Benvenuto su Outlander Italy, la fonte italiana su "Outlander" serie tv e la saga letteraria di Diana Gabaldon, Qui potrai trovare news, spoilers, foto, video, interviste e molto altro sulla serie targata Starz e creata da Ron D. Moore
posted by giu 25, 2015 • Filed in: Jamie Fraser, Sam Heughan, Season 1

Schermata 2015-06-25 alle 17.36.05

***Attenzione: SPOILERS sul finale a seguire***

Interpretare Jamie Fraser, un forte, alto e galante scozzese nella serie tv della Starz “Outlander”, è stato facile per Sam Haughan. Ma quando lo script dell’episodio finale è arrivato Sam ha dovuto prepararsi mentalmente per interpretare l’assalto fisico e sessuale al suo personaggio da parte dello spietato capitano Black Jack Randall.

“Sapevamo che sarebbe stato intenso”  – ha detto a PEOPLE – “Ma eravamo consapevoli di ogni aspetto sia esplicito che violento e ci siamo assicurati fossero presenti per una ragione. Si è trattato di immergersi [in queste scene] per qualche settimana e vivere quell’esperienza”

Girare quelle scene, che hanno luogo in una cella buia illuminata solo dalle candele, ha richiesto due settimane tutto era già stato preparato prima [delle riprese].

“Una settimana prima abbiamo studiato lo script, quasi come fossero prove teatrali, quindi abbiamo lavorato su ogni scena, con quello che credevamo avrebbe funzionato e quello che invece no. E poi lo abbiamo messo da parte, che è una cosa strana” – ammette Heughan – “Ma quando ti sei fatto un’idea e sai quello che il pubblico vuole o meno vedere, questo già definisce le linee guida per le riprese”

I giorni di lavoro sul set per Sam Heughan iniziavano alle 4 di mattina per l’applicazione delle protesi delle cicatrici sulla schiena e anche i progressivi segni dell’attacco fisico che il suo corpo subiva mano a mano durante le riprese.

“A quel punto giravamo per 12 ore e occorreva un’altra ora e mezzo per rimuovere tutte le protesi” – ha detto – “Quindi non dormivo molto. Ma credo questo abbia aiutato ad entrare nella mentalità del prigioniero”

L’unico momento di leggerezza durante le riprese è stato quando sono stati chiamati i ratti in scena che dovevano aggirarsi per la cella.

…Continua »

posted by giu 24, 2015 • Filed in: Outlander, Stagione 1, Tobias Menzies, Video

Mancano pochi giorni al termine delle votazioni per le nominations di luglio ai prossimi Emmy Awards e “Outlander”, insieme ai suoi attori e tutta la produzione è un nome che ricorre molto fra i possibili candidati, ma anche non dovesse concretizzarsi resterà sempre una grande vittoria considerando che siamo solamente alla Stagione 1.

YahooTv dedica spazio a Tobias Menzies, ritenendolo meritevole della nomination come Outstanding Supporting Actor in a Drama Series (e noi non possiamo che essere d’accordo!). Il video sopra raccoglie le migliori performances dell’attore in questa stagione di Outlander, salvo alcune delle scene più cruente degli ultimi due episodi che anche se non sono mostrate nel video rimangono comunque ben impresse nella nostra mente e testimonianza di un grande lavoro insieme alla co-stars Sam Heughan (Jamie Fraser) e Caitriona Balfe (Claire Fraser). Menzies merita un considerazione per l’Emmy perché attraverso le crude e complesse scene in cui era coinvolto non ci ha lasciato mai dimenticare che è l’anima di Jamie Fraser quella che Black Jack Randall vuole veramente mentre attacca ed abusa del corpo dello scozzese.

“Ho razionalizzato [gli eventi] considerando la fustigazione come l’inizio di tutto. In quel momento Black Jack incontra qualcuno capace di tenergli testa come nessuno mai aveva fatto prima. Jamie è stato in grado di sopportare il dolore fisico in un modo che prima nessuno mai aveva fatto e quindi ovviamente, per qualcuno che è interessato nell’amministrare il dolore sulle persone, questo lo intriga. Se crediamo che il sadomasochismo sia la sua [di BJR] perversione, allora Jamie rappresenta qualcuno che non può essere disciplinato e questa diventa una sfida per lui. [BJR] vuole spezzarlo e dominarlo solo per dimostrare che è in grado di farlo. Crado anche che ad un certo livello lui sia colpito da Jamie come essere umano. Jack stesso non è privo di piccoli momenti di umaità. Ha ammirazione per le persone. La cosa strana è che la sua ammirazione si manifesta e viene comunicata cercando di smantellarla per scoprire come funziona. E’ qui che entra in gioco la brutalità.”

…Continua »

posted by giu 23, 2015 • Filed in: Outlander, Sam Heughan, Stagione 2

“Outlander” sta attualmente girando la sua seconda stagione in Scozia, anche se il set della serie cambierà per accomodare la trama del libro 2 “Dragonfly in Amber”, ambientato per buona parte a Parigi. La produzione infatti si sposterà per alcuni episodi nel sud dell’Inghilterra e anche a quanto sembra a Praga per ricreare le strade della Parigi di metà 1700.

1

The Wrap, dopo la sessione in 6 domande che potete leggere qui, ha avuto modo di intervistare nuovamente Sam Heughan, il quale ha affrontato ancora una volta il finale brutale della Stagione 1, ha espresso enorme soddisfazione nel vedere la serie tv, i suoi attori e la crew presi in considerazione per una possibile nomination agli Emmy ed ha anche anticipato la Stagione 2, che debutterà indicativamente nella primavera del 2016.

Di seguito alcune delle domande sulla prossima stagione dall’intervista che potete leggere per intero a questo link.

Com’è stato tornare [sul set] per la Stagione 2?

SAM: Ero molto molto emozionato – lo eravamo tutti – di tornare sul set. E’ come se fosse una vecchia famiglia e ritrovi tutti lì, è molto familiare ed è una cosa straordinaria. Ma allo stesso tempo sembra anche diverso perché lo show è cresciuto, abbiamo cambiato locations ovviamente e la storia si è spostata in Francia. E ci sono tutta una serie di cose che succedono alla fine della stagione 1 e che hanno ripercussioni sui nostri personaggi e sulle relazioni. Quindi ritornare è stato molto interessante ed anche in un certo senso sconvolgente ma sempre ben accetto.

Vediamo i personaggi che cercano di capire chi sono in questo mondo, dopo la notizia di Claire che è incinta e cosa è successo a Jamie ed il trauma da lui subito. Non so bene in che direzione finiranno per andare [i personaggi] ed è eccitante. E’ una storia completamente diversa.

Come stanno andando le riprese? A quale episodio siete?

SAM: Abbiamo girato i primi tre episodi contemporaneamente e questo ha avuto le sue difficoltà, ma è stato grandioso. E’ un mondo molto diverso. Siamo alla corte francese, niente di più lontano dalle highlands scozzesi. Ci sono alcuni nuovi personaggi un po’ folli. E’ magnifico e lo show incredibile, e capire come Jamie e Claire si adattano in questo mondo è esattamente il percorso che stanno affrontando. Sono fuggiti dalla Scozia e da tutto quello che era successo ma la ragione per cui sono in Francia è per fermare Culloden, la grande battaglia che porterà alla fine della cultura delle highlands. Quindi si trovano lì [a Parigi] per un motivo. E le cose diventano complicate.

…Continua »

posted by giu 22, 2015 • Filed in: Diana Gabaldon, Jamie Fraser, Outlander, Stagione 2

Diana Gabaldon Jamie Fraser

Diana Gabaldon, di recente, ha parlato con Sam Heughan riguardo a Jamie e al suo stato fisico e mentale nelle prime fasi della stagione 2 di OUTLANDER, che vi ricordiamo andrà in onda su STARZ indicativamente verso Marzo/Aprile 2016.  Ecco cosa l’attore scozzese ha rivelato all’autrice su quale Jamie Fraser dobbiamo aspettarci di vedere nei primi tre episodi della seconda stagione:

“Conosci l’espressione ‘ Non dare a vedere il dolore’? Jamie si trova in questa posizione.

Quanto accaduto a Wentworth lo turba ancora nel profondo. Sono trascorse non più di un paio di settimane; per quanto sia guarito velocemente, sente ancora gli effetti di quelle ore nel suo corpo. E’ abbastanza abituato ad ignorare il dolore fisico e ad andare avanti occupandosi dei propri affari, ma questo è qualcosa d’insidioso e degradante. La sua mano gli duole letteralmente sempre, a meno che non decida di bere pesantemente (e a volte lo fa, quando si trova nelle circostanze che lo renda facile – ma sa benissimo che non può far affidamento su questo, ed è testardo abbastanza da voler combattere le proprie battaglie senza quella sorta di sostegno. Potrebbe versarsi un bicchiere di vino o whisky, berne la metà e poi metterlo da parte.). Non può fare qualcosa di così semplice come andare in bagno senza un ricordo umiliante; è stato privato dell’intimità che normalmente ha con il suo corpo, e non riesce ancora ad accettare l’intimità di Claire per creare un senso d’integrità in se stesso.”

Riuscite ad individuare i ‘dettagli’? Ovvio che sì, come il Capitano Randall potrebbe osservare. Lui [Jamie] non può fare qualcosa di semplice come andare in bagno senza provare umiliazione, impotenza e furia. Sembra plausibile, ma non è qualcosa che di solito capita di pensare riguardo a cosa potrebbe provare un uomo che è stato violentato. E’ il lavoro di uno scrittore – e di un attore – pensare in modo più approfondito e trovare dettagli particolari che rendano un’esperienza assolutamente chiara. Lo scrittore lo fa in maniera esplicita, sulla pagina – e l’attore lo fa interiormente, ma i risultati saranno simili.

Fonte

posted by giu 18, 2015 • Filed in: Sam Heughan

Sam Heughan, forte contendente per una nomination agli Emmy nella categoria Best Actor, ha parlato con The Wrap sulle scene più difficili da girare (praticamente quelle che vi aspettereste), e quelle più divertenti (forse non quelle che vi aspettereste) e perché agli Emmy c’è bisogno di una categoria dedicata solo ai Ginger.

***Attenzione: Spoilers sul Finale a seguire***

Qual è stata la cosa più difficile che hai dovuto fare questa stagione?

Credo gli ultimi due episodi…È uno show molto difficile da fare perché siamo in esterna per molto tempo ed è una storia molto coraggiosa, ma gli ultimi due episodi – con le torture ed il conseguente stupro del mio personaggio – sono stati un paio di episodi molto difficili. Mi è piaciuto in un certo senso, se è questa la parola corretta, avere quel tipo di sfida, interpretare qualcosa di così cupo. Abbiamo avuto una grande sceneggiatura ed una grande regia. Ma sì, sono state un paio di settimane piuttosto dure, spingersi in quei luoghi oscuri e per quel lasso di tempo. Inoltre c’è stato anche un grande lavoro sulla protesi quindi i giorni sembrava non finire mai. Ma sono molto soddisfatto del risultato.

Qual è stata la cosa più divertente che hai fatto questa stagione?

Direi che mi è piaciuta tutta quella parte [degli ultimi episodi]. Forse sono un patito per le punizioni ma mi piace tutto quello che ti fa lavorare sodo [fisicamente]. Nella seconda metà di stagione il mio personaggio si ritrova a fare molto di più [rispetto alla prima metà] e vedete molto di più dal suo punto di vista. Ci sono delle scene molto belle fra me ed Claire, il personaggio di Caitriona [Balfe], specialmente quella al fiume nell’episodio 9 dove è la prima volta vedete scontrarci sul serio e mi è piaciuto, è stato divertente da girare. Ti ritrovi fuori in esterna, hai tutta questa storia già delineata dove la salvo dalle grinfie di Black Jack Randall, e ci sono molte emozioni coinvolte. Si è trattato di un giorno dove era più importante la recitazione che ottenere la giusta inquadratura o la giusta location o altro. Quindi ogni giorno in cui riesci un po’ a sfogarti, è fantastico.

Facciamo finta che qualcuno non abbia mai sentito parlare di Outlander. Che cosa gli diresti per convincerlo a guardarlo?

Gli direi probabilmente che gli offro una bottiglia di whisky se lo guarda. Direi che si basa su una serie di libri, ed è una storia d’azione, avventura, Storica, d’amore con l’aspetto del viaggio nel tempo, ma fondamentalmente è davvero una grande storia con dei grandi personaggi. Brucia forse come una fiamma lenta [la storia], ma le persone vogliono investire in una serie televisiva e noi gli diamo questo. Se guarderete il nostro show verrete risucchiati nella Scozia e nel mondo in cui [i personaggi] si trovano. Diventa sempre più forte ad ogni episodio.

…Continua »

posted by giu 17, 2015 • Filed in: Casting News, Outlander, Stagione 2

3

Nuovo ed importante casting per la stagione 2 di Outlander! L’attore Laurence Dobiesz sarà il volto di Alex Randall.

Per chi non ha familiarità con i libri e non ha letto “Dragonfly in Amber” (in italiano divisi in “L’amuleto d’ambra” ed “Il Ritorno”), senza spoilerare troppo, vi diciamo come si tratta del fratello minore del sadico Black Jack Randall. Ma nonostante abbiano lo stesso DNA ed un forte somiglianza fisica, Alex non ha niente in comune con la natura crudele e brutale del fratello maggiore, anzi viene descritto come gentile, amorevole e cortese.

In televisione Dobiesz è apparso in “Obsession: Dark Desires,” “The Riots: In Their Own Words” della BBC e  “The Bill.” su ITV. Al cinema invece lo ritroviamo brevemente in “Sherlock Holmes: A Game of Shadows” e “Testament of Youth.”

La Stagione 2 di Outlander prodotta da Ron Moore andrà in onda nel 2016 (data da definirsi)

OriginalThe Wrap

posted by giu 16, 2015 • Filed in: Sam Heughan

New/Old Photoshoot di Sam Heughan per TV Guide Magazine in occasione del Comic Con di luglio 2014

 

 

  

CONTINUA IN → GALLERY

[Source Photos: Far Far Away Site]