Outlander,  Stagione 2

Outlander: Recensione Non Spoiler Primi 5 Episodi Stagione 2

TV Line ha rilasciato, in previsone della premiere del 9 Aprile su Starz, una recensione generica e non spoilers sui primi 5 episodi della Stagione 2 di Outlander. Di seguito la traduzione.

Outlander Season 2 2016

[B+] Parigi è [la città] per gli innamorati, il che la rende la location perfetta per il sofisticato – e di successo – ritorno di Mr e Mrs James Alexander Malcolm MacKenzie Fraser. Certo, Jamie e Claire si sono messi in tiro nella seconda stagione, che sposta l’azione dalle ruvide Highlands della Scozia del 1700 ai salotti della Francia pre-rivoluzionaria. Ma il cuore del rapporto dei coniugi Fraser è una profonda passione reciproca, espressa spesso e con desiderio, e la chimica fra le stars Caitriona Balfe e Sam Heughan si amplifica con la Stagione 2. Traduzione: I fans delle scene d’amore, meravigliosamente girate, vorranno fare pratica nello sventolarsi sussurrando al tempo stesso “Mon Dieu!”

Il che non vuol dire che i ricordi della violenza sessuale che ha dominato il finale della Stagione 1 di Outlander siano stati rimossi dalla nuova vita dei Fraser nella Ville Lumière. Jonathan Black Jack Randall è ancora una presenza maligna nella mente di Jamie e la serie gestisce il suo disordine post-traumatico con paziente e realistica mano. Lo stupro è stato il primo colpo, ma l’esitazione di Jamie nell’aprirsi a Claire riguardo il suo malandato stato emotivo, significa che la violazione di Randall continua a vivere.

Il lato positivo di questo tormento (e della stagione in generale) è che permette a Sam Heughan di espandere la sua rappresentazione del Lord di Broch Tuarach, che va oltre spade e sacchi di liuta. James Fraser in Francia è un mercante con il dito premuto sul polso vitale della città, un uomo capace di far fruttare il suo charme, il suo acume e pragmatismo per posizioni di consigliere dei più influenti ed ambiziosi. E’ anche qualcuno che sente l’immensa pressione della conoscenza – grazie a sua moglie, viaggiatrice del tempo – che una terribile battaglia sta per arrivare, lottando al tempo stesso con il supremo dubbio se riuscirà a cambiare la Storia in tempo per fermare la carneficina. Il costante tira-e-molla logora il personaggio; quando Jamie reagisce bruscamente, come quando arrabbiato chiede a Claire di dirgli perché deve essere lui a farsi sempre carico delle debolezze degli altri tranne la sua, è lì che Heughan incanta

Ma Outlander è principalmente la storia di Claire e Caitriona Balfe interpreta la futura mamma nel solito stile anacronisticamente diretto che ha caratterizzato la Stagione 1. Una donna d’azione in un’epoca nella quale i “tè sociali” sono l’impegno più importante di una donna, Caitriona Balfe emana

irritazione almeno fino a quando non trova uno scopo come volontaria in ospedale. (Ma sarei negligente qui nel non menzionare come Caitriona Balfe volteggia nella magnifica gonna della designer Terry Dresbach, come se fosse nata per questo; vi sfido a togliere lo sguardo dal vestito rosso che Mrs Fraser indossa alla Cote di Francia. Semplicemente luminoso).

L’unico aspetto negativo che ho incontrato guardando i primi 5 episodi forniti dal network, è il ritratto fatto della vita a Parigi in un bordello del 18° secolo. Piuttosto che provocatorio e spinto, una scena nella quale le signore della serata tentano i potenziali clienti “stimolandoli” con oggetti fallici, sembra semplicemente sciocca – un momento tipo “hey guardate, siamo su una tv via cavo”. Fortunatamente questo genere di cose sono sparse sporadicamente durante l’inizio della stagione.

“Sì, sì” – state dicendo voi lettori di Dragonfly in Amber [ndr: libri 2/3 italiani] – “ma dicci quello che vogliamo davvero sapere!”. La Starz è stata molto restrittiva su quello che può essere discusso della nuova stagione, ma ecco quello che posso dire: Negli episodi che ho visionato, la storia di Diana Gabaldon è gestita con la stessa amorevole cura prestata alla Stagione 1. Per esempio, un pezzo di dialogo del quale mi sono lamentata fosse stato tagliato dal finale della Stagione 1, mi ha piacevolmente sorpreso quando è comparso dopo poche ore nella Stagione 2 – e quando lo ascolterete potreste essere d’accordo che ha più impatto emotivo lì [nell’episodio della Stagione 2] rispetto a quello che avrebbe avuto nella sua locazione originale.

La Stagione 2 di Outlander ritorna il 9 Aprile sul canale Starz, mentre non ci sono news per l’Italia.

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

8 commenti

  • Lone Ranger

    Grazie Monyka del commento sulle prime puntate della stagione 2, avrei voluto leggere veramente qualche spoiler, invece niente.

    Silenzio assoluto sulla stagione 3. E’ possibile che la STARZ e gli altri capatazzi ci vogliano preparare alla notizia che Outlander verra’ cancellato?

  • Lone Ranger

    Grazie Monyka del commento sulle prime puntate della stagione 2, avrei voluto leggere veramente qualche spoiler, invece niente.
    Silenzio assoluto sulla stagione 3. E’ possibile che la STARZ e gli altri capatazzi ci vogliano preparare alla notizia che Outlander verra’ cancellato?

  • Luciana

    Perchè cancellato? mai visto serie più bella e attori più bravi… non è possibile, i fans si ribellerebbero in massa, magari la stagione 3 devono farla per dargli un accettabile finale.
    Al pensiero stò gia male…

    luciana

  • Luciana

    Perchè cancellato? mai visto serie più bella e attori più bravi… non è possibile, i fans si ribellerebbero in massa, magari la stagione 3 devono farla per dargli un accettabile finale.
    Al pensiero stò gia male…
    luciana

  • Lone Ranger

    Concordo pienamente con te Luciana; passo giornate penose al pensiero di quest doloroso silenzio da parte della STARZ sull’approvazione delle terza stagione, “…son piu’ giorni che ridere non so…”. Dimmi tu qualcosa di positivo…..
    LR

  • Lone Ranger

    Concordo pienamente con te Luciana; passo giornate penose al pensiero di quest doloroso silenzio da parte della STARZ sull’approvazione delle terza stagione, “…son piu’ giorni che ridere non so…”. Dimmi tu qualcosa di positivo…..
    LR

  • Luciana

    Se proprio la devono finire, magari quando Jaime e Claire vanno in America e lui conosce figlia, genero e compagnia bella. Sarebbe un bel finale e non lascerebbe l’amaro in bocca.
    Odio le serie che terminano a metà e ce ne sono tante, infatti a parte “Outlander” (che conosco attraverso i libri) e Viching non le guardo, proprio perchè ho paura, che quando vogliono, interrompono la serie.
    Non ci possono pensare prima?
    Speriamo bene per la terza stagione

  • Luciana

    Se proprio la devono finire, magari quando Jaime e Claire vanno in America e lui conosce figlia, genero e compagnia bella. Sarebbe un bel finale e non lascerebbe l’amaro in bocca.
    Odio le serie che terminano a metà e ce ne sono tante, infatti a parte “Outlander” (che conosco attraverso i libri) e Viching non le guardo, proprio perchè ho paura, che quando vogliono, interrompono la serie.
    Non ci possono pensare prima?
    Speriamo bene per la terza stagione

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *