Interviste,  Outlander,  Stagione 2

14 cose da sapere sulla Stagione 2 di OUTLANDER

outlander comic con 2015

Collider ha avuto la possibilità di chiacchierare con Ron Moore, Diana Gabaldon, Sam Heughan e Caitriona Balfe durante il San Diego Comic Con 2015, riguardo alla nuova stagione di “Outlander” che debutterà su Starz nel 2016 (si vocifera in Primavera) per un totale di 13 episodi.

Ecco le 14 cose che tutti i fans della serie tv dovrebbero conoscere sul viaggio che Jamie e Claire intraprendono alla volta della Francia, nel tentativo di cambiare la storia per fermare Bonnie Prince Charlie e salvare gli Highlanders dal destino che li attende.

  • Moore ha parlato di alcune cose che hanno cambiato rispetto al libro. “Ci sono più cambiamenti nella seconda stagione perché il secondo libro è più complesso. E’ un libro molto più difficile da adattare. Il secondo libro cambia punto di vista/voci narranti più volte. Tratta maggiormente di politica. Ci sono dinamiche più difficili da affrontare. Il primo libro aveva una narrazione più lineare e chiara che permetteva con facilità di spezzare in episodi di un’ora televisiva. Il secondo libro richiede più tempo. Siamo seduti nella stanza degli autori a mischiare i pezzi, dicendo ‘Beh, se non possiamo fare questo e dobbiamo cambiarlo, non c’è altro modo in cui possiamo ottenere lo stesso pezzo in una parte diversa della storia.
  • Sempre Ron ha detto che è una produzione più difficile perché ci troviamo a Parigi e letteralmente ogni set, ogni costume doveva essere diverso, quindi stavano producendo una serie completamente differente per la stagione 2.
  • Ha spiegato che non vedremo la Battaglia di Culloden nella Stagione 2, ma ci sta pensando, sta preparando lo schema dei lavori nella sua mente. Ha detto che si tratta di una battaglia che in realtà è stata molto breve e devastante e amerebbe filmarla se mai riceveranno il via libera per una terza stagione.
  • Moore ha rivelato che il cambiamento da 16 a 13 episodi in questa stagione è stata una decisione del network. Ha detto che, andando avanti, vorrebbero restare sul format dei 13 episodi.
  • Per i fan dei libri, la terza stagione presenta un enorme problema (No spoiler, ma i fan sapranno qual è il problema). Moore sperava di trovarsi nella posizione di avere questo problema, e che stava già pensando ai modi per gestirlo se otterranno il rinnovo.
  • Ha parlato del tono e di come cambierà lo show, con Jamie e Claire a Parigi. “Cambia il tono. All’improvviso si trovano in un ambiente urbano. E’ la città più popolosa al mondo in quel periodo storico. L’aristocrazia, in contrasto agli Highlander Scozzesi, sono esteticamente differenti. E’ più raffinata. Improvvisamente ci sono candele, dorature e sete invece della lana. Anche i set. Non ci sono più le pareti in pietra dura e il legno scuro. Abbiamo pareti in tessuto, drappeggi e il clima delle riprese è diverso.”
  • Sam Heughan ha parlato della sua grande sfida in questa stagione. “Siamo in un mondo diverso. Di conseguenza Jamie e Claire assumono quasi identità diverse. Immergerci in questo nuovo mondo all’inizio è stato abbastanza difficile perchè abbiamo cominciato a girare i primi 3 episodi insieme. Stavamo cercando di stabilire in che posizione si trovano in questo mondo. Tutte le domande che si pone – ti fanno capire che Jamie non è così sicuro di se stesso come lo era in un mondo differente come quello Scozzese.”
  • Sam ha detto che parlava un Francese pessimo ma hanno fatto molte lezioni di Francese nella stagione 2. Ha scherzato sul fatto che avevano insegnanti di lingua Francese e gli attori Francesi si prendevano gioco di loro.
  • Si è espresso anche in merito a come la relazione di Jamie e Claire sia cambiata. “E’ sicuramente influenzata dagli eventi e dal trauma. Ma anche dal stare per diventare genitori”. Ha aggiunto che anche il fatto che loro due stanno cercando di cambiare la storia non aiuta. Stanno ancora scoprendo il modo per riconciliarsi.
  • Caitriona Balfe ha detto che le scene ambientate all’ospedale figurano abbastanza nella nuova stagione. Ha spiegato che Claire si sente in un certo senso esclusa nella nuova città e sicuramente ancora dal suo viaggio nel viaggio. L’ospedale è un luogo dove si sente nuovamente se stessa. Cait ha amato lavorare anche con il cagnolino dell’ospedale.
  • Cait ha parlato della nuova stagione dicendo “E’ molto bello aver fatto ritorno e lavorare a qualcosa di diverso. Hai una leggera paura che quando ritorni per la Stagione 2, si sarebbe avvertita un po’ quella sorta di sensazione che si ha nel “Giorno della Marmotta”. Come se non fossi mai andato via. Ma non è così. Si percepisce qualcosa di differente”. A livello visivo, la prima metà dello show sembrerà molto, molto differente. Cait ha detto di voler trasferirsi nell’appartamento che utilizzano per le loro scene a Parigi. Vedremo senza dubbio il famoso vestito rosso presente nel libro. Ha detto anche che le è servito un po’ di tempo per abituarsi al baby-bump, vale a dire il pancione finto usato per simulare una gravidanza.
  • Per quanto riguarda le scene sessuali più difficili, Cait ha affermato che avere una troupe che ha messo a proprio agio e sceneggiatori e registi che hanno trascorso del tempo per spiegare come tutto sarebbe stato filmato ha aiutato molto. Ha detto che non hanno ancora girato quella scena, ma che la faranno presto.
  • Moore ha rivelato che molte delle scene per gli interni in Francia sono state filmate negli studio di registrazione in Scozia perché era troppo costoso spostare l’intera compagnia, ma che alcune di quelle sono state girate in Francia. Inoltre viaggeranno fino a Praga per filmare alcune riprese per gli esterni delle scene di Parigi.
  • Diana Gabaldon ha dichiarato che era d’accordo con molti dei cambiamenti rispetto al libro e ama il fatto che è stata consultata. C’è stato un cambiamento particolare che le è piaciuto molto, ma non ha rivelato nulla al riguardo.
  • Gabaldon ha già in mente il finale della saga e l’ha rivelato soltanto a Ron Moore e Sam Heughan perché devono saperlo per la serie tv. Inoltre, ha dichiarato che deve dire alla produzione di non uccidere certi personaggi perché saranno importanti in seguito nella saga.

 
 
 

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *