Ott 10, 2017 • Monyka • 0 Comments

I produttori di Outlander parlano della “scena della tipografia”, raccontata anche dal punto di vista di Jamie


Il produttore esecutivo della serie, Ron D. Moore, ha svelato a The Hollywood Reporter che il prossimo episodio di Outlander, che andrà in onda il 22 ottobre dopo una breve pausa e che durerà ben 75 minuti, ci riporterà leggermente indietro nel tempo per “cambiare la prospettiva” e raccontare il momento in cui quella porta si è aperta a fine puntata 3×05 dal punto di vista di Jamie.

 

“E’ stato qualcosa che mi è piaciuto mentre delineavamo la storia. Credo sia un fantastico escamotage per “uscire” dalla scena dello svenimento. Non c’è modo migliore. Da dove ripartire con il prossimo episodio? Non volevamo ripetere la stessa scenetta. Non volevamo riprendere in tempo reale e abbiamo fatto un piccolo reset”.

Moore “voleva sapere cosa stava succedendo nella giornata di Jamie” quindi la storia farà un passo indietro per poterlo raccontare.

“Mi piace l’idea di sapere qualcosa che il personaggio ancora non sa chesta per accadere, ma noi sì invece. [Jamie] vive ad Edimburgo ed ha una sua vita e chi sono le persone che fanno parte di questa vita? E’ un’atmosfera completamente diversa. Ho voluto assaporare e godermi davvero la tensione dell’attesa del suono della campanella alla porta e vedere quello che succede dal suo punto di vista.”

La produttrice Maril Davis sapeva che il momento in cui Jamie e Claire si rivedono per la prima volta dopo 20 anni era uno di quei momenti che doveva essere fatto bene.

“Sono più emozionata per il fatto che abbiamo scelto di fare qualcosa che molte persone non avrebbero fatto, ovvero trascorrere 40 minuti di puntata nello stesso set con due personaggi e vederli riconnettere. Molti farebbero forse 10 minuti e poi uscirebbero [dal set]. Stiamo seduti a lungo con loro [Jamie e Claire] ma per me si tratta di un lusso e di un viaggio. E’ una lettera d’amore ai fans, della serie, vediamo Jamie e Claire di nuovo insieme nella loro bolla prima che altri fattori interferiscano. Devono tornare al mondo reale quindi è davvero un lusso trascorrere del tempo con loro e credo che i fans apprezzeranno.”

Moore e tutto il team di Outlander saper che la famosa “scena della tipografia” è un momento iconico per i fans dei libri quindi si sono presi il loro tempo per fare tutto nel modo giusto.

“Gary Seele, il nostro production designer, ha trascorso molto tempo nel disegnare la Tipografia. E’ un set molto grande. Sapevamo quando fosse importante quindi ci siamo accertati che avesse tempo e spazio ed energia. Non seguiamo alla lettera, momento dopo momento, il libro, ma in pratica racconta lo stesso argomento con molto dialogo del libro e mette in scena quello che le persona volevano vedere di quel momento” – ha spiegato Ron Moore.

Caitriona Balfe fa i complimento allo sceneggiatore Matt Roberts per come ha gestito la scena. Continua a leggere “I produttori di Outlander parlano della “scena della tipografia”, raccontata anche dal punto di vista di Jamie”


Set 30, 2017 • Monyka • 0 Comments

Outlander 3: Sam Heughan parla della passionale reunion di Jamie & Claire


In occasione del lancio a New York della sua collezione uomo/donna per Barbour, Sam Heughan ha parlato con Tv Insider della tanto attesa reunin di Jamie e Claire (che oramao è vicina) e di lorp figlia Brianna.

“È bello essere di nuovo insieme. Spero le persone siano felici della reunion di Jamie e Claire. Ho visto [la reunion] l’altra sera, ancora non l’avevo vista e quindi l’ho fatto ed è passionale, emozionale e credo tutto quello che i fans vorrebbero.”

Sam ha anche ammeaso che, nonostante Jamie non incontri sua figlia Brianna questa stagione, Claire ne parla molto spesso.

“Jamie è semplicemente sopraffatto. Ascolta i racconti su sua figlia Brianna e questo è molto emozionante per lui. Immagino che incontrarla sarebbe davvero potente”.


Outlander 3: David Berry su Lord John Grey, i suoi sentimenti per Jamie e cosa aspettarci nelle prossime puntate


Nel recente episodio 3×03 “All debts paid” i fans hanno conosciuto il maggiore Lord John Grey, che era già stato introdotto da teenager nella scorsa stagione 2 e che adesso troviamo a capo della prigione di Ardsmuir dove Jamie Fraser è detenuto.

“Ho perso un amico speciale. E’ stato lui il motivo per cui mi sono unito all’esercito. Mi ha ispirato” – sono le parole cariche di dolore che Lord John riferisce a Jamie durante una della loro partite a scacchi. Con gli occhi lucidi spiega poi come suo fratello, Hal, lo abbia trascinato via dal cadavere del suo amico. “Era in imbarazzo e ha detto che l’avrei superato”.

Ed è in questo momento che Lord John tocca la mano di Jamie,

Entertainment Weekly ha parlato con Sam Heughan riguardo al rapporto del suo personaggio con Lord John.

“C’è un momento nel quale imparano a guadagnarsi fiducia reciproca e diventano compagni in questo luogo che è davvero desolato. Scoprono un apprezzamento intellettuale nella reciproca compagnia e formano questa amicizia. Ma ad un certo punto Grey rende note le sue emozioni o i suoi intenti e Jamie non pensa che sia solo pericoloso per lui ma anche triste. Jamie prova una diversa serie di cose per John Grey in quel momento” – spiega Sam Heughan.

E cosa prova quindi Grey? EW ha raggiunto anche la new entry australiana David Berry per parlare del suo personaggio John Grey e cosa aspettarci nei prossimi episodi da questo rapporto creato con Jamie Fraser

Secondo te qual è stata la prima impressione che Lord John ha avuto di Jamie?

DAVID: “Vediamo per la prima volta John Grey quando viene presentato a Jamie nella corte della prigione e subito si ricorda dell’incontro che ha avuto con lui quando era un ragazzino anni prima. E’ sia affascinato che spaventato da Jamie. Grey vede Jamie come un impavido avversario e qualcuno che potrebbe minare la sua autorità come capo della prigione di Ardsmuir.”

Cosa gli ha fatto cambiare idea su Jamie? Quale momento?

DAVID: “Non c’è un momento particolare che gli fa cambiare idea su Jamie. Per tutto l’episodio cerca di raccogliere informazioni e strategicamente trovare un modo per gestire Jamie. Nel fare questo inizia a vedere Jamie come un suo eguale, sia in termini di intelletto che per un profondo senso dell’onore. Jamie ha un modo unico di rivelare ed esporre le vulnerabilità di Lord John. Quando giocano a scacchi, John Grey è preso in contropiede dalle sue stesse emozioni e Jamie è in grado, ancora una volta, di esporre i sentimenti soppressi di John – in questo caso i desideri omosessuali – quando Jamie gli racconta del lutto che prova per la perdita dell’amore della sua vita, Claire”.

Continua a leggere “Outlander 3: David Berry su Lord John Grey, i suoi sentimenti per Jamie e cosa aspettarci nelle prossime puntate”


Set 22, 2017 • Monyka • 0 Comments

Ascolti più che buoni per la 3×02 su Starz


L’episodio 3×02 “Surrender” andato in onda domenica 17 su Starz (in Usa) ha confermato gli ottimo ascolti della premiere della settimana precendente arrivando a 1milione e 400mila telespettatori scendendo rispetto al debutto della Stagione 3 che ne aveva totalizzati 1milione e 490mila.

Il dato non tiene conto dei dati della replica un’ora dopo quindi il dato finale degli ascolti di domenica 17 settembre sono sicuramente più alti.

 


Set 20, 2017 • Lilly • 0 Comments

Sam Heughan parla di Jamie Fraser nell’episodio 3×02 di Outlander


Sam Heughan Jamie Fraser 3x02

L’attore Scozzese analizza la crisi del suo personaggio nel secondo episodio della terza stagione di Outlander.

Nel secondo episodio della terza stagione di Outlander, intitolato “Surrender”, abbiamo trovato Jamie trasandato, infelice e quasi inadeguato per l’interazione umana dopo aver vissuto 6 anni in solitudine.

Intervistato da TVLine, Sam Heughan ha spiegato:

“Vive soffrendo per tutto il tempo. Vede Claire ovunque. Gli viene ricordata la sua perdita. Sopravvive grazie al suo istinto. Non gli interessa nulla di se stesso, vive giorno dopo giorno senza un vero scopo.”

Sebbene Jamie non sia più il proprietario legale di Lallybroch – se ricordate ha ceduto la properità al figlio di Jenny e Ian, appena prima della Battaglia di Culloden – Heughan osserva che il suo personaggio prova una grande senso di responsabilità per mantenere la sua terra e i suoi cari al sicuro…e che l’Highlander pensa sia la cosa migliore in sua assenza.

“Sembra che tutte le persone attorno a lui finiscano col ferirsi. E’ responsabile per Jenny e Ian, e ogni volta che si avvicina a loro, qualcosa di brutto accade.”

Per esempio, la scena dove Jamie ha in braccio suo nipote appena nato:

“Jamie è disperato di avere il proprio figlio, non ha potuto vedere nascere Brianna e tenerla in braccio. E così quando ha fra le sue braccia questa nuova vita, capisce subito cosa si prova. E poi, ancora una volta, mette in pericolo la sua famiglia.”

Quando Fergus perde una mano e Jenny  fa presente che Jamie ha fatto la cosa più responsabile cercando di non fermare le Giubbe Rosse, Jamie crolla e finisce col singhiozzare fra le braccia della sorella. Ma Heughan sottolinea anche che quando Jamie si riprende, usa la ferita alla mano di Fergus per ritrovare se stesso.

“E’ il momento in cui realizza che ci sono persone che davvero contano su di lui e che deve combattere almeno un po’ e vivere per qualcosa. Questo lo aiuta un po’ e Fergus è sempre stato una sorta di figlio surrogato per lui.” ha detto Sam Heughan.

E per quanto riguarda l’ipotetico tradimento di Jenny che il tailer aveva anticipato ma non spiegato del tutto?

“Si, è stato divertente” ha detto ridendo Sam Heughan “Entrambi [io e Laura Donnelly] stavamo esagerando [nella recitaz ione]. È stato spassoso.”


Outlander Journeys: le Locations della Stagione 3


Outlander locations

Sam Heughan, Caitriona Balfe e Matt B. Roberts parlano di alcune delle locations più importanti che vedremo nella terza stagione di Outlander.

Quante volte, durante la visione di un episodio di Outlander, vi siete lasciati incantare dalla misteriosa e ammaliante Scozia? Dai suoi paesaggi naturali mozzafiato e dai suoi castelli e palazzi che fanno da set alla serie tv made in STARZ? Quante volte avete sognato di visitare quei luoghi ed esplorare la terra che ha ispirato la scrittrice Diana Gabaldon?

Con l’arrivo della terza stagione, basata sul libro “Voyager” (in italiano pubblicato in due volumi: “Il Cerchio di Pietre” e “La Collina delle Fate”), British Heritage Travel ha intervistato i nostri Jamie e Claire in carne ed ossa, Sam Heughan e Caitriona Balfe, insieme allo sceneggiatore e produttore esecutivo Matthew B. Roberts, per parlare di alcune delle locations più significative che vedremo nella prima parte della stagione.

“La maggior parte delle riprese avviene in location, e mi ha aiutato sicuramente a riscoprire il mio Paese”, racconta Sam Heughan.

“Viaggiamo in lungo e in largo per la Scozia e abbiamo accesso ai luoghi più incredibili del patrimonio scozzese”, aggiunge Caitriona Balfe.

Il produttore esecutivo Matthew B. Roberts spiega perché sia necessario filmare lo show nel modo in cui ci hanno abituati: “Usiamo la Scozia come se fosse un personaggio. La scelta è stata fatta per noi. Doveva essere Scozia.”

Continua a leggere “Outlander Journeys: le Locations della Stagione 3”