Benvenuto su Outlander Italy, la fonte italiana su "Outlander" serie tv e la saga letteraria di Diana Gabaldon, Qui potrai trovare news, spoilers, foto, video, interviste e molto altro sulla serie targata Starz e creata da Ron D. Moore
posted by set 19, 2014 • Filed in: Recensioni

Schermata 2014-09-19 alle 17.28.36Credo di non aver mai fatto tanta fatica a vedere un episodio come nel caso di The Garrison Commander! E ancora peggio è scriverne la recensione. Mai avevo visto un episodio, di una qualunque serie tv, che esaltasse a questo punto l’animo nero di un personaggio ed il tutto portato ad uno stato di grazia dalle interpretazioni degne di Emmy da parte di tutti ma soprattutto Tobias in primis.

Tobias è riuscito, grazie ad una sceneggiatura che rasenta la perfezione, a rendere appieno questo personaggio, che nei libri è agghiacciante e rivoltante!
Sì, perché è questa la sensazione che ho avuto per quei 30 minuti di monologo con lo stomaco che si rifiutava di collaborare con il resto del mio corpo. Questa puntata segna la stoicità dell’orgoglio scozzese davanti a qualunque tipo di affronto, verbale o corporale. Vediamo un Dougal che non si abbassa davanti a nessun insulto e proprio come introdotto nell’episodio precedente, difende con il suo stesso corpo la “ragazza” del Clan.

Schermata 2014-09-19 alle 17.31.02Ma soprattutto vediamo Jamie che non è il ragazzino dolciotto e basta che fa credere (o che molti hanno creduto di vedere), perché mantiene la testa alta davanti ad una aggressione fisica di una brutalità moralmente ingestibile, sotto gli occhi del proprio padre e dello zio. E’ da uomini tutti d’un pezzo. E per quanto possiamo cercare attenuanti che possano giustificare le azioni di Black Jack Randal, beh quest’ultimo non ne ha! Lui è il King of the Villains, il Re dei Cattivi e mai in vita mia ne ho incontrato uno più brutale e perverso, messo a nudo a questi livelli! Lui che sotto quella calma apparente racconta il suo comportamento per riuscire a fare breccia nelle difese di Claire, e lei distratta dall’orrore, non si accorge, che in realtà è eccitato dal suo stesso racconto. Lui ha goduto in quello che ha fatto a Jamie; per lui era in fondo un capolavoro artistico potere disegnare con la propria arte l’immacolata schiena di Jamie.

E proprio nel momento in cui Claire e gli spettatori credono di aver superato la parte più opprimente della puntata, che il rifiuto di piegarsi da parte di Claire alla superiorità di Black Jack ci fa capire come lui non abbia nessun tipo di remora. Per lui non fa alcuna differenza avere davanti un uomo o una donna, …Continua »

posted by set 19, 2014 • Filed in: Stagione 1

A poche ore dalla messa in onda negli Stati Uniti di uno degli episodi più attesi dai fans di Outlander, “The Wedding”, da SpoilerTV arriva una ricca anteprima che ci racconta dell’imminente matrimonio tra Jamie e Claire e di cosa significhi per lei essere divisa tra due uomini in due vite inconciliabili.

Schermata 2014-09-19 alle 02.31.44A Claire e Jamie non è data la possibilità di scelta riguardo al matrimonio e si ritrovano sposati nonostante siano quasi estranei. Perché il matrimonio sia legale ed abbia valore deve essere “consumato” nel più breve tempo possibile e mentre i testimoni si trovano al piano di sotto! Definire la scena imbarazzante e tesa sarebbe riduttivo. Con l’aiuto di un po’ d’alcool, passano un po’ di tempo a parlare e a conoscersi meglio prima che si passi al piano fisico.

Ho atteso questo episodio per tutta la stagione ed è andato oltre le mie aspettative. Ci sono alcune deviazioni creative rispetto al libro e credo che funzionino meglio per la serie tv. Lo sviluppo e crescita del rapporto fra Jamie e Claire è al centro di questo episodio, caratterizzato da alcuni cambiamenti narrativi, ma allo stesso tempo resta fedele alla storia originale che sono stata felice di poter vedere.

L’episodio accresce davvero l’intimità, sia fisica che emozionale, fra Jamie e Claire. Nonostante ci sia molto sesso durante la puntata, non è mostrato in modo lascivo e lussurioso. Al contrario, appare molto sensuale e bello. L’ultima scena di sesso in modo particolare, mostra la reale vicinanza fra Jamie e Claire e il loro aprirsi l’una con l’altro ed imbarcarsi per una nuova avventura insieme.

E’ difficile non innamorarsi di Jamie in questo episodio, se non l’avete già fatto. Lui dimostra notevole pazienza e gentilezza nei confronti di Claire. Jamie è un uomo d’onore e molto orgoglioso con delle convinzioni molto forti riguardo al matrimonio. Cosa ammiro di Jamie è che non appare mai debole. …Continua »

posted by set 17, 2014 • Filed in: Diana Gabaldon, Interviste, Outlander

Diana GabaldonDiana Gabaldon è nota ai fan più irriducibili di Outlander come “Herself”. Come Autrice della saga di libri su cui si basa la nuova serie tv di successo della Starz, la nativa dell’Arizona ha lavorato duramente per più di due decenni alla saga sui viaggi nel tempo, che racconta la storia in continua espansione di Claire, una donna divisa tra due uomini in due vite inconciliabili: Frank Randall, suo marito britannico nel 1945, e Jamie Fraser, l’aitante scozzese del quale s’innamora nel 1743.

Anche se la Gabaldon non sta scrivendo sceneggiature per la TV come George R.R. Martin fa per Game of Thrones, è attivamente coinvolta come consulente, contribuendo alle idee, proteggendo la continuità e, occasionalmente, apparendo per una comparsata veloce. (Aveva un cameo nell’episodio quattro, se l’avete notata mentre parlava alla signora Fitz.)

Prima che la stagione iniziasse, la Gabaldon si è seduta per una tazza di tè con Vulture a chiacchierare del rubacuori di Outlander, di tatuaggi e della sua cotta per David Tennant .

Hai fatto crollare il teatro dalle risate al 92Y quando hai detto che Sam Heughan aveva un bel culo.

[Ride.] Avevo appena visto l’episodio del matrimonio e Sam mi diceva che hanno dovuto rigirare alcune scene, perché Ron [D. Moore] non era del tutto soddisfatto, e Sam sperava che le nuove scene fossero venute bene. Così gli ho risposto: “Ho appena visto la scena del matrimonio. E’ bellissima. Tutto sembra meraviglioso. Ma l’onestà mi costringe a dirti…” Questo è quanto successo, per riallacciarci alla nostra precedente conversazione! [Ride.] Sapevo che nell’istante in cui avessi detto “L’onestà mi costringe” lui avrebbe saputo che cosa stava per accadere!  E’ uno spoiler, parlare del suo c*lo? Non è che io stia rivelando chissà quale informazione! [Ride.]

Inizialmente, non eri piuttosto convinta di Sam, vero?

Ron mi ha chiamata dicendomi: “Siamo così eccitati. Pensiamo di aver trovato Jamie! Ti stiamo inviando i video dell’audizione”. Stavo guidando da Santa Fe a Phoenix in quel momento, quindi non ho potuto vederli subito, ma ho googlato Sam Heughan e guardando le sue foto su IMDb ho pensato: “Sembra grottesco! A che cosa state pensando?!” Le sue foto su IMDb non gli fanno alcuna giustizia. E poi, lui è un attore molto camaleontico. Ha un aspetto completamente diverso in ogni singolo ruolo. Mi hanno mandato due scene del suo provino e un ‘chemistry test’, così ho potuto vederlo in persona. La prima scena è quando ha uno scontro con Dougal McKenzie, quando Dougal mostra le sue cicatrici in una taverna ed è inquadrato un po’ da lontano dalla telecamera, quindi si vedevano il collo e le spalle, ma un bel corpo! Così mi sono detta, Ah… Non sembrava affatto come nelle foto. Aveva una barba leggera, scompigliato, e ho pensato “Sembra molto meglio di quanto mi aspettassi!”. Poi si è voltato completamente verso la telecamera, gridando le sue battute con occhi folli, e mi ha conquistata. La seconda scena era quella in cui Jamie stava spiegando a Claire, molto logicamente, perché aveva intenzione di punirla. E l’ha interpretata perfettamente. Aveva il controllo totale di se stesso, ed è stata una performance così ricca di sfumature – il fastidio, l’impazienza, l’amore, l’umorismo. Era affascinante vedere come lui avesse afferrato tutte le nuance di quella scena.

…Continua »

posted by set 16, 2014 • Filed in: Ronald D. Moore, Tobias Menzies

Outlander 1x06

“Outlander” ha raggiunto uno dei tanti momenti cardine del primo libro su cui si basa, ma anche se si sapeva che cosa stava per succedere, l’episodio di Sabato scorso “The Garrison Commander” è stato difficile da guardare.

L’ora è iniziata con Claire (Caitriona Balfe) e Dougal (Graham McTavish) che si trovano faccia a faccia con le Giubbe Rosse, e la nostra protagonista assicura loro di essere un’ospite ben accolta del clan MacKenzie. Eppure, Claire ha dovuto convincere un altro uomo dei suoi motivi: Jack Randall (Tobias Menzies), l’uomo che ha cercato di violentarla quando ha attraverso le pietre a Craigh na Dun.

Claire – il cui improvviso ricordo del marito fornisce il netto contrasto tra Frank e Jack – infine si siede dall’altra parte del tavolo e supplica di poter riprendere in pace il suo viaggio. E’ allora che Claire porta in primo piano la “reputazione” di cui Jack gode a Castle Leoch, incluse le “100 frustate su 100 frustate somministrate ad un povero ragazzo”. Randall spiega la sua versione dei fatti, mentre un flashback mostra Jamie (Sam Heughan) che subisce la sua punizione per il furto senza emettere alcun suono, restando impassibile – qualcosa che il crudele capitano non riusciva a sopportare. Quello che segue è una sequenza dolorosa, sanguinosa che fa rabbrividire – perfettamente e ossessivamente interpretata da Tobias Menzies – che mostra quanto sia profondo il sadismo di Black Jack Randall. Ma lo showrunner Ronald D. Moore vede il flashback della fustigazione come un modo per, ironia della sorte, umanizzare e contestualizzare il personaggio.

Ron Moore Outlander 1x06

“L’Episodio 6 è stata un’interessante opportunità per guardare a quel particolare retroscena attraverso gli occhi di Jack. Abbiamo preso la decisione di non mostrare la fustigazione di Jamie dal suo punto di vista ma dal punto di vista di Jack, che mi sembrava affascinante. La prospettiva di Jamie… fa schifo. Dal punto di vista di Jack, voglio sentire quello che pensava quando stava facendo questa cosa orribile a questo giovane ragazzo. Così ci ha fornito un modo per entrare dentro il suo personaggio”.

…Continua »

posted by set 15, 2014 • Filed in: Interviste, Tobias Menzies

Tobias Menzies nel ruolo di Black Jack Randall

Tobias Menzies sta ritornando in Scozia per terminare le riprese delle ultime scene che compongono la prima stagione di “Outlander”, ma prima ha rilasciato un’intervista a The Wrap per parlare dei suoi due ruoli nella serie tv creata da Ron Moore: l’integerrimo gentiluomo degli anni ’40 Frank Randall e il suo doppleganger e antenato del XVIII secolo, la crudele Giubba Rossa Black Jack Randall.

L’episodio di sabato sera, “The Garrison Commander”, è stato grandioso per Menzies nei panni di Jack che si trova faccia a faccia con Claire (Caitriona Balfe), dopo averla quasi aggredita nel primo episodio “Sassenach”, e la scena prevede una tesa e drammatica resa dei conti.

Tobias ha rivelato com’è stato interpretare due personaggi molto diversi, come si gestisce il dover interpretare la parte dell’”altro uomo” in uno show con una storia d’amore molto centrale, cosa c’è di sbagliato nei paragoni con “Game of Thrones” e perché è divertente “andare dalla parte del male”. ATTENZIONE – SONO PRESENTI SPOILERS SUI PRIMI DUE LIBRI DELLA SAGA -

Com’è interpretare questi due personaggi molto diversi? Hai dovuto alternarti tra un personaggio e l’altro o hai girato tutte le scene di Frank in un blocco e tutte quelle di Jack in un altro?

Tobias Menzies: Le scene sono state per lo più separate. I primi episodi erano più su Frank, con un po’ di Jack. Man mano che siamo andati avanti… credo che poi sia stato un mix, perché c’è un po’ di Frank nell’Episodio 6 e nell’Episodio 8 ci sono entrambi i personaggi. Non ho mai dovuto interpretare entrambi nella stessa giornata, finora… E’ davvero divertente, è eccitante avere due persone diverse e due storie diverse da esplorare. Si tratta di una proposta insolita ed affascinante in particolare per la TV.

Frank sembra un uomo dolce e riflessivo. C’è un po’ dell’oscurità di Jack in lui che potremo vedere presto?

Sì. Nell’Episodio 8 divergiamo dal libro, torniamo a Frank per vedere cosa sta succedendo durante quei mesi in cui Claire è scomparsa. Vediamo una persona un po’ diversa. Qualcuno che è stato segnato dai recenti avvenimenti e sta perdendo il suo controllo, così avremo alcuni momenti in cui vediamo un po’ di Jack in Frank. Abbiamo cercato di giocare un po’ sull’effetto “riflesso del suo antenato” [tra Frank e BJR], che è stato molto divertente. Speriamo ci saranno momenti in cui Jack si ammorbidisce e vedremo un po’ di Frank in lui.

…Continua »

posted by set 15, 2014 • Filed in: General News

10705088_831403863566842_888475230_n

Questa mattina ci è arrivato un piacevolissimo messaggio in pagina, Kathi Tobiasson , amministratrice della pagina della pagina di Adhamh O’Broin, il famoso coach di gaelico sul set di Outlander, ci ha chiesto di supportare la sua candidatura agli Scottisch Gaelic Awards. Come potevamo rifiutare??? Certo che lo supportiamo e al massimo della forza!!! Quindi, supportate anche anche voi Adhamh O’Broin, e per farlo basterà semplicemente seguire le istruzioni qui di seguito!!

Le Nomination si chiuderanno il 26 settembre, quindi bisogna sbrigarsi!!! Andate a questo Link QUI Categoria international award, volendo potete aggiungere anche altre categorie, Best Contribution e Heritage & Tourism (ma si pensa sia meglio selezionare tutti un unica categoria)

Bisogna cercare il suo nome, per entrare fate così Company: DROITSEACH, Àdhamh Ó Broin Position: Scottish Gaelic consultant email address: info@adhamhobroin.org (non è la sua mail personale!)

Basta aggiungere: “N / A” nel campo dell’indirizzo (per Non Applicabile) o qualsiasi campo che richiede questo input

Dopodichè sufficiente spiegare il motivo della candidatura, che in questo caso, per noi Outlanders, è Àdhamh has become an international ambassador for Scottish Gaelic by showcasing the language to an audience of millions with his incredible work as Gaelic Consultant on the set of the STARZ original series “Outlander.” In this role, he has taught actors to deliver complex Gaelic-language scenes with no previous spoken ability. In addition to his work on Outlander.

Ci Auguriamo che tutti voi Outlanders appoggiate questa candidatura!!!

Per qualunque chiarimento potete chiedere a noi, o direttamente alla promotrice dell’iniziativa Kathi Tobiasson , abbiamo linkato il suo nome direttamente al suo profilo Facebook!!