Caitriona Balfe,  Interviste,  Outlander,  Ronald D. Moore

OUTLANDER: Ron D. Moore aveva sottovalutato la difficoltà del casting di Claire

Ronald D. Moore aveva sottovalutato la difficoltà del casting di Claire Randall, il personaggio centrale dell’adattamento televisivo, che andrà in onda questa estate su Starz, dell’omonima saga molto popolare di Diana Gabaldon.

“Inizialmente, pensavo avremmo impiegato più tempo per il casting di Jamie”, ha detto a TheWrap.

Infatti, sono trascorse solo due settimane tra l’annuncio ufficiale con cui la Starz ordinava la prima stagione composta da 16 episodi e la notizia che la star britannica, Sam Heughan, fosse stato scelto nel ruolo maschile principale del cavalleresco guerriero scozzese Jamie Fraser.

Moore ha spiegato: “Pensavamo di scegliere Claire molto facilmente. E’ un personaggio moderno e alla fine è andato esattamente al contrario. Abbiamo trovato Jamie molto presto quindi lui è stato il primo”.

Giornalisti e fans si aspettavano che l’annuncio del casting di Claire sarebbe arrivato dopo poco tempo, e invece i ruoli secondari continuavano ad essere annunciati, senza una parola di chi avrebbe interpretato il personaggio più importante della serie.

“Abbiamo visto tantissime attrici” ha detto Moore. “E’ stato difficile, perché cercavamo tante qualità indefinibili. Doveva essere intelligente, perché dovremo guardare questa persona mentre pensa; faremo molta narrazione in prima persona. E’ letteralmente sempre con voi. E’ in ogni scena. Doveva essere qualcuno che fosse in grado di portare questo carico di lavoro e toccare molte corde.” 

Ci sono voluti due mesi prima che il network rivelasse che Caitriona Balfe, un ex modella con una lista relativamente corta di ruoli interpretati, era stata scelta come Claire Randall.

“E’ stata una lunga ricerca trovare Claire” ha detto Moore. “Ma è stato proprio come per il casting di Sam. Abbiamo visto l’audizione di Caitriona e abbiamo pensato ‘Oh mio Dio, è Claire’. Tutti i pezzi sono andati a loro posto”.

“Outlander”, che debutterà quest’estate, narra le vicende di Claire Randall, un’infermiera militare sposata che dal 1945 viene misteriosamente catapultata indietro nel tempo fino al 1743. Nel passato, la sua vita è in pericolo e viene costretta a sposare Jamie Fraser (Sam Heughan), un giovane romantico e cavalleresco guerriero scozzese. E di conseguenza Claire si sente divisa tra le sue due vite.

Caitriona ha detto di aver capito immediatamente l’importanza del ruolo. “Avevo in programma di andare in India, aspettavo che il mio passaporto tornasse dall’ambasciata” ha detto a TheWrap.

“Stavo per andare in vacanza e poi ho scoperto che volevano provinarmi” ha continuato. “Così, ho pensato che sarebbe stato meglio restare a Los Angeles. Sam è volato a LA e abbiamo provato insieme, per testare la nostra chimica. Una settimana dopo, ho scoperto di aver ottenuto la parte. E dopo ero su un aereo per andare a Glasgow”.

Quando la notizia del suo casting è arrivata nel mese di settembre, Caitriona Balfe all’improvviso è stata gettata sotto la luce dei riflettori ed è stata introdotta molto velocemente nel vorace fandom dei libri.

“Non ero molto attiva su Twitter. Avevo  280 seguaci, al momento, che mi sembravano già tanti. E durante la notte, penso che di esser arrivata a tre, quattromila e continuavano ad aumentare. Quindi, pensavo “Cos’è successo?” E i miei amici che erano su Facebook mi dicevano che c’erano tutti questi video blog dell’annuncio, pieni di commenti. Per me è davvero emozionante, essere parte di qualcosa che la gente ama così tanto”.

Anche se Caitriona non ha molta esperienza sullo schermo, i pochi progetti in cui ha lavorato hanno nomi noti come Bryan Singer e JJ Abrams. Ma il fatto che lei sia una modella-diventata-attrice ha sollevato qualche perplessità tra i critici televisivi e i fans, anche se Caitriona vede la sua precedente carriera come un vantaggio.

“Penso che per qualsiasi cosa le persone possano avere pregiudizi. Ho studiato teatro prima d’iniziare la mia carriera come modella. Ci sono tanti elementi nella mia vita e tutti mi hanno aiutato e posso inserirli nell’interpretare questo ruolo. Ho vissuto in Giappone, a Parigi quando avevo 18 anni e non parlavo francese. Cose del genere da cui posso attingere. So cosa vuol dire trovarmi in un mondo alieno. So di cosa sono capace. Se le persone inizialmente pensano ‘Oh era una modella. Quindi non sa recitare’ speriamo che quando vedranno la serie cambieranno idea”.

Moore, i cui crediti includono i nuovi capitoli del franchise di “Star Trek” e la serie cult di fantascienza “Battlestar Galactica” ha aggiunto: “Non ci ho mai pensato su due volte. Ho lavorato con Tricia Helfer in ‘Battlestar’ ed era una modella. E’ stata uno dei nostri migliori personaggi. C’era molta profondità in Tricia e non c’era nulla di quello che le assegnavo che non fosse in grado di recitare”.

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *