Interviste,  Outlander,  Ronald D. Moore,  Stagione 1

Outlander Postmortem: Ron Moore parla dell'episodio 1×11 "The Devil's Mark"

outlander geillis duncan

SPOILER ALERT! Nell’episodio 11 della sua prima stagione, Outlander ha visto Claire (Caitriona Balfe) e Geillis (Lotte Verbeek) perseguite per stregoneria, il che porta alla scoperta scioccante che anche Geillis proviene dal futuro (dal 1968 per la precisione). Mentre Claire alla fine viene salvata da Jaime (Sam Heughan) – e giudicando dalla frustate che ha ricevuto, proprio al momento giusto – Geillis non ha avuto tale fortuna ed è stata trasportata fuori per essere bruciata sul rogo.

“The Devil’s Mark” ha visto anche Claire rivelare a Jamie il suo segreto di essere una viaggiatrice nel tempo, per poi alla fine scegliere Jamie rispetto a Frank quando le è stata presentata la possibilità di tornare al 1945. Il produttore esecutivo Ronald D. Moore analizza alcuni dei momenti più importanti dell’episodio, e anticipa che cosa c’è in serbo per Claire e Jaime quando arriveranno a Lallybroch.

ENTERTAINMENT WEEKLY: Hai racchiuso così tanto in una sola ora. Ci puoi parlare della tua decisione di affrontare il processo, il retroscena di Geillis e il tentativo di Claire di tornare a casa, il tutto in un episodio?

Ronald D. Moore: Sentivo che le storie di Lallybroch meritavano una parte a sé stante. E non sentivo che sia il processo alle streghe sia la rivelazione di Claire a Jaime dovessero essere parte della storia di Lallybroch. Il processo alle streghe in sé e per sé è un punto molto importante, e poi Claire che racconta a Jaime la verità è un altro momento molto fondamentale. Ma non credevo che dovessero costituire un intero episodio. La cosa bella del fare il processo alle streghe nella sua dimensione reale è che ci ha dato abbastanza tempo nell’episodio per la rivelazione di Claire a Jaime, che non è una vera e propria storyline, ma è un momento importante nel libro e nella vita della serie. A livello strutturale, fare in questo modo, mi sono reso conto che aveva senso, mentre ci occupavamo di montare l’episodio e ritagliare le scene.

L’Episodio 11 è stato molto più un dramma “da tribunale”. Cosa ti ha influenzato nel procedere in questa direzione, e perché inserire così tanta azione in un unico luogo?

Proprio per questo motivo, perché è un processo e c’era qualcosa di bello e di familiare nel farlo percepire al pubblico davvero come un processo. Nella versione del libro, la storia si svolge molto più all’esterno . C’è un lago, o un loch, che è coinvolto nell’azione. Ma c’è qualcosa nell’essere intrappolato in quella stanza, in quello spazio con persone che fanno il tifo contro di te – Claire e Geillis sono letteralmente circondate dai volti di tutte queste persone che fanno il tifo perché morissero. E’ claustrofobico ed intenso. Ho apprezzato anche la location, che è una chiesa vera e propria. Ecco perché vi abbiamo tenuto il processo.

Cosa ci puoi dire in merito alla decisione di rendere Laoghaire un personaggio di primo piano, sia all’interno della intera trama sia nel processo?

Il libro ti porta in luoghi diversi per diversi periodi di tempo, ma quando stai facendo lo show, in un certo senso devi fare delle scelte su ciò che funziona meglio. E abbiamo preso la decisione di evidenziare Laoghaire sin dal principio. Una volta che si è impostato Laoghaire come la ragazza per la quale Jaime si offre in cambio per subire la punizione nell’Episodio 2, tu stai già pensando ‘Perché avrebbe dovuto farlo? Chi è quella ragazza e dov’è che porterà tutto questo?’ E poi Claire li vede baciarsi nell’alcova, e sentivo che una volta stabilito questo personaggio della serie, si voleva solo giocarci su in modo più forte. Così, quando siamo tornati al castello nell’Episodio 9, è stato naturale. Abbiamo voluto seguire di più questa situazione e spingerla [Laoghaire] in avanti, in modo che quando siamo arrivati ​​al processo le persone che stanno testimoniando non sono volti nuovi. E Laoghaire è un grande personaggio emotivo che il pubblico riconosce, così abbiamo pensato, “Diamole un ruolo più importante.”

Come hai cercato di rendere speciale la rivelazione di Geillis, anche per i fan del libro?

Abbiamo discusso a lungo su cosa esattamente volevamo rivelare di Geillis e quando. Abbiamo usato il libro, o anche più libri, dal momento che c’è una storia più lunga e profonda su Geillis Duncan. Tutti i fan guardano a questo episodio come il ‘grande momento’. Quindi ci sono due modi per approcciarsi. Si può provare a fare esattamente allo stesso modo del libro, dove ottieni una soddisfazione per il lettore che lo vede realizzato esattamente come nelle pagine del libro. Ma c’è un altro modo con cui procedere, che è quello di dare loro il momento, ma sorprendere i lettori su come lo fai. Ed è quello che mi piace, perché crea quel momento di suspense per i fan, in modo che quando stanno guardando, anche loro sono sorpresi.

Così, abbiamo predisposto esattamente come lei dice a Claire [la verità] e spostato alcuni pezzi del puzzle. Il riferimento al 1968 nel libro era qualcosa che Dougal dice Claire molto più avanti nella storia, in un contesto completamente diverso. Ma nella nostra storia, quando ho quella stessa scena con Dougal e Claire, nell’episodio 14, si sentiva un po’ irrilevante. E mi sembrava di tornare a un vecchio episodio. Sembrava più rilevante inserire qui le informazioni e consegnarle nel modo più drammatico, nel cuore di questo episodio.

La scena finale con Geillis fa sembrare che lei sia stata bruciata sul rogo, ma in realtà non lo vediamo accadere. Muore davvero?

Questa è una domanda difficile a cui rispondere. I fan del libro sanno fin troppe bene cosa succede, e mi piacerebbe preservarlo per i fan che non hanno letto il libro.

Riusciremo mai saperne di più su di lei – e la vedremo di nuovo in questa stagione? O è materiale per la Stagione 2?

Non si vedrà per il resto della stagione. Potrete saperne di più sulla sua storia e su chi era nelle stagioni successive.

C’è un momento nella puntata in cui Geillis viene trasportata nuda tra la folla. Quella protesi del ventre sembrava incredibilmente realistica – come ci siete riusciti? E’ probabilmente la migliore che abbia mai visto in tv.

Wow. Non posso dirti quanto sono felice di questo, perché non era facile, lasciatelo dire. È stato molto difficile. La sfida era quella di trovare un pezzo che avrebbe funzionato quando Geillis balla nuda muovendosi molto. Queste cose tendono a piegarsi e strapparsi non appena l’attrice si muove così tanto. Quindi abbiamo avuto molte conversazioni sul suo corpo e quanto dovesse essere avanzata la sua gravidanza. Deve essere abbastanza avanzata affinché il pubblico e Claire la vedano, ma non così tanto incinta da indossare abiti specifici per donne in stato di gravidanza. Quindi stai cercando di camminare su  una linea molto sottile.

Siamo dovuti intervenire digitalmente in fase di post produzione. Sistemare i bordi e fare in modo che l’ombra cadesse correttamente. E nella scena successiva del processo alle streghe, quando si denuda e viene portata dalla folla, abbiamo dovuto migliorare la protesi per via digitale. Quando era trasportata dalla folla sulla schiena, la pancia non si notava nemmeno. Improvvisamente, anche se la forma era lì e non era cambiato nulla, gli angoli di ripresa e l’illuminazione avevano distorto la forma. Siamo dovuti tornare in fase di post e aggiungere qualche ombra e qualche texture alla protesi in modo da vedere un po’ di più la pancia. Ha richiesto tanto lavoro, quindi mi rende molto felice sentire che sembrava credibile.

Perché Jaime è così comprensivo riguardo la storia ridicola di Claire? A tutti gli effetti, dovrebbe essere incredulo su quello che ha sentito, ma in realtà non è. Perché?

Per molte e diverse motivazioni. In primo luogo, Jamie è un ragazzo speciale. Lui è diverso dagli altri ragazzi della sua epoca. E’ istruito, è intelligente, ed è disposto a pensare in termini più grande di molti dei suoi contemporanei. Allo stesso tempo, è cresciuto in Scozia, in un mondo in cui credono nella magia, alle fate e alla gente che viaggia nel tempo. C’era un episodio precedente [1×03 “The Way Out”, n.d.r.] in cui veniva cantata una canzone che parlava di una viaggiatrice che attraversava a una serie di pietre e che l’ha trasportata in un posto diverso e poi fatta ritornare indietro. Quindi [Jamie] ha sentito di storie come questa, fa parte della sua realtà.

Poi, c’è l’esperienza personale con Claire. La sua convinzione è guidata dal fatto che lei crede chiaramente a questa storia. Lui sa che non è pazza, sembra piuttosto razionale. Claire gli sta raccontando questa storia folle che tocca altre cose che lui ha sentito, ed è un grande cosa a cui credere, ma è disposto a farlo perché prova questa fiducia istintiva nei suoi confronti, per quello che hanno. Così lui è disposto a credere a questa storia pazzesca. E se si sbaglia, almeno affonderanno insieme.

Claire ha veramente scelto Jaime rispetto a Frank?

Claire ha la sua occasione. Poteva tornare a casa e tornare da Frank, ma si allontana. Poteva andare dritta verso quelle pietre. Jaime non c’è. Non è che lui la sta pregando di rimanere. La decisione è totalmente nelle sue mani, e fa la scelta consapevole di restare.

Alla fine dell’episodio, Claire e Jaime iniziano il loro viaggio verso Lallybroch. Cosa si prospetta per loro?

E’ la solita vecchia storia. Lui l’ha sempre sognato, ma fai attenzione a ciò che desideri. Tu vai a casa, e la tua famiglia è ancora lì. Jaime pensa che sarà tutto gioioso, ma ci saranno complicazioni e problemi. Lallybroch può essere all’altezza dei suoi sogni? Jamie sarà all’altezza delle proprie aspettative riguardo ciò che significa andare a casa ed essere il laird di Lallybroch? Questo è il prossimo capitolo.

Fonte: Entertainment Weekly

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 commenti

  • LoneRanger

    Quello che l’ intervista non dice, e’ l’amore di Jamie per Claire, che oramai e’ ben sviluppato. E Jamie crede a Claire semplicemente perche’ c’e’ una promessa fra di loro che si diranno sempre la verita’.

    E non dimentichiamoci di questa fortunata combinazione di queste tre straordinarie persone, Diana Gabaldon, Ron Moore e Caitriona Balfe.

    LR

  • LoneRanger

    Quello che l’ intervista non dice, e’ l’amore di Jamie per Claire, che oramai e’ ben sviluppato. E Jamie crede a Claire semplicemente perche’ c’e’ una promessa fra di loro che si diranno sempre la verita’.
    E non dimentichiamoci di questa fortunata combinazione di queste tre straordinarie persone, Diana Gabaldon, Ron Moore e Caitriona Balfe.
    LR

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *