Benvenuto su Outlander Italy, la fonte italiana su "Outlander" serie tv e la saga letteraria di Diana Gabaldon, Qui potrai trovare news, spoilers, foto, video, interviste e molto altro sulla serie targata Starz e creata da Ron D. Moore
posted by mag 20, 2015 • Filed in: Outlander, Spoilers, Stagione 1

Non poteva mancare nella consueta Spoiler Chat di E!Online anche una domanda su Outlander ed il finale che ci attende il 30 maggio. Kristin Dos Santos, che ha già visto l’episodio, avverte che se crediamo il peggio sia passato con la puntata 1×15, allora ci sbagliamo di grosso!

Schermata 2015-05-19 alle 18.35.48

Nicollette: Sono così sollevata che le scene della tortura siano passate in Outlander! Cosa puoi dirci sul recupero di Jamie?

E!Online: “Um. Include delle scene molto esplicite (mentre Jamie racconta a Claire quello che è successo) ed il peggio non è decisamente alle nostre spalle. Deve ancora arrivare…ma per te che lo hai chiesto, SI’, la stagione finisce su una nota positiva. Non è tutto nero ed i momenti finali ci portano verso quello su cui si baserà la Stagione 2. Una storyline decisamente diversa da quello che avete visto fino ad ora – e che vedrete in futuro – alla prigione di Wentworth, con Black Jack Randall. Per voi fans dei libri, vedrete anche che una location è stata spostata e lo scorrere del tempo non è lo stesso dei libri – il tutto per rendere al meglio la storyline nella serie tv e per un finale di stagione.

Nel frattempo però, preparatevi ad una valle di lacrime. E preparatevi a distogliere lo sguardo dallo schermo. In certi momenti è…veramente troppo.

posted by mag 19, 2015 • Filed in: Interviste, Outlander, Stagione 1

Jamie Fraser Outlander 115

Nel penultimo episodio della prima stagione di Outlander, l’oscurità ha sopraffatto tutto. Dopo essere stato catturato dagli inglesi e condannato all’impiccagione insieme a Taran McQuarrie (Douglas Henshall), a Jamie Fraser (Sam Heughan) è stata concessa una proroga dell’esecuzione… da un fin troppo entusiasta Black Jack Randall (Tobias Menzies).

E’ allora che lo scenario peggiore si dispiega: Black Jack Randall si approfitta di Jamie, torturandolo spietatamente sia a livello mentale sia fisico, il tutto mentre Claire rimane impotente nonostante i molteplici tentativi per salvarlo. Finalmente in grado di prendere il controllo di un uomo del quale è stato a lungo affascinato (e, francamente, attratto), Black Jack promette a Jamie una nobile morte in cambio del controllo mentale e fisico. E’ un incubo sadomaso, e – a quanto pare! – nemmeno la parte peggiore, a giudicare dall’ultima battuta di Black Jack “Vogliamo cominciare?”

The Hollywood Reporter ha intervistato lo sceneggiatore dell’episodio, Ira Steven Behr, per discutere della psicologia di Black Jack, dell’effetto che l’episodio ha avuto sul cast e la troupe, e del finale di stagione.

Qual era il tuo piano per questo episodio?

Ira Steven Behr: Sapevamo fin dall’inizio che avrei scritto l’episodio 15 e Ron Moore [il creatore della serie] avrebbe fatto il 16. A un certo punto non era chiaro cosa avremmo inserito nell’episodio, così ho davvero pensato che avrei avuto il mio bel da fare.

E’ interessante perché l’episodio prepara per un finale ancora più intenso ma era, di per sé, anche incredibilmente violento e difficile da guardare. Com’è stato creare quell’ambiente?

E’ stato molto più facile scrivere questo episodio che dover trovarsi sul set. So come l’episodio probabilmente sembrerà sulla carta, ma il fatto è che i cinque o sei giorni in cui abbiamo girato sono stati senza dubbio i peggiori che abbia mai trascorso su un set. La maggior parte delle troupe di programmi TV e di film cinematografici sono effettivamente formate da veri duri. E fanno il loro lavoro non importa quello che viene girato. Questa volta, però, tutti lo sentivano. I membri della troupe mi passavano davanti dicendo, “Quando finirà?” Non mi era mai accaduto prima. Stessa cosa con i truccatori e i costumisti – verificavo con loro a volte dopo una scena particolarmente straziante e, non scherzo, ci sono state lacrime. Non l’avevo mai visto prima.

…Continua »

Black Jack - Wentworth Prison

“Outlander” ha creato un personaggio mostruoso con Black Jack Randall. Quando fa il suo ritorno negli ultimi due episodi della Stagione 1, i telespettatori vedranno il personaggio interpretato da Tobias Menzies discendere in livelli persino più profondi di depravazione e finiranno coll’essere disgustati e terrificati in nuovi modi da lui.

Ma con questo avvertimento in mente, vale la pena offrire chiarezza sulla sessualità del personaggio. Dopo il dodicesimo episodio della stagione, quando Black Jack prova, senza riuscirci, ad eccitarsi al punto tale per violentare la sorella di Jamie Jenny (Laura Donnelly), alcune persone sono saltate alla conclusione che lui sia gay perché voleva penetrarla da dietro. Quando gli ultimi due episodi rivisitano la sua ossessione per Jamie (Sam Heughan), la questione sarà sollevata nuovamente.

Se non fosse che Black Jack non è gay, secondo quanto asseriscono Tobias Menzies, Sam Heughan e l’autrice Diana Gabaldon. Invece è un sadico che ottiene piacere sessuale dall’infliggere dolore, sia che la sua vittima sia un uomo o una donna.

“Ho preso la decisione, fin dall’inizio, di volere che fosse uno studio sul sadismo e non uno studio della sessualità”, Tobias Menzies ha spiegato a Zap2it. “Quando commette violenza sessuale, quella è la tattica piuttosto che il fine. Usa queste situazioni allo scopo di spezzare le persone, con l’obiettivo ultimo di ottenere ciò che vuole. Il suo interesse per Jamie penso non sia solo un’attrazione sessuale nei suoi confronti – sebbene potrebbe esserci in lui, da qualche parte – si tratta dell’essere affascinato da qualcuno di straordinario come Jamie.

…Continua »

posted by mag 11, 2015 • Filed in: Outlander, Stagione 1

Con il ritorno della seconda metà stagione di Outlander, abbiamo ritrovato anche uno dei personaggi più nefasti della serie: Black Jack Randall. Lo abbiamo rivisto attraverso dei flashbacks nell’episodio “Lallybroch”, interagire con i Fraser – sia Jenny che Jamie – dipingendo un quadro ancora più intenso sul cattivo che è al centro del conflitto dello show. Nerdist.com ha parlato, in occasione dell’Episodio 1×12, con Sam Heughan e Tobias Menzies sulle dinamiche intercorse fra Black Jack, Jamie e Jenny.

Schermata 2015-05-09 alle 16.10.11

**Spoilers se non siete in pari con la programmazione americana**

Cosa ne pensi degli aspetti più cupi con cui abbiamo a che fare quando si tratta di Black Jack in questa seconda metà?

Tobias Menzies: Essenzialmente è materiale molto divertente da recitare, perché è ricco ed emozionante; ti da ampio margine di spazio su cui lavorare in qualche modo. E’ davvero un grande, interessante e complicato personaggio come spesso lo sono i cattivi. Guardiamo serie drammatiche e guardiamo storie attraverso le quali viviamo, indirettamente, e vediamo la gente fare cose che non è permesso fare e Jack è sicuramente in questa tradizione. Dice cose che non oseremmo dire. Ovviamente si spinge molto più avanti in acque molto più scure [questo metà di stagione], ma penso abbiamo sempre avuto la tradizione delle fiabe più cupe, dall’infanzia in poi, e credo che gli esseri umani siano sempre attratti dalle storie più oscure. E’ come una sorta di parabola, non è vero? E’ un modo di affrontare questo genere di cose senza doverle sperimentare nella nostra vita.

Jamie in particolare sembra avere rapporti molto complicati nella sua vita, come con Jenny, sua sorella e Black Jack.

Sam Heughan: [ride] Sì, è molto complicato. Tutto risale a quel fatidico momento su cui torniamo tramite flashback, in molti episodi – la fustigazione – e ciò che lui crede sia successo alla sorella con Black Jack e che lui [Jamie] non è riuscito a fermare. Inoltre ritiene suo padre sia morto per colpa sua, quindi ha molti problemi e rapporti che non ha affrontato – è fuggito in Francia ed in Spagna per combattere queste battaglie, invece. …Continua »

posted by apr 29, 2015 • Filed in: Stagione 1, Tobias Menzies, Video

Black Jack fa la sua confessione a Jamie, rivelando che in realtà quello che vuole è proprio lui. “Se ti arrendi a me non ci sarà una seconda fustigazione…” Pensi che dicesse sul serio?

TOBIAS MENZIES: Sì, penso di sì, ma sento che questa sia una sorta di fase iniziale, prima che cominci davvero a capire chi è Jamie, quindi è più un tipo di procedura standard per Jack, forse… Ho sempre, in un certo senso, negoziato con gli scrittori su fino a che punto arrivare – perchè credo che ci siano pareri discordanti su quale sia la sessualità di Jack e suppongo quale sia la sua ossessione con Jamie, se è puramente sessuale. La mia inclinazione è stata sempre quella di renderla non solo basata sul sesso, ma che fosse più sul sadismo e nello scoprire come spezzare qualcuno, e il sesso era uno strumento piuttosto che l’obiettivo finale… Ma quella scena rientra sicuramente più nel campo del sfruttare la sua posizione per fini sessuali.

…Continua »

posted by mar 29, 2015 • Filed in: Outlander, Stagione 1

Foto Promozionali Episodio 1×09 ” The Reckoning” in onda in 4 Aprile su Starz.

…Continua »

posted by mar 19, 2015 • Filed in: Tobias Menzies

Tobias Menzies ha la fortuna di avere un doppio ruolo nella nuova serie di Starz, Outlander. Nella serie, basata sui libri di Diana Gabaldon, Menzies ha il ruolo di Frank Randall, il marito di Claire negli anni Quaranta. E indossa anche i panni del deliziosamente infido Black Jack Randall nel XVIII secolo, antenato di Frank e nemesi di Claire. Menzies ha sottratto tempo alla sua fitta agenda per scambiare due chiacchiere con me.

416c8170-12b8-11e4-a220-8d691e5ef7c8_starz-outlander-Behind-the-Scenes-Frank-Randall-Tobias-Menzies

Cosa ci possiamo aspettare dalla seconda parte della prima stagione?

Si comincia tornando indietro direttamente al punto in cui ci eravamo lasciati alla fine della stagione precedente. Quindi ci ritroviamo in un momento leggermente complicato per Jack, Jamie e Claire. La seconda parte della stagione è un grande affresco. C’è molto da aspettarsi, davvero grandi cose. Il mio momento più importante è l’interazione fra Jack e Jamie… verso la fine – il confronto principale. È un momento dark. Non sarà facile da guardare sullo schermo.

Chi preferisci recitare: Jack o Frank? Ci sono tratti simili dei due personaggi?

Si dice che nella varietà sia il sale della vita, e lo vedo confermato nel recitare questi due personaggi. Una delle cose che ci riescono sempre più facili è trovare momenti di somiglianza e momenti di diversità e giocare su questa sottile differenza. .

Ti prepari in modo diverso quando devi recitare Jack o Frank o è indossare il costume che ti fa calare nella parte?

…Continua »