Interviste,  Outlander,  Sam Heughan

SAM HEUGHAN: "OUTLANDER mi ha aiutato a riscoprire la Scozia"

Sam Heughan - The Scotsman

Traduzione integrale dall’originale: “Sam Heughan: ‘Outlander helped me rediscover Scotland’”

Sin dal suo debutto su schermo nel 2014, la serie tv statunitense “Outlander” ha portato la storia Scozzese e l’attore Scozzese Sam Heughan sotto i riflettori. Prima del rilascio della seconda stagione, abbiamo parlato con Sam dell’«effetto Outlander», dei suoi luoghi preferiti dove filmare e la sua conoscenza della storia Scozzese.

Outlander potrebbe non essere una parola molto familiare per il pubblico Scozzese. Nonostante le riprese siano filmate sul suolo Scozzese e la storia sia basata in gran parte su eventi reali, la stragrande maggioranza dei suoi fans si trovano dall’altra parte del mondo in paesi che comprendono tra gli altri Giappone, Brasile e Australia.

Tratto dalla saga di libri scritti da Diana Gabaldon, lo show narra la storia di Claire Randall, un’infermiera da campo della Seconda Guerra Mondiale che viene trasportata indietro nel tempo dal 1945 al 1743 attraverso un cerchio di pietre Scozzese. Con suo marito Frank ancora fermamente nel ventesimo secolo, Claire finisce coll’innamorarsi di Jamie Fraser, un highlander del 18° secolo. La coppia si ritrova poi a fronteggiare la rivolta Giacobita e le sanguinose battaglie che sono seguite.

“E’ una storia d’amore che miscela avventura, storia e viaggi nel tempo”, Sam spiega. “E’ difficile da classificare ma è una grande storia con molti personaggi principali. E’ basata sulla realtà e sulla storia con l’elemento del viaggio nel tempo.”

Malgrado la sua premessa sia radicata nel genere fantasy, le sue meravigliose località sono tutti veri castelli e valli Scozzesi.

Preston Mill, il mulino nell’East Lothian, Falkland, il villaggio di Fife, Blackness Castle nel West Lothian sono tutti comparsi nella prima stagione e hanno registrato un gradito aumento del numero di visitatori. Blackness Castle in particolare ha visto una crescita del 31% a partire dal 2014-2015.

Non sono soltanto gli spettatori dello show ad apprezzare l’opportunità di scoprire alcuni dei paesaggi della Scozia, lo stesso Sam si ritiene fortunato per poter filmare nella sua terra natia.

“E’ stato fantastico perché sono stato in grado di riscoprire il mio Paese. Di recente sono stato molto a Stirling ed è bellissimo lì – il castello è così pittoresco. Ci siamo passati davanti parecchie volte ma non sono mai stato davvero a Stirling e con le tempeste, abbiamo avuto delle albe stupende e degli incredibili tramonti – tutti pensavano si trattasse di luci del Nord.

E’ davvero magnifico guardare il sole che sorge mentre ti trovi su una brughiera con centinaia di highlanders vestiti per la battaglia. Sono molto fortunato. C’è sicuramente un forte interesse in Scozia e a cosa è accaduto qui. Penso che il resto del mondo sia affascinato dalla nostra storia ed è bello riuscire a portare la Scozia, la sua cultura e la sua musica sullo schermo.”

Mentre era impegnata a scrivere i romanzi di Outlander, l’autrice Diana Gabaldon doveva ancora visitare la Scozia, eppure i libri forniscono un ritratto estremamente autentico della vita nella metà del diciottesimo secolo e infondono nuova vita nelle antiche leggende Scozzesi.

“Penso ci sia una comprensione innata”, Sam dice della propria conoscenza della storia Scozzese. “Conoscevo il passato violento  e i personaggi centrali come Bonnie Prince Charlie e la Battaglia di Culloden.

Non sapevo tutti i retroscena ma fare ricerche e lavorare allo show mi ha dato la possibilità di comprendere a fondo la nostra storia. Penso sia davvero interessante che questioni come l’indipendenza e l’unione siano ancora oggetto di discussioni oggi. E’ affascinante girare scene in un’epoca storica così emozionante per la Scozia.”

La stagione 2 riprenderà con Claire e Jamie dopo che hanno deciso di tentare di cambiare il corso della storia, fermando la ribellione Giacobita e prevenendo il massacro di Culloden Moor. Gira voce che lo show dirà addio ai paesaggi fangosi della Scozia visto che i personaggi viaggiano per la Francia per circa metà della stagione.

“Abbiamo girato le riprese per la Battaglia di Culloden ed è stato davvero eccitante”, dice Sam. “E’ il momento culminante per cui lottano i nostri personaggi. Il personaggio principale [di Claire] proviene dal futuro e sa che la cultura highland e i clan saranno spazzati via, quindi loro [Jamie e Claire] fanno tutto ciò che è in loro potere per tentare di impedirlo ma appena raggiungiamo Culloden sembra sempre meno probabile che riusciremo a cambiare il futuro.”

Il lancio della nuova stagione è molto probabile che riuscirà a portare una nuova ondata del cosiddetto “effetto Outlander” al Paese mentre i fans otterranno un altro sguardo approfondito sul panorama Scozzese e sulla sua ricca storia.

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *