Benvenuto su Outlander Italy, la fonte italiana su "Outlander" serie tv e la saga letteraria di Diana Gabaldon, Qui potrai trovare news, spoilers, foto, video, interviste e molto altro sulla serie targata Starz e creata da Ron D. Moore
posted by lug 28, 2015 • Filed in: Casting News, Stagione 2

lionel-lingelser

Finalmente si è rotto il silenzio sul casting della Stagione 2 di Outlander e vi annunciamo oggi, tramite EW, che l’attore francese Lionel Lingelser, classe ’84, sarà Re Luigi XV, nella stagione 1 di Outlander, che vi ricordiamo dovrebbe (condizionale d’obbligo) debuttare a primavera 2016.

Da buon re di Francia qual è. Luigi XV ha buon gusto in fatto di donne ed ottiene sempre quello che vuole, fino a quando non si annoia delle persone intorno a lui che smettono di catturare il suo interesse. Jamie e Claire incontreranno sulla loro strada Re Luigi XV nel disperato tentativo di fermare l’insurrezione della Rivolta Giacobita che poterebbe alla disfatta di Culloden e la fine dei clan.

La Stagione 2 di Outlander si basa sul secondo volume dell’omonima serie di libri dal titolo “Dragonfly in Amber”, che in italiano è divisa in due parti, “L’amuleto d”Ambra” e “Il Ritorno”.

EW

 

 

posted by lug 23, 2015 • Filed in: Caitriona Balfe, Outlander, San Diego Comic Con, Stagione 2, Video

Schermata 2015-07-22 alle 17.16.07

Geektalk ha intervistato Ron Moore, Diana Gabaldon, Sam Heughan e Caitriona Balfe in occasione del panel di Outlander al Comic Con 2015. Di seguito trovate video e trascrizione della video intervista.

Sull’adattamento del libro, in modo particolare le brutali scene di violenza nel finale della Stagione 1

Ron Moore: “Cerchiamo di mantenere lo spirito dei libri, ma è diverso vederlo che invece leggerlo, ed è la più grande differenza fra un libro ed un show televisivo. Ha un impatto diverso, il materiale ti coinvolge diversamente,  quindi anche se hai letto [il libro] quando vedi [lo show] è un’esperienza diversa”

Sulla gravidanza di Claire ed il rapporto fra Jamie e Claire nella Stagione 2

Caitriona: “Ho decisamente [iniziato] ad avere le voglie…mangio per due. E’ un bellissimo elemento che è stato aggiunto al personaggio di Claire…ha pensato per molto tempo che non fosse possibile [avere un figlio], quindi il fatto che sia incinta adesso è emozionante ma porta a galla anche molte delle sue insicurezze. Ha perso sua madre quando aveva 5 anni e non avere avuto un modello da seguire nella sua vita…c’è anche molta preoccupazione da parte sua. [La gravidanza] è qualcosa che unisce Jamie e Claire, ci sono ancora delle difficoltà, degli strascichi dalla scorsa stagione e questo è fattore comune sul quale possono trovare un sicuro terreno comune.”

Sam: “[Jamie] vuole far funzionare le cose insieme, non conoscono [Jamie e Claire] tutte le risposta, ma affrontano [la situazione] in modo più maturo in un certo senso. E’ emozionante per entrambi”

posted by lug 20, 2015 • Filed in: Interviste, Ronald D. Moore, San Diego Comic Con, Stagione 2, Stagione 3

Ron Moore Outlander Season 2 Season 3

La stagione 2 di Outlander sarà un mondo drammaticamente differente rispetto al mondo introdotto nella stagione 1. Adattata basandosi sul libro “Dragonfly in Amber” (“L’amuleto di ambra” e “Il Ritorno” nell’edizione italiana, n.d.r.) di Diana Gabaldon, la seconda stagione della serie Starz trova Jamie (Sam Heughan) e Claire (Caitriona Balfe) ben lontani dalla loro famiglia e amici Scozzesi. Sono sbarcati in Francia con la missione d’infiltrarsi nella corte di Charles Stuart per impedire la rivolta Giacobita e quindi che la Battaglia di Culloden mai accada.

Durante una serie di interviste al San Diego Comic Con 2015, lo sceneggiatore/produttore esecutivo Ronald D. Moore ha discusso dei cambiamenti in arrivo per la seconda stagione e le sfide di creare un adattamento che soddisferà sia i lettori dei libri best sellers di Diana Gabaldon sia i telespettatori che sono stati introdotti al dramma romantico con viaggi nel tempo attraverso la serie tv. Moore , inoltre, ha parlato dei nuovi personaggi che saranno presentati nella storia in questa stagione.

Con la linea temporale che cambia nel libro 2, quanto è stato difficile per te adattarlo e assicurarti che andasse bene sia per i fans dei libri sia per chi conosce Outlander solo attraverso la serie tv?

Ronald D. Moore: “E’ stata una bella sfida. Il secondo libro è molto più complesso. E’ un libro molto più difficile da adattare. Cambia il punto di vista; gioca con il tempo. E’ più politico. Affronta la rivolta Giacobita che la maggior parte della popolazione di questo Paese (USA, n.d.r.) non ha mai sentito parlare, quindi è una sfida. Cerchiamo sempre di rivolgerci a due pubblici. Ci sono i fans dei libri e poi c’è il pubblico generale che non ha la minima idea della storia, e devi comportarti bene con entrambi. I fans dei libri attendono con trepidazione determinate cose e tu vuoi che siano soddisfatti. Vogliamo anche sorprenderli. Vuoi prenderli alla sprovvista e alle volte vuoi spaventarli. Ad esempio, “Oh Mio Dio, Frank sta salendo su per la collina?! Se viaggia nel tempo ho chiuso con questo show!”. Il che è grandioso. Sto seduto a casa con mia moglie e penso “In giro per l’America la gente sta perdendo la testa”. E’ fantastico e mi diverte.”

I fans dei libri dovrebbero anche scoprire nuove cose. Dovrebbero essere sorpresi. Vuoi coinvolgerli emotivamente. Ma poi c’è l’altra metà del pubblico che non ha idea di cosa trattano i libri e vuoi raccontare loro la storia con chiarezza. Devono essere in grado di seguire. Faccio sempre il paragone con Game of Thrones nel senso che non ho mai letto quei libri e lo show deve essere autosufficiente, deve reggersi con le proprie forze. Deve funzionare per me. Non mi interessa se quella scena è nel libro o no. Se non la capisco, non sono coinvolto. Il mio lavoro è cercare di mantenere entrambi gli elementi del pubblico partecipi.”

Chi sono alcuni dei nuovi personaggi che incontreremo in questa stagione e quali sono alcune delle nuove locations?

Ronald D. Moore: “Ci sono diverse reali figure storiche presenti nei libri. Per la prima volta incontriamo Luigi XV. Il Conte St. Germain è una vera figura storica che costituisce uno dei villains nello show. C’è un gentiluomo chiamato Mastro Raymond che gestisce una farmacia a Parigi e aiuta Claire. Ha alcune cose interessanti che accadono nel suo mondo. C’è Madre Hildegarde, una suora che dirige un ospedale a Parigi. E’ un personaggio chiave nello show. Ha un cane, Bouton, che i fans sono felici sia nello show. C’è un ragazzino di nome Fergus che diventa molto importante, specialmente nei libri seguenti, ed è introdotto quest’anno. Bonny Prince Charlie è presente quest’anno – una vera figura storica. Questi sono gli attori principali, penso, in termini di nuovi personaggi.”

…Continua »

posted by lug 17, 2015 • Filed in: Outlander, Ronald D. Moore, Stagione 2, Video

Schermata 2015-07-17 alle 02.07.28

Grandi cambiamenti in vista per la Stagione 2 di Outlander. Non solo ci saranno nuovi personaggi quando la serie ritornerà nel 2016, ma il produttore esecutivo Ron Moore rivela che hanno dovuto ricominciare dall’inizio, in quanto molto del materiale per la stagione 1 non era utilizzabile nel set francese.

“Sarà e verrà percepito come completamente diverso. Non c’erano set, costumi o attrezzature di scena che poteva usare per l’inizio della Stagione 2, quindi abbiamo davvero dovuto ricostruire lo show. Vedrete un “Outlander” diverso rispetto a quello visto nella Stagione 1. [La serie] farà poi ritorno in Scozia e verrà coinvolta nella guerra e altro ancora. La prima metà è uno show completamente differente” – rivela Ron Moore.

“E’ bellissimo e meraviglioso, e magnificamente girato e recitato, ma molto diverso” aggiunge Diana Gabaldon

La più grande sfida della Stagione 2 è che il set si è spostato in Francia (anche se filmato fra la Scozia, l’Inghilterra e Praga) e quindi le star Sam Heughan e Caitriona Balfe parlano anche francese.

“Stanno facendo un egregio lavoro” – aggiunge ridendo Diana Gabaldon

Il set a Parigi darà loro la possibilità di andare più a fondo nella Storia e politica della Rivolta Giacobita del 1745 che Bonnie Prince Charlie ha istigato.

“E’ una storia diversa per Jamie e Claire, improvvisamente adesso una coppia matura in attesa di un figlio, ma che sta anche cercando di cambiare il corso della Storia e si trova coinvolta nella politica ed aristocrazia francese e con Bonnie Prince Charlie. Ci sono molte figure storiche reali in questa stagione, quindi è una sfida molto diversa rispetto alla Stagione 1 per la coppia [Jamie e Claire]” – rivela Ron Moore.

Quando è stato chiesto loro quale nuovo personaggio non vedevano l’ora il pubblico vedesse Ron e Diana ha risposto subito dicendo …Continua »

posted by lug 17, 2015 • Filed in: Interviste, Outlander, Sam Heughan, San Diego Comic Con

Sam Heughan Outlander Comic Con

In una città invasa da gente come Channing Tatum, Ryan Reynolds, Ben Affleck, Henry Cavill e Jeffrey Dean Morgan a causa del Comic-Con, Sam Heughan ha ricevuto un bel po’ di attenzioni da parte dei fans. Grazie alla popolarità della sua serie, “Outlander”, e alla sua geniale personalità, Sam si è distinto a San Diego.

Caitriona Balfe & Sam Heughan - Outlander Comic Con 2015“Outlander”, che vede per protagonisti Sam e Caitriona Balfe come una coppia appartenente a due epoche diverse nell’adattamento Starz della saga dei viaggi nel tempo di Diana Gabaldon, è stato dichiarato insieme ai film “Suicide Squad” e “Deadpool”, tra i grandi vincitori dell’annuale Convention dedicata agli appassionati di videogiochi, cinema, serie tv, fumetti e cosplay.

The Wrap ha dichiarato “Possono interpretare amanti sfortunati e torturati sullo schermo ma durante la seconda apparizione di ‘Outlander’ al Comic-Con, le star Heughan e Balfe hanno dimostrato di essere tutt’altro nella vita reale. Battute divertenti, mascherandosi giocosamente da pirata e persino bevendosi dei bicchieri di whisky sul palco, Heughan sembrava ben lontano dalle sofferenze del suo personaggio ma incantava lo stesso i fans”.

Sam, la personificazione dell’amichevole popolo Scozzese, ha fatto girare più di una testa mentre lui e Caitriona si muovevano da un evento all’altro al San Diego Convention Center o lungo i vasti corridoi dell’hotel. I fans strepitavano per avere foto con Sam e Caitriona, che interpretano rispettivamente  Jamie Fraser, un guerriero Scozzese del XVII secolo, e Claire Randall, un’infermiera militare degli anni ’40.

Jamie e Claire sono coinvolti in quello che viene descritto come un “un triangolo d’amore nel tempo” visto che il personaggio di Claire è sposato a Frank Randall, un professore di storia, interpretato da Tobias Menzies. Ma nella storia di Diana, Claire si risveglia trovandosi nel XVIII secolo e presto si ritrova coinvolta in una relazione passionale con Jamie.

L’attore 35 anni si è guadagnato una nomination ai Laurence Olivier Theatre Award come debuttante più promettente del 2002 per la sua performance in “Outlying Islands”. Ex alunno della Royal Scottish Academy of Music e Drama di Glasgow, in Scozia, Sam sembra sul punto di avere una grande carriera in TV e al cinema.

Sam si è goduto la pausa a San Diego nonostante si trattasse di lavoro per promuovere “Outlander”:

“Torniamo e riprendiamo a filmare”, ha detto del suo programma post Comic-Con. “Abbiamo fatto 3 episodi. Ce ne rimangono altri 10″.

Di seguito alcuni estratti dell’intervista di Inquirer con Sam:

Qual ‘è il vostro calendario delle riprese per la stagione 2?

Sam: Dureranno fino a Febbraio. Andremo a Praga il prossimo mese per girare gli esterni di Parigi e Versailles. E poi a Salisbury in Inghilterra. Sarà eccitante. Lo show cambia sempre, si sposta di continuo visto che non ha una sede specifica che funziona da studio cinematografico. Sarà un vero viaggio per i personaggi.

E’ un nuovo mondo – Versailles, la politica e la corte Francese. E’ tutto molto lussureggiante – Re Luigi XV… La seconda metà è più fango, sangue e lo sviluppo degli eventi che portano a Culloden. E’ come diviso in due metà. Sarà avvincente.

…Continua »

Schermata 2015-07-14 alle 23.14.29

L’ultima volta che i fans di Outlander hanno visto Tobias Menzies è stato nei panni di Black Jack Randall, mentre una mandria di mucche lo schiacciava (letteralmente) a terra. Anche se il destino del sadico Jack è ancora incerto, Tobias Menzies riprenderà i panni di Frank Randall nella Stagione 2.

In questo breve video Sam Heughan e Caitriona Balfe ammettono che è un cambiamento piacevole quello di riavere Menzies come Frank e non più (per ora) come Jack Randall.

“E’ un uomo molto più piacevole nel ruolo di Frank, non è vero?” Caitriona Balfe dice ridendo.

Il personaggio di Frank è stato assente per le ultime otto puntate della Stagione 1, fino dal momento in cui Claire non riesce nel suo intento di ritornare nel futuro e viene catturata dalle Giubbe Rosse. Ma nel frattempo Tobias Menzies è stato impegnato in alcune delle scene più brutali mai viste in tv come Black Jack Randall e non importa che tipo di scene siano quelle fra Frank e Claire, perché non saranno mai come quelle orribili con Black Jack.

“E’ stato bello fare nuovamente delle scene con Frank e Claire. Mi piace sempre. E’ diverso. Molto diverso dal rapporto che hanno Jamie e Claire e sono state delle grandi scene. E’ certamente piacevole non essere nelle vicinanze del pericoloso Black Jack.” – ha detto Caitriona Balfe.

“E’ molto più loquace davanti ad una tazza di caffè, vero?”  - ha aggiunto Sam Heughan

Zap2it

posted by lug 15, 2015 • Filed in: Outlander, Ronald D. Moore, Stagione 3

outlander season 3?

I fans di Outlander stanno aspettando impazienti la Stagione 2 da quando il finale della Stagione 1 è andato in onda (l’episodio 1×16 “To Ransom a Man’s Soul” lo scorso 30 Maggio su Starz). Chiunque ha prestato attenzione alla blogosfera potrebbe già essere a conoscenza del fatto che Jamie e Claire sono diretti in Francia questa stagione, dove tenteranno di fermare la figura storica di Bonnie Prince Charlie dal dare inizio alla rivolta Giacobita. Mentre si tratta senza dubbio di una trama divertente e al tempo stesso eccitante, il produttore esecutivo (nonché showrunner) di Outlander Ronald D. Moore ha rivelato al Comic-Con che in realtà è più eccitato per la Stagione 3, che porterà Claire e Jamie ad affrontare un lungo viaggio in nave che incrementerà il ricorso all’uso di effetti speciali in un modo entusiasmante.

La tecnologia adesso, tra navi reali come quelle che hanno in ‘Black Sails’ e la Computer Grafica, è progredita al punto che puoi davvero credere sia vero. Non si lavora più con semplici modelli in una piscina alla Paramount, che chiaramente piccola così. Ora si può davvero realizzare con un budget televisivo quello che ‘I Pirati dei Caraibi’ facevano 8-10 anni fa. Ora, possiamo sul serio manipolare digitalmente le immagini in modo migliore in tv  [rispetto quanto fatto in 'I Pirati dei Caraibi'].

La trama in questione a cui si riferisce Moore proviene dal terzo famoso libro della saga di Outlander scritta da Diana Gabaldon, “Voyager”.

ATTENZIONE: A SEGUIRE SPOILERS SUL LIBRO 3, QUINDI SE VOLETE EVITARE QUALSIASI INFORMAZIONE SUL LIBRO, E’ IL MOMENTO DI SMETTERE DI LEGGERE QUESTO ARTICOLO.  …Continua »