Outlander,  Sam Heughan,  Stagione 2

Dietro le quinte della scena d'amore fra Jamie e Claire nell'Episodio 2×04 di Outlander

Spoilers dall’Episodio 2×04 di Outlander

Quando il production designer Gary Steele e la set decorator Gina Cromwell hanno pensato all’idea di un favoloso divano letto in velluto e damascato blu nel salotto dell’appartamento parigino di Jamie e Claire, sapevano che sarebbe stato un gran posto per fare sesso – solamente non sapevo chi ne avrebbe approfittato.

“Era una specie di scherzo”- dice la sceneggiatrice dell’episodio 2×04, Toni Graphia – “Della serie ‘beh qualcuno adesso dovrà farci sesso, perché è un set meraviglioso’. Volevamo qualcuno che venisse colto sul fatto ed abbiamo pensato sarebbero dovuti essere Murtagh e la cameriera”

Quindi come siamo passati a Jamie e Claire? Lo showrunner Ron D. Moore, la co-produttrice Maril Davis e la sceneggiatrice Toni Graphia stavano dibattendo come la nostra coppia avrebbe potuto ricongiungersi dopo tutto il trauma sofferto da Jamie per mano di Black Jack Randall.

“Non volevamo che semplicemente si riconnettessero” – Graphia spiega – “Volevamo fosse speciale. Non è che una notte Jamie si gira [verso Claire] e decide che questa è la notte [giusta] e ‘Faremo sesso. Ho superato il trauma’”.

Il trauma, del quale abbiamo accenni ogni volta Jamie ha provato a fare sesso con Claire, finendo però col vedere invece il suo tormentatore – è qualcosa che l’adattamento TV ha provato ad affrontare, considerato che abbiamo più spesso il punto di vista di Jamie e si può vedere la ragione per cui è rimasto distante da Claire.

“Penso che mentre la serie è progredita in avanti, si è voluto iniziare ad ampliare la prospettiva, per poter dire che è davvero la storia di Jamie e Claire” – afferma Ron Moore.

Con il cambio di prospettiva Outlander ha anche cambiato la trama – con l’arrivo di Jamie e Claire a Parigi nel secondo libro “Dragonfly in Amber”:

“Jamie e Claire hanno una relazione sessuale piuttosto normale” – dice Diana Gabaldon – “Eccetto per gli incubi di Jamie” – Questo perché gran parte della sua guarigione succede nella parte finale del primo libro, dove – “L’anima di Jamie e la sua virilità venivano effettivamente riscattate” – Gabaldon spiega. Dato che la serie tv ha preso un’altra strada – “Doveva gestire la guarigione in modo diverso”

Nonostante molto del processo di guarigione ha avuto luogo all’Abbazia prima che partissero per la Francia la scorsa stagione, Jamie non era comunque pronto a buttarsi di nuovo fra le coperte:

“Era stato salvato, ma era ancora decisamente segnato da questo” – spiega l’attore Sam Heughan – “Fisicamente stava guarendo, ma emotivamente non era qualcosa che aveva affrontato. Lo aveva messo da parte, pretendendo non ci fosse, per poi buttarsi completamente in questa missione per cambiare il corso della Storia, cambiare il destino”

Averlo messo da parte può aver concesso a Jamie di affrontare le piccole questioni quotidiane, ma non lo ha fatto di certo sparire.

“Volevo interpretare Jamie in modo tale si capisse che non stava dormendo. E’ metà dell’uomo che era.” – rivela Sam Heughan. Questo inizia ad influenzare negativamente la relazione della coppia, fino a quando non arriva la notizia della sopravvivenza di Black Jack – “Questa notizia gli conferisce nuova linfa vitale e lo rende libero. E’ nuovamente in controllo del proprio destino ed ha il potere di disfarsi di questo incubo”

Ma il rinvigorimento non era abbastanza – perché è a senso unico. Gli sceneggiatori hanno discusso su come “far connettere Jamie e Claire a livello di anime”.

“Era qualcosa della quale Ron, Maril ed io abbiamo parlato fino al giorno in cui abbiamo filmato; su quanto fosse importante gestire quel momento” – dice Toni Graphia.

E quindi il divano letto, che era iniziato come uno scherzo, è diventato un posto sacro e pieno di sentimento.

“L’idea è che stanno facendo [l’amore] nell’oscurità. Quando [Claire] chiude la porta e sale sul letto con lui, è come se dicesse ‘Trovami nell’oscurità’, perché non riguarda il sesso, ma chiudendo gli occhi, dentro questo piccolo luogo al buio, con queste due persone che si stanno ricongiungendo e non hanno nemmeno bisogno di guardarsi l’un l’altro. Il modo migliore per togliersi Jack Randall dalla mente è quello di non guardare od immaginare nulla” – spiega Toni Graphia.

Quello che c’è fra Jamie e Claire è sempre stato presente per tutto il tempo – forse era stato messo da parte nello stesso modo in cui Jamie ha fatto per il suo trauma, ma non era andato perduto.

“Claire in pratica sta dicendo ‘Se teniamo fuori tutte le distrazioni e siamo solo tu ed io in questo piccolo angolo al buio, non dobbiamo nemmeno provarci. Black Jack non può distruggere questo.” – conclude Toni Graphia.

Fonte: Vulture

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *