Benvenuto su Outlander Italy, la fonte italiana su "Outlander" serie tv e la saga letteraria di Diana Gabaldon, Qui potrai trovare news, spoilers, foto, video, interviste e molto altro sulla serie targata Starz e creata da Ron D. Moore
posted by ott 21, 2014 • Filed in: Stagione 1

Laura+Donnelly+Arrivals+Pre+BAFTA+Party+12WyAuZtySXlFashion & Style ha avuto il piacere di parlare con l’attrice di “Outlander” Laura Donnelly, che nella serie tv ricopre il ruolo di Jenny Fraser, la sorella del protagonista Jamie Fraser, interpretato da Sam Heughan. In questa intervista Donnelly racconta com’è stato lavorare sul set con Caitriona Balfe e Sam Heughan e rivela anche alcune anticipazioni riguardanti il personaggio di Jenny alla fine della stagione 1.

Quando le è stato chiesto se Jenny ha un ruolo maggiore verso la fine della Stagione 1 e forse anche nella Stagione 2, Donnelly ha rivelato a Fashion & Style che il suo personaggio sarà coinvolto negli avvenimenti centrali della Stagione 1.

“Jamie fa ritorno a Lallybroch, dove Jenny sta mandando avanti la casa in sua assenza. Anche se non posso dire molto riguardo la Stagione 2, so che Jenny è in tutti i libri”

L’attrice, nata a Belfast, ha anche rivelato di aver letto solo il primo libro della serie dei Diana Gabaldon ed ha discusso riguardo le sfide nell’adattare un libro per la tv:

“Il vantaggio nell’interpretare un personaggio adattato da un libro è che hai più informazioni su di loro rispetto a quelle che riceveresti in uno script. Un libro approfondisce il mondo intimo di un personaggio e può essere molto d’aiuto per un attore”

L’attrice irlandese parla poi di come sia lavorare a fianco delle co-stars di talento Tobias Menzies, Caitriona Balfe e Sam Heughan e non ha che buone parole per le tre stars principali della serie “Outlander” e aggiunge che “tutto il cast e la crew è molto piacevole”. Si sofferma inoltre su Sam Heughan, rivelando che si conoscono dai tempi del college e aggiunge che:

“E’ un piacere raro poter lavorare con un vecchio amico”

Quando lo show ritornerà ad Aprile, ci saranno molte interazioni fra Jenny e Claire, …Continua »

posted by set 28, 2014 • Filed in: Outlander, Stagione 1

Schermata 2014-09-28 alle 09.00.32Sarà una lunga attesa fino al 4 Aprile, quando Outlander ritornerà, dopo la pausa, pronto a svelare il seguito del cliffhanger alla fine dell’episodio 1×08 “Both Sides Now”, che vede coinvolta la neo-sposa Claire Fraser finire ancora una volta nella mani del sadico Black Jack Randall, constringendo il nuovo marito Jamie a soccorrerla in territorio nemico. A peggiorare la situazione, l’unica ragione per cui Claire è finita nuovamente nelle grinfie di Jack Randall, è perché stava cercando di raggiungere il cerchio di pietre a Craigh na Dun, nel tentativo di ritornare dal primo marito, Frank Randall, nel 1945. Non può finire bene.

“Both Sides Now” ci mostra anche il distacco più notevole dai libri scritti da Diana Gabaldon, seguendo le disperate vicissitudini di Frank e la sua disperata ricerca della moglie scomparsa – aspetto mai esplorato nel libro. Variety ha avuto modo di parlare con Tobias Menzies e l’executive producer dello show, Ron Moore, riguardo la stesura della nuova storyline dedicata a Frank, l’adattamento dal libro per un’ora ricca di azione e quello che i fans devono aspettarsi quando lo show ritornerà in primavera.

Nota: Le interviste condotte a Tobias Menzies e Ron Moore sono state realizzate separatamente ed editate a fini di chiarezza.

Ron, l’episodio di questa settimana è il più grande distacco rispetto ai libri, per quello che riguarda la storyline di Frank. Qual è stato il processo per lo sviluppo del suo arco narrativo durante l’episodio?

Moore: Eravamo nella writers room e cercavamo un modo per proseguire l’episodio del matrimonio ed arrivare al cliffhanger del finale di metà stagione. Sapevamo quale sarebbe stata la storyline di Claire, ma dopo abbiamo iniziato a discutere su “cos’altro possiamo fare in quest’ora?” e qualcuno ha suggerito “possiamo concentrarci su Frank e vedere quello che sta facendo”, ed è stata un’idea nata così, perché non è assolutamente nel libro. E’ qualcosa che avevamo discusso solo a livello interiore ed è diventata un’idea interessante quella di spostare la scena su di lui all’inizio ed iniziare la puntata con la sua frustrazione. Successivamente è diventato ancora più interessante mentre stavamo parlando della contrapposizione fra le loro esperienze – mentre Claire si avvicina a Jamie ed inizia ad innamorarsi di lui, ci spostiamo su Frank che è devastato e triste, ed è stata una giustapposizione interessante delle due storie. Per tutta la stagione abbiamo visto Claire dire “Voglio ritornare da mio marito”, ed in seguito, quando [lei] sta veramente considerando l’idea di stare con quest’uomo che ha appena sposato, ecco che lo spettatore è condotto verso l’altro lato dell’equazione. Era il momento giusto per farlo.

L’evoluzione della storia di Frank in questo episodio, che porta al confronto nel vicolo, ovviamente serve per rafforzare il parallelo fra lui e Black Jack Randall, ed è sembrata molto organica. Ma molto accade in quest’ora – è un concentrato di azione, anche in termini di adattamento dal libro, quindi perché hai pensato che questo fosse il momento migliore per aggiungere ulteriore sviluppo a questo personaggio?

Moore: Sembrava giusto. E’ un momento piuttosto importante per la storia di Claire – perché tutto inizia da lei – il fatto che scappa verso Craigh na Dun alla prima opportunità, nonostante quello che è successo nella notte del matrimonio, tutto quello che ha vissuto con Jamie. Volevamo far capire questo e non volevamo che gli spettatori dicessero “Dio, ma sei pazza, perché vorresti mai lasciarlo?”. Dovevamo ristabilire Frank e sottolineare il fatto che “questo ragazzo non è solo un bravo ragazzo ma sta anche soffrendo davvero; si sente ferito, è la fuori che aspetta il ritorno di Claire, quindi sì, lei dovrebbe far ritorno alle pietre”. Volevamo quel sentimento, o almeno avere lo spettatore in conflitto su cosa fare il tifo. …Continua »

posted by set 27, 2014 • Filed in: Interviste, Stagione 1, Tobias Menzies

Nell’ultimo numero di TVGuide Magazine, troviamo tanto spazio dedicato ad “Outlander” tra foto della prossima puntata “Both Sides Now”, finale di metà stagione, un’intervista a Tobias Menzies (definito “ruba-scena”) e lo show, made in Starz, inserito nella Top 10 dei “Must See” di questa settimana!

Di seguito le nostre scans e la traduzione dell’intervista di Tobias. Buona lettura! (Cliccate sulle immagini per vederle ingrandite)

Outlander TVGuide01 Outlander TVGuide02

Outlander TVGuide Tobias Menzies

…Continua »

posted by set 16, 2014 • Filed in: Ronald D. Moore, Tobias Menzies

Outlander 1x06

“Outlander” ha raggiunto uno dei tanti momenti cardine del primo libro su cui si basa, ma anche se si sapeva che cosa stava per succedere, l’episodio di Sabato scorso “The Garrison Commander” è stato difficile da guardare.

L’ora è iniziata con Claire (Caitriona Balfe) e Dougal (Graham McTavish) che si trovano faccia a faccia con le Giubbe Rosse, e la nostra protagonista assicura loro di essere un’ospite ben accolta del clan MacKenzie. Eppure, Claire ha dovuto convincere un altro uomo dei suoi motivi: Jack Randall (Tobias Menzies), l’uomo che ha cercato di violentarla quando ha attraverso le pietre a Craigh na Dun.

Claire – il cui improvviso ricordo del marito fornisce il netto contrasto tra Frank e Jack – infine si siede dall’altra parte del tavolo e supplica di poter riprendere in pace il suo viaggio. E’ allora che Claire porta in primo piano la “reputazione” di cui Jack gode a Castle Leoch, incluse le “100 frustate su 100 frustate somministrate ad un povero ragazzo”. Randall spiega la sua versione dei fatti, mentre un flashback mostra Jamie (Sam Heughan) che subisce la sua punizione per il furto senza emettere alcun suono, restando impassibile – qualcosa che il crudele capitano non riusciva a sopportare. Quello che segue è una sequenza dolorosa, sanguinosa che fa rabbrividire – perfettamente e ossessivamente interpretata da Tobias Menzies – che mostra quanto sia profondo il sadismo di Black Jack Randall. Ma lo showrunner Ronald D. Moore vede il flashback della fustigazione come un modo per, ironia della sorte, umanizzare e contestualizzare il personaggio.

Ron Moore Outlander 1x06

“L’Episodio 6 è stata un’interessante opportunità per guardare a quel particolare retroscena attraverso gli occhi di Jack. Abbiamo preso la decisione di non mostrare la fustigazione di Jamie dal suo punto di vista ma dal punto di vista di Jack, che mi sembrava affascinante. La prospettiva di Jamie… fa schifo. Dal punto di vista di Jack, voglio sentire quello che pensava quando stava facendo questa cosa orribile a questo giovane ragazzo. Così ci ha fornito un modo per entrare dentro il suo personaggio”.

…Continua »

posted by set 15, 2014 • Filed in: Interviste, Tobias Menzies

Tobias Menzies nel ruolo di Black Jack Randall

Tobias Menzies sta ritornando in Scozia per terminare le riprese delle ultime scene che compongono la prima stagione di “Outlander”, ma prima ha rilasciato un’intervista a The Wrap per parlare dei suoi due ruoli nella serie tv creata da Ron Moore: l’integerrimo gentiluomo degli anni ’40 Frank Randall e il suo doppleganger e antenato del XVIII secolo, la crudele Giubba Rossa Black Jack Randall.

L’episodio di sabato sera, “The Garrison Commander”, è stato grandioso per Menzies nei panni di Jack che si trova faccia a faccia con Claire (Caitriona Balfe), dopo averla quasi aggredita nel primo episodio “Sassenach”, e la scena prevede una tesa e drammatica resa dei conti.

Tobias ha rivelato com’è stato interpretare due personaggi molto diversi, come si gestisce il dover interpretare la parte dell’”altro uomo” in uno show con una storia d’amore molto centrale, cosa c’è di sbagliato nei paragoni con “Game of Thrones” e perché è divertente “andare dalla parte del male”. ATTENZIONE – SONO PRESENTI SPOILERS SUI PRIMI DUE LIBRI DELLA SAGA -

Com’è interpretare questi due personaggi molto diversi? Hai dovuto alternarti tra un personaggio e l’altro o hai girato tutte le scene di Frank in un blocco e tutte quelle di Jack in un altro?

Tobias Menzies: Le scene sono state per lo più separate. I primi episodi erano più su Frank, con un po’ di Jack. Man mano che siamo andati avanti… credo che poi sia stato un mix, perché c’è un po’ di Frank nell’Episodio 6 e nell’Episodio 8 ci sono entrambi i personaggi. Non ho mai dovuto interpretare entrambi nella stessa giornata, finora… E’ davvero divertente, è eccitante avere due persone diverse e due storie diverse da esplorare. Si tratta di una proposta insolita ed affascinante in particolare per la TV.

Frank sembra un uomo dolce e riflessivo. C’è un po’ dell’oscurità di Jack in lui che potremo vedere presto?

Sì. Nell’Episodio 8 divergiamo dal libro, torniamo a Frank per vedere cosa sta succedendo durante quei mesi in cui Claire è scomparsa. Vediamo una persona un po’ diversa. Qualcuno che è stato segnato dai recenti avvenimenti e sta perdendo il suo controllo, così avremo alcuni momenti in cui vediamo un po’ di Jack in Frank. Abbiamo cercato di giocare un po’ sull’effetto “riflesso del suo antenato” [tra Frank e BJR], che è stato molto divertente. Speriamo ci saranno momenti in cui Jack si ammorbidisce e vedremo un po’ di Frank in lui.

…Continua »

posted by set 13, 2014 • Filed in: Tobias Menzies

Nell’episodio 1×06 “The Garrison Commander” (in onda stasera su Starz), il villain interpretato da Tobias Menzies, Black Jack Randall, fa il suo ritorno  in tv e la vita di Claire diventa ancora più complicata. L’episodio contiene circa 20 minuti di una conversazione carica di tensione fra Jack e Claire. Tobias si è preso una pausa dal set per rispondere ad alcune domande di Zap2it sul ritorno in scena di BJR e sul suo rapporto con le sue co-stars Caitriona Balfe (Claire) e Sam Heughan (Jamie).

E’ successa una cosa strana durante l’episodio 6 per me: Ho capito di amare, in un certo senso, Black Jack Randall, e ho letto che non sono la sola. Sicuramente non è la reazione che i fans dei libri si aspettano che qualcuno abbia nei confronti di Jack. Era intenzionale da parte tua conquistare le persone e portarle al “lato oscuro” prima che si focalizzassero su Jamie e Claire nell’episodio 7?

Tobias: “[ride] Credo sia la responsabilità di ogni attore combattere per il proprio personaggio e farne una causa personale; fare il loro avvocato. Credo che Jack non sia diverso in questo. Può essere irrimediabilmente cattivo. E’ umano, e quello che trovo interessante e appagante è che abbiamo l’opportunità di vedere quello che c’è veramente dietro Jack e quello che sta succedendo e perché fa le cose che finisce per fare. Credo sia un episodio bello e complesso e ripaga di molto. Quindi sì, assolutamente. Vogliamo che tutti i personaggi siano tridimensionali il più possibile, e questo è decisamente l’episodio in cui vedrete Jack a tutto tondo.”

L’episodio vede anche una scena molto lunga fra Jack e Claire; più lunga rispetto a Frank e Claire. Ci puoi parlare com’è stato il cambiamento con Caitriona nell’interpretare una relazione così carica di tensione?

Tobias: “E’ stato un cambio di velocità, in un certo senso, ed è un cambiamento di andatura anche per la stagione. Abbiamo questa scena che è solo una pagina e mezzo nei libri e gli scrittori hanno preso quel momento, l’incontro fra questi due personaggi e ne hanno fatto un episodio. E’ stato emozionante perché se decidi di avere per quasi tutto un episodio queste due persone nella stessa stanza, allora è meglio che tu ne faccia qualcosa di buono [ride]. Catturerà l’attenzione degli spettatori. E’ stata una sfida veramente eccitante.

Abbiamo lavorato con del materiale grandioso. Credo ci sia una dinamica molto forte fra questi due personaggi e credo sia una delle cose di più successo in quello che abbiamo girato. E’ come un’interessante e complicata partita a scacchi fra loro due. A volte si sono trovati in sintonia e c’è un certo compiacimento, almeno per Jack. nell’incontrare qualcuno che lo controbatte. Entrambi questi personaggi stanno negoziando su diversi aspetti….Sono stato molto felice per come il tutto è risultato alla fine. Credo sia un bene per lo show avere questi cambiamenti di cammino e tonalità.”

C’è una conversazione di 20 minuti fra Claire e Jack che è piuttosto affascinante da guardare. Come vi siete preparati tu e Caitriona per riuscire a mantenere l’attenzione alta?

Tobias: “Abbiamo cercato di girare scene piuttosto lunghe per mantenere il più possibile la fluidità ed il movimento fra noi due. Uno dei vantaggi nel lavorare per molti mesi in una produzione così lunga è che quando ci siamo ritrovati a girare quella scena io e Caitriona ci conoscevamo molto bene. Abbiamo passato molto tempo insieme e tutto questo confluisce in un certo senso nella scene e rende il rapporto migliore. Siamo stati in gradi di lavorare molto velocemente e fidandosi uno dell’altro. Tutto questo ha ripagato. Credo anche che la storia ci porti in un momento in cui lo spettatore è davvero pronto per della reale psicologia, qualche gioco a scacchi e personaggi che si mostrano per quello che sono.” …Continua »