Diana Gabaldon,  Outlander,  Ronald D. Moore

Ron D. Moore e Diana Gabaldon parlano del portare in vita "Outlander"

Ron D. Moore e Diana GabaldonRon D. Moore e Diana Gabaldon sono stati intervistati da  Access Hollywood durante il press tour invernale del TCA 2014.
In questo primo video hanno risposto ad alcune domande riguardanti il portare in vita “Outlander”:

Moore spiega che sua moglie Terry (costume designer di “Outlander”) ha avuto un ruolo fondamentale, perché era una grande fan dei libri e una sera a Vancouver, con la serie tv “Battestar Galactica” avviata verso la sua conclusione, si trovava a cena con sua moglie e la sua assistente alla produzione Meryl Davis, parlando di futuri progetti. E’ saltato fuori che Terry e Meryl erano entrambe grandi fans dei libri e così avevano iniziato a parlarne in maniera molto concitata, dicendo a Ron che avrebbe dovuto assolutamente leggerli, li avrebbe amati perché c’è storia, narrativa storica… E così Ron legge il primo libro e ne resta subito conquistato, perché è un libro così appassionante che non riesci a smettere di leggerlo, ama i personaggi e riusciva a vedere come impostare uno show per più stagioni e perciò ha deciso di acquistarne i diritti.

Diana Gabaldon rivela che Jim Kohlberg aveva già opzionato i diritti di “Outlander” per produrre un film di due ore, ma dopo diversi tentativi falliti si è reso conto che ciò era impossibile; tuttavia con l’interesse di Ron finalmente si era presentata l’opportunità giusta che tutti aspettavano. 

Ron non riesce ad immaginare che visione della storia poteva mai essere rappresentata in due ore e Diana interviene dicendo che “Oh no, è meglio che non lo sai!”, perché ha letto tutti gli scripts e quando Ron le ha mostrato il suo script, Diana gli ha detto “Sai questo è il primo script basato sul mio lavoro che non mi fa impallidire o che mi fa venir voglia di darmi fuoco”. Scoppiano entrambi a ridere e Diana sottolinea “E’ un complimento!”.

Ron e Meryl Davis hanno trascorso un weekend con Diana a parlare dei libri, dei personaggi, del processo d’adattamento, di tutte le cose che Ron aveva in mente e Diana conferma che si è trattata di una bella conversazione.

Uno degli aspetti più importanti dell’adattamento che Ron le ha fatto presente riguarda ovviamente Claire, perché il pubblico deve conoscerla immediatamente per quello che è. Il libro inizia lentamente ma per un mezzo visivo è necessario che ci sia un qualcosa di più vivido, di più immediato per fare presa, e così, racconta Diana Gabaldon, Ron le ha detto di aver in mente un prologo di 2 minuti ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale dove si vede Claire che lavora come infermiera in un campo ospedaliero militare, con sangue che schizza da tutte le parti mentre salva delle vite; e lei ne è rimasta totalmente entusiasta “Sì, sì, perfetto!”.

Ron ama che Claire sia intelligente, è una qualità che ha sempre detto la caratterizza. E’ un personaggio sveglio, la sua forza viene dalla sua intelligenza e dalla capacità di adattarsi a quel mondo, non se ne va in giro cercando telefoni, non è uno di quegli stupidi personaggi che viaggiano nel tempo, lei è intelligente ma ha anche una bocca con la quale regolarmente finisce col cacciarsi nei guai e fondamentalmente pensa che sia una donna interessante.

Jamie, dice Diana, è un guerriero ed affascinante. E’ un ragazzo che si trova in seri guai quando Claire lo incontra, ha una spalla dislocata per essere caduto da cavallo e tante altre cose gli accadono… Sam Heughan le ha detto che per le riprese dei due primi episodi è stato picchiato quasi ogni giorno, quindi era costantemente dolorante.

Diana poi racconta il suo primo incontro con Sam: dovevano andare a cena e condividere la stessa auto, mentre si trovava all’ingresso del Four Seasons e si stava incamminando verso la lobby ha visto Sam scendere, si sono avvicinati e abbracciati, ma dice di non poterlo chiamare Sam perché suo figlio si chiama Sam e questo le provoca della “dissonanza cognitiva”, quindi lo chiama semplicemente “Sheugs”.

Per quanto riguarda il casting di Claire, Ron afferma che ha richiesto molto tempo. Pensavano che avrebbero impiegato più tempo per il casting di Jamie, perché è l’oggetto delle fantasie di tantissime fans. Il libro è narrato dal punto di vista di Claire ma pensavano ‘Claire è un personaggio moderno, ci sono tantissime attrici inglesi brillanti… mentre per Jamie sarà dura, chi sarà il “King of the Men”?’ come lo chiamano in sala scrittura, per Jamie sarebbe stata una ricerca infinita. Invece è stato l’esatto opposto, perché l’audizione di Sam è stata tra le prime visionate e subito hanno pensato “O mio Dio è lui!” E’ stato il primo personaggio scelto per formare il cast di “Outlander”, per stessa sorpresa di Diana Gabaldon che esclama “Sì, è stato sbalorditivo!”.

Ron dice che hanno provinato tantissime brave attrici e ci è voluto tanto tempo per scegliere Claire perché deve avere diverse qualità: è intelligente, è un personaggio che vedremo molto mentre pensa, perché la narrazione è in prima persona, lei è in ogni scena, ogni giorno, quindi serve una donna che puoi guardare per molto tempo e che sia in grado di suscitare familiarità ed intimità nel pubblico. E’ stato difficile ma quando hanno visto l’audizione di Caitriona Balfe hanno subito pensato di averla trovata.

Ha recitato diverse scene, tre scene dai primi due episodi: la scena dove Jamie è ferito, agli inizi, cade da cavallo e lei lo cura, scena in cui Claire mostra le sue abilità da infermiera; una scena più intima tra di loro, la notte del matrimonio, che ancora non hanno ufficialmente sceneggiato, ma l’hanno scritta giusto per avere del materiale; poi una scena con Colum, il capo clan dei Mackenzie, mentre la sta interrogando, per vedere se fosse in grado di gestire quel tipo di situazione. Inoltre, Caitriona e Sam hanno fatto ovviamente dei test per provare la loro “chimica”, allo scopo di vedere se insieme potevano far pensare “Sì questa potrebbe essere la mia coppia” e il risultato è stato grandioso (come potete notare anche dalla reazione di Diana Gabaldon 😀 ).

TESTO E TRADUZIONE ITALIANA DI PROPRIETA’ DI OUTLANDER-ITALY.COM.
PER LA RIPRODUZIONE IN ALTRI SITI/BLOG/FORUM FA FEDE IL REGOLAMENTO DEL SITO. 

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *