General News,  Interviste

Graham McTavish parla di Outlander e Dougal con il sito TheOneRing.net

Schermata 2014-01-05 a 16.44.17Graham McTavish ha rilasciato nel mese di dicembre un’intervista esclusiva per TheOneRing.net, il popolare sito dedicato a Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit, dove oltre a parlare ovviamente della trilogia di Peter Jackson (attualmente al cinema con il secondo film tratto da The Hobbit), della sua esperienza di attore, ha anche fatto riferimento ad Outlander e il suo ruolo come Dougal McKenzie.

“La prima e ovvia domanda è: Sei contento dell’imminente premiere europea di The Hobbit: The Desolation of Smaug e com’è tornare nel mondo de Lo Hobbit?

Graham: “Sì, sono molto contento della prossima premiere. Ho visto molto del film attravero l’ADR [additional dialogue recording], ma in uno stato incompleto – ed anche così era già fantastico! La scena con Smaug è da far rizzare i peli sulla schiena, davvero! Ritornare in modalità Hobbit – ci pensavo l’altro giorno – perché anche se l’ho finito solo ad Agosto sembra passato tanto tempo dato che ho iniziato un nuovo progetto chiamato “Outlander“. Sono stato completamente immerso in quel mondo – il mondo politico del XVIII secolo delle Highlands e sono andato in giro con il kilt, brandendo una spada il dirk e tutte quelle cose!  Quindi non sono stato molto concentrato su The Hobbit nella mia testa. Ad essere sincero credo mi ci vorrà un po’ per tornarci quando sono a Berlino. L’ultima volta la premiere è stata quasi imminente alla fine delle riprese del film quindi eravamo tutti in modalità Hobbit. Questa volta alcuni di noi hanno iniziato nuovi progetti, altri non si sono rivisti – quindi sarà un po’ strano forse.”

“Come sta andando con Outlander? E’ divertente?

Graham: “Oh sì, molto divertente! Niente protesi! Zero protesi! Non posso dirtelo – ma abbiamo fantasticato tutti a questo riguardo mentre giravamo Lo Hobbit”

“Quindi sei ‘libero'”?

Graham: “Sì. Sai, ho la mia vera barba – ed è fantastico! Oltre a questo, il personaggio in Outlander è diverso e gli è concessa l’opportunità di essere sviluppato in 16 ore, che è addirittura più dei 3 film dello Hobbit messi insieme!”

“Ed è solo il primo libro sul quale la serie si basa? Quindi potenzialmente ci potrebbero essere 7 o più stagioni..?

Graham: “Sì, Diana [Gabaldon] sta scrivendo l’ottavo libro”

“Ma Dougal sopravvive nel libro 8…?”

Graham: “Sai, avendo già detto che non leggo queste cose, non lo sparei! [ride] Quindi è un processo di scoperta anche per me! Quando riceverò lo script che dice “E Dougal cade in ginocchio e muore” allora lo saprò e avrò un approccio adeguato! Ma è un grande regalo, che solo la televisione fa unicamente – ti da la possibilità di esplorare un personaggio per un lungo periodo di tempo. Quindi sì, me lo sto godendo! Siamo stati molto fortunati con il cast che ci è stato dato; uomo o donna, sono tutte persone carine, interessanti e diverse. Grande senso dell’umorismo  – quello è molto importante. Se non hai senso dell’umorismo – voglio dire è vero per tutto il resto, ma specialmente se devi passare un lungo periodo di tempo assieme – se sei in compagnia di altri finirai per trovarti in situazioni difficili,qualche volta noiose, qualche volta spaventose, e devi essere con persone che ti piacciono davvero. E finisci per affezionarti a loro, quindi in qualcosa come Lo Hobbit abbiamo decisamente sviluppato un legame molto molto forte. Una delle cose che Richard [Armitage] diceva sempre era – e aveva ragione  – era che nessuno tranne noi saprà cosa voleva dire essere quei personaggi, fare quel lavoro, indossare quello che indossavamo e portarlo con noi per un lungo periodo di tempo”

Potete leggere tutta l’intervista su TheOneRing.net.

Share This
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *