Stagione 1

Ron Moore promette che l'attesa per il ritorno di Outlander non deluderà i fans

In un altro tentativo di stuzzicare i fans in attesa del ritorno della serie, la Starz ha rilasciato una preview con gli attori ed il produttore Ron Moore, che ci introducono a quello che vedremo nella seconda metà della Stagione 1, come gli aspetti politici dei giacobiti e delle Giubbe Rosse, la frattura fra i fratelli MacKenzie e ovviamente lo sviluppo del rapporto fra Jamie & Claire.

1799088_787160298032672_4935023734153131199_o

“La trama è piena di colpi scena e situazioni caotiche”- il produttore esecutivo Ronald D. Moore ha detto a Yahoo TV in un’intervista per i Television Critics Association (TCA) a gennaio. –  “La prima metà del libro si concentra su questo nuovo mondo e come siamo arrivati in questa terra [la Scozia], stabilire chi è Claire, incontrare gli altri personaggi, ed esplorare ciò che significa essere tornati indietro nel tempo. La seconda metà del libro, al punto in cui siamo nella serie tv, è più complessa, più dark, e si focalizza più su come lei [Claire] e Jamie riusciranno a far funzionare la loro relazione e come tutti i personaggi principali sopravvivranno ai tempi che cambiano. C’è più politica, più Black Jack, più tensione tra i fratelli MacKenzie, grandi eventi uno dopo l’altro. Hai intrapreso questo viaggio con i nostri personaggi e tutta la storia sembrava già delineata e poi, wow, prende una direzione completamente diversa.”

Da quando ha saputo che la Starz prevedeva di dividere la prima stagione di Outlander in due parti, Moore si è sentito estremamente grato per “l’escalation molto bella e naturale” del libro di Diana Gabaldon, sulla quale si basa questa stagione.

“E’ venuto fuori molto presto. La Starz ci ha avvertito che probabilmente ci sarebbe stata una pausa di metà stagione. Quando abbiamo deciso per 16 episodi, abbiamo iniziato a pensare a quale cliffhanger usare per la metà di stagione ed il migliore di tutto il libro è Jamie alla finestra. Inoltre succede verso metà circa del libro quindi è stato un momento perfetto per terminare la prima parte perché abbiamo potuto dividere in otto episodi ciascuna.”

Non fraintedete però, perché Moore capisce i fans che sono in astinenza da Outlander:

“E’ difficile. Lo capisco. Si possono trovare i pro ed i contro da ambo le parti. Può accrescere la voglia di vedere delle persone oppure la gente potrebbe anche scordarsene. Non si sa mai” –  ha detto ricordando ai fans che la sofferenza [per la mancanza di Outlander] è temporanea, mentre la buona televisione è per sempre – “Nella vita di uno show, la prima volta che va in onda è solo un momento nel tempo e la maggior parte dello show vivrà invece per sempre. Sarete in grado poi di vederlo quante volte volete. Non sono in pensiero. So che l’attesa dei sei mesi è stata dura, ma ne verrà la pena. Lo prometto. “

Moore promette anche che i restanti capitoli rimarrano fedeli al materiale originale, ancor più che i primi otto.

“Questo è sicuramente il libro. Guardo all’intera prima stagione e penso che conservi lo spirito, i personaggi e la storia che ne fa da fondamento. Non so se c’è qualcosa che abbiamo lasciato fuori o cambiato in modo drastico del quale sono preoccupato per come le persone reagiranno nella seconda metà. Ma chi lo sa? [Le persone]potrebbero sorprendermi. “

Outlander ritorna sul canale Starz il 4 Aprile.

Fonte: YahooTV 

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *