Sam Heughan

Un Minuto con Sam Heughan: Intervista Al Nuovo Idolo Scozzese

Sam Heughan ha parlato a Reuters di quello che lo ha attirato di Jamie, come lo show abbia un ruolo nel prossimo referendum per l’indipendenza scozzese, e come si sente di essere al centro dell’attenzione.

Schermata 2014-09-10 alle 19.13.36“Trovo sempre molto strano quando la gente vuole sapere più sull’attore che lo show”, ha detto Heughan nel suo recente tour americano per promuovere la serie tv – “Ci sono state un sacco di domande sul kilt e che cosa c’è sotto”, ha aggiunto con una risata.

La premiere di “Outlander” il mese scorso ha attirato più di 5 milioni di spettatori, gli ascolti multi-piattaforma più alti nella storia della Starz. La serie basata suilibri di Diana Gabaldon segue le vicende di una donna, Claire, che si ritrova catapultata indietro nel tempo, nelle Highlands scozzesi nel 1700.

Perché una storia ambientata nel 18° secolo in Scozia attrae un pubblico americano contemporaneo?

Sam: “Penso che Diana Gabaldon crei un mondo in cui ci si può rifugiare, sono mondi piuttosto ampi quelli che sta scritto. Credo sia una forma di evasione per le persone, perché vedono attraverso gli occhi di Claire. A tutti noi piace immaginare come saremmo in questo scenario, e anche se c’è l’elemento del viaggio nel tempo, è un mondo molto realistico”

I dissapori fra Inghilterra e Scozia nel 18 ° secolo hanno eco nel prossimo referendum in cui gli scozzesi voteranno per decidere se diventare indipendenti dal Regno Unito. Come entra in gioco lo show in tutto questo?

Sam: “Suppongo non si possa fare a meno di tracciare dei paralleli. La Scozia ha una decisione molto importante per suo futuro e nel periodo storico con cui abbiamo a che fare sì, c’è un sacco di politica, ma non è così in bianco e nero. C’erano molti scozzesi nell’esercito britannico ed i clan erano sempre in lotta tra di loro a meno che non ci fosse un nemico comune, che era generalmente l’esercito britannico. E’ una battaglia che dura da secoli quella che la Scozia ha avuto con se stessa, sempre in continua oscillazione ed il confine cambia continuamente. Se non altro, spero che (lo show) porti la Scozia al centro dell’attenzione e faccia riflette la gente sulle decisioni che devono prendere. E’ il momento giusto per l’uscita della serie tv”

Quali qualità hai ammirato in Jamie?

Sam: “E’ inarrestabile, non lascia che le cose abbiano la meglio su di lui, ha un modo di pensare diretto, cosa che mi piace molto. E’ quel momento nella serie in cui arrivi a capire cosa significasse per un uomo dare la propria parola su qualcosa, dell’onore e della giustizia – le cose sono molto più offuscate oggi e forse non crediamo alle promesse delle persone”

Come avete interpretato tu e Caitriona l’attrazione fra Jamie e Claire?

Sam: “Non volevamo pensare troppo in là, nonvolevamo dare giudizi prematuri, ma abbiamo voluto dare loro il tempo di scoprirsi l’un l’altro, proprio come  accade agli spettatori. Ovviamente vengono spinti verso questo matrimonio e si sposano, ma questa è l’unica cosa che li unisce davvero, devono scoprire di più uno dell’altro”

Come ci si sente ad essere definito il nuovo “rubacuori”?

Sam: “Ne sono lusingato, mi sento fortunato che [Jamie] sia un grande personaggio. Si inizia a guardare la serie pensando che sia in un modo, ma si scopre che è un fuorilegge. [Lui] cambia molto. Amo il suo rapporto con Claire, penso che sia bello vedere qualcosa di complicato. [Lui] è un uomo d’onore e fedele alla sua parola e che credo che visto il periodo sia molto ammirevole.”

 

Fonte: Reuters

 

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *