Caitriona Balfe,  Claire Randall,  Interviste,  Jamie Fraser,  Outlander,  Sam Heughan,  Stagione 1

Le stars di OUTLANDER analizzano la "spanking scene"

outlander-reckoning-jamie-claire

“Outlander” è ritornato dal suo hiatus durato ben 6 mesi sabato 4 Aprile, e la premiere della seconda metà di stagione, “The Reckoning”, ha costretto Claire (Caitriona Balfe) e Jamie (Sam Heughan) a rinegoziare le regole della loro relazione, in seguito alla decisione di Claire di ritornare a Craigh na Dun, all’insaputa di Jamie, finendo per venire catturata dalle giubbe rosse e quasi stuprata da Black Jack Randall (Tobias Menzies). Nonostante Jamie e gli Highlanders siano riusciti a salvarla (con pistole scariche, nientedimeno) la scelta di Claire ha messo tutti in pericolo, e Jamie non ha avuto alcun timore nel farlo sapere alla moglie, con conseguente lotta esplosiva e sculacciata che ha minacciato di rovinare completamente la loro storia d’amore.

“Non credo si renda conto che quello che ha fatto ha messo tutti gli uomini in grave pericolo,  e quali saranno le ripercussioni di quanto accaduto, ovviamente” Caitriona Balfe ha detto a Variety. “Ma la lotta che hanno avuto lei e Jamie… a volte quando sei spaventato o quando sei stato ferito, non sai come gestire questo carico di emozioni, così ti arrabbi e diventi violento. Penso entrambi si stavano semplicemente sfogando l’uno con l’altra e provocando a vicenda, ma tutto deriva dalla paura. E’ un po’ come un genitore che dice ‘Non fare mai più una cosa del genere!’ E’ incredibile guardare Jamie e Claire avere questo grande scontro, ma quando lui le rivela ‘è perchè mi hai spaventato’, tutte le sue difese [di Claire] sono crollate e si è scusata”.

Per Sam Heughan, quello scontro è stato il modo per esprimere tutto lo stress e il terrore che ha provato Jamie dopo aver scoperto che Claire era scomparsa.

“Iniziamo l’episodio dal punto di vista di Jamie, e si vede dove è andato, che cosa ha dovuto superare per salvarla. Caitriona ed io ci siamo abbandonati completamente in quella scena. In un certo senso [la scena] l’abbiamo tirata fuori l’uno dall’altra. E’ stata la prima volta che ho dovuto recitare in maniera così ‘cruda’, ed è stato fantastico. Penso sia stata una delle prime scene con cui siamo stati provinati. Si può vedere la frustrazione, la rabbia, e diventa quasi fisica. E’ stato davvero intenso e anche divertente lavorare con lei. E ciò porta la relazione [di Jamie e Claire] verso una nuova direzione”.

Il produttore esecutivo Ron Moore ha sottolineato che nonostante dovessero adattare il libro di Diana Gabaldon, il loro obiettivo era “scavare nelle scene, nella pagina, lavorare con gli attori, e volevano che [la scena] fosse tanto ‘bruta’ quanto emotiva. E’ il culmine di molte cose che loro non hanno ancora condiviso perché si trovavano in quella sorta di fase magica iniziale del ‘conosciamoci meglio’. E poi abbiamo pensato, lasciamo che abbiano un vero problema e vediamoli scontrarsi. E’ stata un’opportunità fantastica.”

Ma il confronto verbale non è stata la fine della discussione, infatti Claire scopre ben presto che gli Highlanders hanno iniziato ad evitarla per averli messi in pericolo e per aver disobbedito a suo marito.

Sam Heughan ha compreso perché la “spanking scene” avrebbe potuto essere scioccante o repellente per il pubblico moderno, ma è stato in grado di razionalizzare la decisione di Jamie, considerando il periodo storico e gli Highlanders con cui è cresciuto e che ancora lo circondano.

“[Lui] deve punirla, non ha importanza se crede sia la cosa giusta da fare o meno. Jamie dice di non credere a questo comportamento, ma deve perché altrimenti gli Highlanders non la proteggeranno. [Claire] è in pericolo. C’è un codice morale, è il modo con cui è stato cresciuto, e adesso ha delle nuove responsabilità, e sta cercando di fare tutto ciò che pensa sia corretto. Sta tentando di svolgere il suo nuovo ruolo [da marito] e di essere responsabile,  ma lei continua a creargli problemi” risponde ridendo Heughan. “Entrambi hanno imparato una lezione preziosa e il loro rapporto si sviluppa ulteriormente compiendo grandi passi avanti. Se lui non l’avesse fatto, se avesse detto, ‘Non ti punirò, va tutto bene – non è la cosa giusta da fare ma sei stata molto disubbidiente’ allora loro non avrebbero imparato nulla. Credo sia interessante, perché questa relazione si sta sviluppando ed è come qualsiasi matrimonio – assume varie forme. E continuerà a farlo. Dio solo sa a che punto sarà fra un anno.”

Moore ha ammesso che produttori e sceneggiatori “hanno parlato a lungo” prima che arrivasse il momento di girare finalmente la scena.

“Ho sempre saputo che avremmo fatto questa scena perchè è un momento chiave nel libro e volevamo farla. E più ci pensavo, più mi rendevo conto che si tratta di giustizia ed è quello che Jamie dice nella scena: è una scena che parla di giustizia; non è una scena di violenza domestica; non è una scena di rabbia. Queste erano le usanze dell’epoca. Come lui dice a Claire, se lei fosse stata un uomo, le avrebbero tagliato le orecchie o sarebbe potuta andare anche molto peggio. Quindi si trattava in un certo senso di riequilibrare la bilancia della giustizia. Nella sua mente e nelle nostre, come persone appartenenti al 21° secolo, prendiamo inorriditi le distanze da qualcosa del genere, ma credo anche che comprendiamo il contesto storico e il perché lui lo stia facendo e di cosa si tratta in realtà.”

“Sapevamo sarebbe stato una scena controversa che avrebbe suscitato molte domande da parte del pubblico,” ha ammesso Caitriona Balfe. “Abbiamo avuto numerose conversazioni al riguardo con gli sceneggiatori su come loro volevano metterla in atto e con cosa ci sentivamo [Sam ed io] a nostro agio, ma avevamo il libro come guida, il che è stato grandioso. Volevamo davvero conferire alla scena il rispetto che meritava, perché non è qualcosa che può essere preso alla leggera. Il fatto è che dobbiamo capire, non importa quanto noi come persone moderne la percepiamo, ma questa punizione deve essere considerata nel contesto del 1743, e questa era una forma di giustizia perfettamente accettabile in quell’epoca.”

Sebbene la scena in sé sia memorabile, sono le conseguenze di essa che ridefiniscono veramente la relazione di Jamie e Claire.

“Cosa succede dopo è molto importante perché vediamo due persone che cercano di capire come far funzionare il loro matrimonio, perchè Claire non ha sofferto solo a livello fisico, ma in lei si è aperta anche una grande ferita psicologica,” ha osservato Caitriona Balfe. “Penso che il tradimento che sente – che questo uomo di cui si è innamorata con tutto il cuore e con tutta l’anima l’ha tradita, in un certo senso – è una grande cosa da superare per lei. Ma credo che ciò che Jamie e Claire stanno imparando è che all’interno del loro matrimonio non devi sempre accettare quello che fa l’altro, ma se riesci a comprendere le sue azioni, allora si può costruire un ponte per perdonare e andare avanti. E anche lui [Jamie] capisce che ‘Ok, non posso trattarti come tutti trattano chiunque altro in questa epoca, sono disposto a cambiare, a crescere e a venirti incontro.”

Claire non perdona o dimentica facilmente, tuttavia – bandire Jamie dal loro letto e mostrargli freddezza una volta tornati a Castle Leoch, fino a quando finalmente non si confrontano riguardo ai propri sentimenti e si ricongiungono fisicamente –  con Claire che raccoglie la lama di Jamie e nel bel mezzo del rapporto sessuale mette in guardia il marito che se mai alzerà una mano contro di lei, gli strapperà il cuore e se lo mangerà a colazione.

“Ha tracciato la sua linea di confine,” ha sottolineato Balfe. “Quando abbiamo quell’altra scena intensa di sesso, penso che lei voglia affermare, ‘Ascolta, ti amerò con ogni fibra del mio essere, ma non più di quanto ami me stessa, e finché mi rispetti, allora tra noi andrà tutto bene.’”

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

4 commenti

  • LoneRanger

    Le scene del litigio e della sculacciata hanno un valore profondo e intenso: discusse e commentate da tutta la stampa critica cinematografica.

    Anche soltanto per queste scene, la Balfe potrebbe guadagnarsi una nomina a un “Oscar” …….

  • LoneRanger

    Le scene del litigio e della sculacciata hanno un valore profondo e intenso: discusse e commentate da tutta la stampa critica cinematografica.
    Anche soltanto per queste scene, la Balfe potrebbe guadagnarsi una nomina a un “Oscar” …….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *