione 3, scritta dallo showrunner della serie Ron Moore ed intitolata “The Battle Joined” ed il web è andato in delirio!

L’episodio ha emozionato tutti i presenti in sala, perché descritto come “malinconico e sensibile” ma quel genere di tristezza che ti soddisfa e ti fa prendere i fazzoletti.

L’attesa fino al ritorno di Outlander il 10 Settembre su Starz (in Italia ancora non ci sono news a riguardo) è molto lunga ma se non potete resistere allora di seguito trovate un resoconto più o meno dettagliato su quello che ci attende della 3×01.

[Warning: SPOILERS A SEGUIRE. NON CONTINUATE SE NON VOLETE SAPERE]

L’episodio si apre con la Battaglia di Culloden e per 13 minuti circa siamo con Jamie, ferito e disteso con altri corpi di caduti sia Giubbe Rosse che Highlanders. Poche, se non del tutto assenti, parole vengono dette, ma la scena è dettata dal respiro (udibile) di Jamie, che perde e riacquista coscienza e con essa anche i ricordi della battaglia. Uno di questi è appunto lo scontro tanto atteso con Black Jack Randall, ma come ha detto Tobias Menzies si tratta di un momento “sorprendente e non quello che i fans si aspettano”, infatti non c’è praticamente dialogo fra i due mentre tutto intorno si vede fango, sangue, fumo e fuoco. Jamie viene soccorso dal campo di battaglia mentre tutto intorno inizia a nevicare e gli inglesi fanno il giro del campo per uccidere i sopravvissuti.

Jamie e Claire non hanno scene insieme nella premiere, salvo un “sogno o visione” [vedi foto dell’articolo]. Continueranno a non avere scene insieme per quasi metà stagione e Sam Heughan ha detto a questo riguardo che “i personaggi hanno le proprie vite e affrontano i vari stati delle emozioni, dal lutto all’accettazione di perdere qualcuno che amano. Sarebbe quasi capace di far svenire un uomo” [riferimento chiaro alla scena della tipografia dove Jamie sviene davvero xD].

Claire e Frank hanno iniziato la loro vita a Boston ma lei è evidentemente ancora legata al passato con Jamie. Non ci sono flashbacks per loro, è tutto in tempo reale, e vediamo le tensioni dell’iniziare una nuova vita insieme mentre Claire è incinta del figlio di Jamie. Anche mesi dopo il ritorno nel 20° secolo Claire e Frank non sono in sintonia e lei non vuole che lui la tocchi. Vediamo Claire incontrare un vicino/una vicina di casa che è armata di tutte le buone intenzioni e vediamo anche Claire incontrare un collega di Frank estremamente arrogante. Nonostante tutto, il mondo non è cambiato e non c’è ancora posto per una donna nel mondo medico, e Claire affronta i pregiudizi, anche di Frank, che preferirebbe lei stesse a casa a fare la cena [c’è una scena in cui Claire deve proprio fare questo]

L’episodio riesce a scavare e mettere in luce tutto il range di emozioni dei personaggi e questa è stata sempre una delle qualità principali della serie tv. La separazione di Jamie e Claire è avvertita in modo minimo – così come il legame a cui hanno dovuto mettere fine – ma la loro connessione la si avverte in ogni frame della puntata. Nonostante Frank e Claire siano nella stessa casa, la distanza fra loro è evidenziata anche dalle grandi abilità del cast. Claire è ancora in lutto per la perdita di Jamie ed è ancora alla ricerca del proprio posto nel mondo in cui è ritornata.

Continua a leggere “Outlander: SPOILERS sulla Premiere della Stagione 3”


Lug 22, 2017 • Lilly • 0 Comments

OUTLANDER COMIC CON: Ron Moore parla delle stagioni 3 & 4, della programmazione in Autunno e molto altro


Lo showrunner Ron Moore parla della gestione di Outlander, delle stagioni 3 e 4, della programmazione autunnale su STARZ e quando prevede di concludere la serie.

“E’ un grande anno di transizione per questo show”, afferma Ronal D. Moore, produttore esecutivo e showrunner di Outlander, riguardo alla terza stagione della serie drama targata STARZ, adattamento tv dei bestsellers di Diana Gabaldon.

Intervistato da Deadline durante il San Diego Comic Con, in occasione della promozione della stagione 3 basata sul libro “Voyager”, Moore ha parlato del modo in cui gestisce la serie, delle problematiche legate alla produzione di uno show di grande valore, della programmazione annuale su STARZ e quante stagioni prevede di realizzare per coprire la storia narrata nei libri.

DEADLINE: Con l’arrivo della stagione 3 fissato fra meno di un paio di mesi, qual è il filo conduttore che segui per gestire Outlander?

MOORE: E’ una stagione di transizione. Il franchise cambia da questo punto in poi perché, non è un grosso spoiler in verità, ma praticamente conclusa questa stagione lo show si trasferirà nelle colonie Americane. Avremo un punto di riferimento in Scozia, perché ci sarà sempre una parte di storia che continuerà a svolgersi in Scozia, ma Claire e Jamie e la loro famiglia si trasferiranno in Nord America dopo questa stagione, creando Fraser’s Ridge, che si trova tra le montagne nel Nord della Carolina – ed è dove il resto della stagione ha luogo nei libri.

Quindi è un anno davvero fondamentale perché lasciamo un’ambientazione, viaggiando letteralmente attraverso l’Oceano Atlantico. Siamo andati a filmare sulle navi di Black Sails e nei set in Sud Africa per quella parte della storia, per poi finire nei Caraibi e in seguito nelle colonie Americane.

E’ un grande anno di transizione per questo show.

DEADLINE: Un’altra transizione per voi è che la Stagione 3 andrà in onda a metà Settembre, un cambiamento rispetto alla Stagione 1 che ha debuttato nell’Agosto 2014 e la Stagione 2 nell’Aprile 2016. In che modo lo spostamento della Premiére in uno slot più tradizionale influenzerà lo show, specialmente ai fini della produzione?

MOORE: Non cambia la dinamica di uno show. Sono sicuro che STARZ potrebbe discuterne più chiaramente in merito a quali effetti genera su vari aspetti del marketing e cose di questo tipo, ma dal punto di vista creativo, non influenza affatto lo show.

Stiamo cercando di preparare lo show su una base più annuale, perciò d’ora in avanti speriamo di continuare con una premiére autunnale. Quindi stiamo sovrapponendo le produzioni, ma questo perché penso ai fans piacerebbe avere una cadenza annuale precisa invece di una data che cambia sempre.

DEADLINE: Quindi la Premiére in Autunno diventerà la norma per Outlander?

MOORE: Non c’è garanzia, ma ci auguriamo di rimanere con una premiére autunnale da ora. Per noi è stato difficile perché filmare lo show richiede lungo tempo. A livello logistico è molto complesso. E’ una grande serie d’epoca che viaggia in diversi paesi e continenti, non  ha set permanenti, ci porta via tantissimo tempo per produrla. Non vogliamo risparmiarci sul valore qualitativo dello show, ma desideriamo che il pubblico goda del beneficio di premiére annuali.

DEADLINE: Diana Gabaldon scriverà un episodio o due nella terza stagione come ha fatto nella seconda?

MOORE: Non l’ha fatto in questa stagione. Sta scrivendo un altro libro, era un po’ troppo impegnata in quello. Per quanto riguarda ciò che avviene dietro le telecamere, gran parte dello stesso team è ritornato. Abbiamo avuto alcuni cambiamenti in sala scrittura. Abbiamo allargato un po’ l’organico degli sceneggiatori, principalmente perché abbiamo accelerato il calendario della preparazione, e dovevamo avere un numero sufficiente di scrittori per iniziare a scrivere la Stagione 4 mentre stavamo producendo la Stagione 3.

DEADLINE: Delineando questa e la prossima quarta stagione, per quanto tempo prevedi che Outlander continuerà?

MOORE: Beh, Diana sta scrivendo ancora i libri, quindi ipotizzerei che potremmo continuare finché lei continuerà a scrivere una storia avvincente. I libri hanno ancora un successo straordinario. La trama continua a coinvolgere il pubblico, perciò vedrei lo show continuare ancora per lungo tempo.

DEADLINE: E’ sempre stato il tuo piano? Quando inizialmente hai pianificato di produrre lo show, lo vedevi costituito da 5 stagioni, 6 stagioni…

MOORE: Quando mi sono avvicinato al progetto, sapevo i libri fossero ancora in corso di pubblicazione e dal finale aperto, quindi l’ho sempre tenuto a mente. Fino a quando Diana non deciderà quale sarà la fine della storia, riesco a vedere lo show continuare ancora. E anche finché il pubblico sarà disposto ad accompagnarci lungo il cammino, perché sente sia una storia lunga ed coinvolgente in cui potrebbe perdersi per molti anni.

 


Lug 22, 2017 • Lilly • 0 Comments

OUTLANDER: La stagione 3 fa il suo debutto al Comic Con


STARZ ha rilasciato tre nuove foto di Outlander 3, tra cui Jamie nella sua tipografia, un video recap delle passate stagioni prima di deliziare i fans presenti al SDCC con la visione dell’episodio 3×01 “The Battle Joined”.

L’astinenza da Outlander è finita per un migliaio di fans molto fortunati, presenti nella Ballroom 20 del San Diego Comic Con, dove si è tenuto il panel della serie made in STARZ.

Lo show infatti, che riprenderà la sua messa in onda il 10 Settembre negli USA, ha sorpreso il pubblico con la visione in anteprima mondiale della premiére della terza stagione, intitolata “The Battle Joined”.

L’episodio, scritto dallo showrunner Ronal D. Moore, ha riscosso enorme successo tra i fans, ignari di avere l’opportunità di vedere l’intero episodio prima del resto del mondo.

E’ stata la ciliegina sulla torta di un panel trascinante, gioioso offerto da Moore, l’autrice Diana Gabaldon, la produttrice esecutiva Maril Davis, le star della serie Caitriona Balfe (Claire Randall Fraser), Sam Heughan (Jamie Fraser), Tobias Menzies (Black Jack Randall/Frank Randall), Sophie Skelton (Brianna Randall) e Richard Rankin (Roger Wakefield); raggiunti a metà del panel dall’ex membro del cast Graham McTavish (con tanto di bicchiere di whiskey in mano!).

Moderatrice dell’evento: l’auto proclamata superfan di Outlander Jenna Dewan Tatum (curiosità: ha rivelato che suo marito Channing Tatum guarda Outlander insieme a lei).

Durante il panel, tutti gli attori hanno mantenuto le bocche cucite riguardo a spoilers sulla stagione 3, ma Menzies ha rivelato da che punto la storia riprende per il suo villain, Black Jack Randall, il sadico antenato di Frank.

“Iniziamo la stagione a Culloden”, dice prima di guardare nervosamente verso Moore e Davis. “Vediamo l’incontro a Culloden tra Jamie e Black Jack, che in realtà vi sorprenderà. Non è esattamente ciò che le persone si aspettano da un momento del genere.”

Per quanto riguarda l’altro ruolo che interpreta, Frank, i fans potranno vedere i suoi ultimi 20 anni di vita con Claire dopo che si ricongiungono.

“Mostreremo la storia di Frank e Claire a Boston. E’ piuttosto diversa dal libro. La vedremo svolgersi in tempo reale.”

Continua a leggere “OUTLANDER: La stagione 3 fa il suo debutto al Comic Con”


Lug 23, 2015 • Monyka • 0 Comments

Video: Sam Heughan & Caitriona Balfe sulla Stagione 2 e la gravidanza di Claire


Schermata 2015-07-22 alle 17.16.07

Geektalk ha intervistato Ron Moore, Diana Gabaldon, Sam Heughan e Caitriona Balfe in occasione del panel di Outlander al Comic Con 2015. Di seguito trovate video e trascrizione della video intervista.

Sull’adattamento del libro, in modo particolare le brutali scene di violenza nel finale della Stagione 1

Ron Moore: “Cerchiamo di mantenere lo spirito dei libri, ma è diverso vederlo che invece leggerlo, ed è la più grande differenza fra un libro ed un show televisivo. Ha un impatto diverso, il materiale ti coinvolge diversamente,  quindi anche se hai letto [il libro] quando vedi [lo show] è un’esperienza diversa”

Sulla gravidanza di Claire ed il rapporto fra Jamie e Claire nella Stagione 2

Caitriona: “Ho decisamente [iniziato] ad avere le voglie…mangio per due. E’ un bellissimo elemento che è stato aggiunto al personaggio di Claire…ha pensato per molto tempo che non fosse possibile [avere un figlio], quindi il fatto che sia incinta adesso è emozionante ma porta a galla anche molte delle sue insicurezze. Ha perso sua madre quando aveva 5 anni e non avere avuto un modello da seguire nella sua vita…c’è anche molta preoccupazione da parte sua. [La gravidanza] è qualcosa che unisce Jamie e Claire, ci sono ancora delle difficoltà, degli strascichi dalla scorsa stagione e questo è fattore comune sul quale possono trovare un sicuro terreno comune.”

Sam: “[Jamie] vuole far funzionare le cose insieme, non conoscono [Jamie e Claire] tutte le risposta, ma affrontano [la situazione] in modo più maturo in un certo senso. E’ emozionante per entrambi”