Diana Gabaldon,  Jamie Fraser,  Sam Heughan

Diana Gabaldon parla delle abilità recitative di Sam e anticipa una futura scena tra Jamie e BJR in Outlander

La nostra amata Diana Gabaldon non smette mai di aiutare tutti i suoi nel fare conoscere interessanti informazioni sulla serie tv Outlander, sui “dietro le quinte” dello show creato da Ron D. Moore oltre che a deliziarci con le sue personali opinioni sugli episodi e sugli attori del cast.

Recentemente nello storico forum Compuserve ha risposto ad alcune domande riguardanti Sam Heughan, il nostro coraggioso e al tempo stesso compassionevole Highlander Jamie Fraser, rivelando tra l’altro una scena che è stata tagliata nell’episodio 1×04 “The Gathering” ed un’altra che vedremo in futuro tra Jamie e Black Jack Randall.

E’ un ragazzo adorabile – e un professionista davvero scrupoloso. Siamo diventati amici proprio agli inizi, quando si è verificata quella confusione sul suo casting, e quando hanno iniziato a lavorare, mi ha rivolto tante domande su Jamie: il perché di questo, cosa c’è dietro quello ecc… E come ha detto in un’intervista: “Diana è grandiosa. Le fai una domanda e ti risponde con 10 pagine di dialogo meraviglioso.” (*colpo di tosse*)

E’ affascinante vedere cosa fa con il materiale che ha a disposizione su Jamie. Perché mentre si prende la briga di “diventare” Jamie così com’è, c’è anche il “suo” Jamie. Ci sono delle sfumature, delle cose chiare e distinte che fa con Jamie, che non sono esattamente come lo vedo io mentre scrivo qualsiasi scena che lo vede per protagonista, ma che sono totalmente in linea con la personalità di Jamie, ma mostrando cose che sono in maniera solo leggermente diversa.

Tutti voi sfortunatamente non vedete sempre queste “sottigliezze”, perché capita che siano tagliate in fase di montaggio; ad esempio quando Jamie pronuncia il suo quasi “giuramento” con Colum, c’è questo momento davvero teso in cui Colum in un certo senso si “gonfia” e voi siete davvero preoccupati che possa pugnalarlo o farlo imprigionare, ma dice “Noi siamo onorati…” e durante quella pausa non sai se si tratti di sarcasmo che conduce all’ordine di ucciderlo. Ma non è così, lui accetta l’alleanza di Jamie (e l’intera Sala rilascia il suo sospiro di sollievo – e anche Claire). Poi passa a Jamie la “quaich” (la tradizionale coppa  Scozzese/Gaelica a doppi manici, n.d.r.) e – proprio come nel libro – Jamie la beve tutta fino all’ultimo sorso.

Ora, il libro è dal punto di vista di Claire, e lei in quel momento sta vedendo quanto sia coraggioso e ingegnoso Jamie, sembrando assolutamente padrone della situazione. Come interpretato da Sam… Inghiotte l’ultima goccia di wishky, abbassa la quaich, e con la faccia in fiamme, alza la voce e dice “L’onore è mio, di essere alleato con un clan che ha gusti così raffinati in fatto di whisky.” Ma lui sta quasi tremando dal sollievo, quasi ridendo, e la sua voce quasi si spezza, e ti rendi conto che lui era terrorizzato, senza sapere se avrebbe funzionato o meno. Poi Colum dà il segnale e la musica e la danza hanno inizio.

Il Jamie di Sam mostra molta più incertezza e vulnerabilità del mio Jamie, ma quell’incertezza e vulnerabilità sono sempre presenti nel mio Jami; sono solo meno ovvie perché vediamo attraverso gli occhi di Claire, considerando che lei stessa è così insicura e vulnerabile che Jamie a confronto sembra assolutamente nel pieno controllo di sè, eccetto quando lui le dice che è spaventato o ferito. Il Jamie di Sam vi farà vedere questi aspetti sotto la superficie, molto più di frequente.

Come ho già avuto modo di dirgli [a Sam, n.d.r.], è affascinante incontrare Jamie di nuovo come giovane uomo, con tutte le sue insicurezze e il suo coraggio. E sì, è un attore formidabile.

Sulla scena in cui Jamie piega la camicia lacera e insanguinata prima della seconda fustigazione:

E’ un uomo molto testardo. (*sorriso ironico*) E quando, in seguito, scoprirai la sua conversazione con il capitano Randall, prima della fustigazione, ti renderai conto davvero cosa ha richiesto per Jamie agire in quel modo. (Vedrete la conversazione sullo schermo, in uno dei prossimi episodi. Molto suggestivo, soprattutto se poi si torna indietro a guardare quella sequenza dell’Episodio 6.)

Sull’attenzione ai dettagli e alla qualità che la produzione dello show dedica agli oggetti di scena, vestiti, scene ecc…

Tutti gli addetti alla produzione lavorano al meglio delle loro possibilità. Tutti. E’ semplicemente fantastico da guardare – sia nel filmato tutti i giorni, e – ancora di più – di persona, sul set.

Come ho detto all’inizio dell’intervista post-premiere a San Diego: “Signore e signori.. mi avete reso orgogliosa di voi.”

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *