Diana Gabaldon sulle condizioni di Jamie agli inizi della stagione 2


Diana Gabaldon Jamie Fraser

Diana Gabaldon, di recente, ha parlato con Sam Heughan riguardo a Jamie e al suo stato fisico e mentale nelle prime fasi della stagione 2 di OUTLANDER, che vi ricordiamo andrà in onda su STARZ indicativamente verso Marzo/Aprile 2016.  Ecco cosa l’attore scozzese ha rivelato all’autrice su quale Jamie Fraser dobbiamo aspettarci di vedere nei primi tre episodi della seconda stagione:

“Conosci l’espressione ‘ Non dare a vedere il dolore’? Jamie si trova in questa posizione.

Quanto accaduto a Wentworth lo turba ancora nel profondo. Sono trascorse non più di un paio di settimane; per quanto sia guarito velocemente, sente ancora gli effetti di quelle ore nel suo corpo. E’ abbastanza abituato ad ignorare il dolore fisico e ad andare avanti occupandosi dei propri affari, ma questo è qualcosa d’insidioso e degradante. La sua mano gli duole letteralmente sempre, a meno che non decida di bere pesantemente (e a volte lo fa, quando si trova nelle circostanze che lo renda facile – ma sa benissimo che non può far affidamento su questo, ed è testardo abbastanza da voler combattere le proprie battaglie senza quella sorta di sostegno. Potrebbe versarsi un bicchiere di vino o whisky, berne la metà e poi metterlo da parte.). Non può fare qualcosa di così semplice come andare in bagno senza un ricordo umiliante; è stato privato dell’intimità che normalmente ha con il suo corpo, e non riesce ancora ad accettare l’intimità di Claire per creare un senso d’integrità in se stesso.”

Riuscite ad individuare i ‘dettagli’? Ovvio che sì, come il Capitano Randall potrebbe osservare. Lui [Jamie] non può fare qualcosa di semplice come andare in bagno senza provare umiliazione, impotenza e furia. Sembra plausibile, ma non è qualcosa che di solito capita di pensare riguardo a cosa potrebbe provare un uomo che è stato violentato. E’ il lavoro di uno scrittore – e di un attore – pensare in modo più approfondito e trovare dettagli particolari che rendano un’esperienza assolutamente chiara. Lo scrittore lo fa in maniera esplicita, sulla pagina – e l’attore lo fa interiormente, ma i risultati saranno simili.

Fonte


Diana Gabaldon parla di cosa vedremo nella stagione 2 di Outlander


Diana Gabaldon Outlander Season 2

Durante una sessione di Domande & Risposte post-Finale tenutasi alla libreria Barnes & Noble “The Grove” a Los Angeles, Diana Gabaldon, l’autrice della popolare saga “Outlander”, ha anticipato alcuni dettagli sulla prossima seconda stagione dello show made in Starz e se possiamo aspettarci un terzo capitolo televisivo della serie che narra le avventure di Jamie e Claire Fraser.

Cosa non vede l’ora di vedere adattato dal libro allo schermo nella stagione 2.

“In realtà l’ho già vista – la scena in cui Claire torna a casa dopo aver fatto visita alla sua amica Louise e Jamie è inorridito da ciò che è successo lì. L’hanno realizzata davvero bene.”

Ha confermato che il libro due non sarà diviso in due stagioni.

Non ha potuto confermare una data per la premiere della seconda stagione di Outlander ma ha detto di aver sentito un generico Aprile 2016, e inoltre ha messo a tacere alcune voci secondo le quali il secondo libro sarebbe stato diviso in due stagioni.

“Affronteranno l’intero libro in una stagione. Non preoccupatevi. Hanno fatto un buon lavoro. Ho visto lo schema generale di tutti gli episodi e diversi script, quindi so come la stanno strutturando, ma è fin troppo dettagliato e complicato cercare di spiegarvelo.”

Frank, il marito di Claire del XXI secolo, avrà più visibilità sullo schermo.

“Sembra ci sia più spazio per Frank nello show [e della relazione di Claire con lui] rispetto al libro. A Ron [D. Moore] piace Frank. Questo è praticamente il nocciolo della questione. A lui piace anche Tobias [Menzies], e dare a Tobias un’opportunità di fare tutto ciò che gli interessa. E’ fantastico. Era interessato a mantenere la tensione del triangolo tra Jamie, Claire e Frank, e ingigantendolo di più rispetto a quanto fatto nel primo libro in parte per via della natura condensata dello show televisivo. Nei libri, non avremmo visto Frank per molto tempo ancora, e pertanto non avevo bisogno di riportarlo all’attenzione del pubblico, mentre lo show è composto da 16 episodi. Non dovrete dimenticarvi di Frank, e se lo rivedrete piuttosto rapidamente, avete bisogno di tenerlo a mente ogni tanto e mantenere questa relazione anche se non è in primo piano. Claire ha sposato Frank e ha giurato di amarlo. Continua ad amarlo e riconosce l’importanza di quella relazione. Jamie è sicuro abbastanza del suo amore da prenderne atto e onorarlo.”

Il terzo libro, Voyager, (in italiano diviso in due volumi: Il cerchio di pietre – La collina delle fate, n.d.r.) sarà adattato in una possibile terza stagione?

“Non posso dire nulla di concreto. Dalle conversazioni avute con le persone che lavorano allo show, ho avuto la netta sensazione che si aspettano ci sarà una terza stagione. Non lo sanno ancora, ma non puoi fare a meno di pensarci. Dato che hanno tratteggiato lo show per “Dragonfly”, bisogna progettare la fine con la speranza che ci sarà un altro inizio e che sarà un altro inizio, quindi di sicuro ci stanno pensando e si stanno organizzando.  Spero che accadrà. Sta a voi ragazzi! Se il pubblico continua a guardare lo show, la Starz sarà felice di farla.”

Fonte


Ron Moore: “Il finale di Outlander è lo show di Sam Heughan”


Outlander 1x16

Diana Gabaldon ha pubblicato il libro “Outlander” nel 1991, il che significa i fans hanno aspettato 24 anni per prepararsi agli eventi che finalmente sono stati trasmessi in TV durante il finale della stagione 1 della serie Starz.
In ogni caso la lunga attesa non ha reso più facile guardare quelle scene.
“E’ roba intensa”, lo showrunner Ron Moore dice a Zap2it a proposito di “To Ransom a Man’s Soul”. Nell’episodio 1×16 i telespettatori hanno visto l’eroe Jamie Fraser (Sam Heughan) torturato emotivamente e sessualmente dal villain Black Jack Randall (Tobias Menzies), e poi lottare con le conseguenze di quegli eventi dopo essere stato salvato da sua moglie, il personaggio principale dello show, Claire (Caitriona Balfe).
Le scene tra Jamie e Black Jack – che sono state mostrate attraverso una serie di flashback che hanno fatto da parallelo all’episodio ben più felice “The Wedding” (diretto anche quello da Anna Foerster) – sono le più oscure che “Outlander” abbia mai mostrato. Sono anche le scene che le star Heughan e Menzies aspettavano da tutta la stagione.
“E’ un dono per un attore interpretare materiale del genere. E’ qualcosa di cui sono soddisfatto, e so anche Tobias”, dice Sam Heughan. “Onestamente è tra il lavoro più impegnativo, gratificante e intenso in cui mi sia mai cimentato. Sono orgoglioso di quello che abbiamo fatto”.
Il culmine oscuro della prima stagione di “Outlander” è iniziato nell’episodio 15 per poi estendersi nel finale. Moore si è assicurato di concedere alla regista Foerster, che ha diretto entrambi gli episodi, e alle sue star tempo extra per le prove così che tutte le persone coinvolte sentissero di trovarsi in un ambiente sicuro e accogliente. Quando finalmente arrivò il momento di filmare, Moore voleva che fossero “coraggiosi nella performance e sperimentando diverse cose” per finire con avere il migliore rifacimento della storia scritta dalla Gabaldon.

Continua a leggere “Ron Moore: “Il finale di Outlander è lo show di Sam Heughan””


Partecipa al #2 Giveaway Italiano di Outlander Italy


Benvenuti nel #2 Giveaway Italiano di Outlander Italy! Non c’è modo migliore di festeggiare il 2° Compleanno del Sito Italiano di Outlander se non con tanti bei regali per premiare chi in questi due anni ci ha sempre seguito, sostenuto e creduto in noi, aiutandoci a diventare la più grande community di Outlander in Italia!

11391592_919170658121709_4712245459811186541_n

Attenzione: Il giveaway è aperto solo ai residenti in Italia. Non spediamo oltre il confine nazionale.

PREMI:

1° Posto: Borsa Tartan Originale di Outlander + Stampa anticata (misure 30×40) realizzata appositamente per l’occasione dalla nostra amica (e grande artista) NATIRA’S ART! (cliccate il nome per un’anteprima)

2° Posto:Nuova edizione di “la Straniera” con copertina ispirata alla serie tv + Calamite Originali di Outlander (formato piccolo non grande).

COME PARTECIPARE:

Dal 4 al 18 Giugno partecipate al Giveaway seguendo le 3 modalità sotto elencate (OBBLIGATORIE):

Diventare Fan della pagina Facebook di Outlander Italy: QUI

Condividere il post sulla vostra bacheca di Facebook

Lasciare un commento nel sito sotto a questo post (importante)

IMPORTANTE: Un solo commento valido per indirizzo email, ovvero non commentate più volte con la stessa mail. Non scrivete nel commento dati personali come indirizzi di casa o numeri di telefono.

Apporemo noi admins accanto ad ogni commento nel sito un numero personale ed i vincitori verrano scelti via Random.org. L’annuncio verrà dato il giorno 19 giugno nell’arco di tutta la giornata. Avrete 1 settimana di tempo per rispondere alla mail che vi invieremo all’indirizzo lasciato o i premi verranno assegnati random ad un’altro partecipante.

WARNING: This contest is NOT worldwide but for Italy only!

BUONA FORTUNA A TUTTI E CHE JAMIE FRASER SIA CON VOI!

 ******CONTEST CHIUSO. TOTALE PARTECIPANTI 424******

10426328_928685857170189_8569132937360140834_n

VINCITORI: #188 (1° Posto) e #341 (2° Posto)

NB: A causa di un errore nella numerazione nei commenti l’estrazione precedente è stata annullata e rifatta per correttezza verso tutti i partecipanti.

AGGIORNAMENTO IN DATA 30/6/2015

Dato che il primo premio NON è stato reclamato (nonostante due mail inviate) abbiamo annullato la vincita ed estratto un nuovo 1°Posto:

Schermata 2015-06-30 alle 15.43.23

Numero #129 1° Posto


Giu 1, 2015 • Monyka • 0 Comments

Ron Moore discute del finale di Outlander e della Stagione 2


 

10270342_847895155292519_8428142510447548486_n

Attenzione: l’articolo contiene spoilers sull’episodio finale.

Potranno anche essere scorsi i crediti sul brutale finale di stagione ma le conseguenze della violenza subita da Jamie Fraser “continueranno ad avere ripercussioni” rivela il produttore esecutivo della serie Ron Moore.

Se vi siete persi episodio, Moore si riferisce alla ripetuta violenza sessuale e tortura emotiva subita da Jamie per mano di Black Jack Randall, il quale viene, quest’ultimo, sistemato grazie al piano brillante di Murtagh ed è un gregge di mucche.

Anche se Claire sistema la mano di Jamie e cerca di alleviare i tormenti della sua mente “Le ripercussioni di tutto questo avranno eco nella seconda stagione, nella loro relazione, nel suo [di Jamie] sviluppo come personaggio e come affronta alcuni aspetti di questa storia” aggiunge Moore “Assolutamente”.

Quando TV Line ha parlato con il boss di Outlander riguardo l’impietoso episodio, abbiamo anche chiesto alcune anticipazioni per aiutarvi nella pausa che ci sarà da adesso fino alla stagione 2. Naturalmente abbiamo iniziato la discussione con una domanda sulla nudità (lo sapete che tanto volete saperlo…)

Outlander hai ricevuto molta attenzione mediatica per essere una delle poche serie disposta a mostrare la completa nudità maschile. Che cosa si cela dietro la scelta di farlo in questo episodio?

È stato principalmente una decisione che si compie durante l’editing. Mi ricordo che non mi importava molto se si mostrava o meno…andava bene in alcuni momenti ma se vedevo i loro peni in quest’altra inquadratura mi avrebbero potuto distrarre. Avrei potuto pensare “Oh guarda lo fanno vedere!” [Ride] E non era questa l’idea giusta.

Abbiamo lasciato soltanto un nudo frontale che è quello di Tobias Menzies. È quello dove lui si alza e poi si incammina. Non sta a significare nulla in quel momento. È una situazione molto calma. Si sta letteralmente alzando dal letto camminando verso l’altro lato della stanza. Non vi conduce fuori dalla scena, se questo [discorso] ha un senso per voi. Ci sono stati anche altri momenti in cui decidi “No, se uso questo angolo [di ripresa], non presterò nemmeno più ascolto” Penserei “Wow guarda”. Era la nota sbagliata per quelle scene.

Continua a leggere “Ron Moore discute del finale di Outlander e della Stagione 2”


Mag 30, 2015 • Monyka • 0 Comments

Il finale della Stagione 1 dimostra come Outlander sia lo show più coraggioso della TV


“Outlander” chiude la sua prima stagione Sabato 30 maggio e se c’è una cosa che ha compiuto dal giorno del suo debutto, ed è che non si mai tirato indietro nell’andare “in quella direzione”. Di volta in volta la serie della Starz ha dimostrato che la sua forza più grande è il suo coraggio, ed la continua fiducia del creatore Ron Moore nella propria visione ha reso “Outlander” uno dei nuovi show più potenti e coraggiosi della tv.

Non è consuetudine delle serie tv arrivare all’episodio finale con il sexy, e spesso a torso nudo, protagonista maschile, abusato sessualmente e torturato dalla sua sadica nemesi. Ma la rappresentazione che Outlander fornisce di Jamie Fraser – un personaggio che molti fans della serie di libri di Diana Gabaldon descriverebbero come l’uomo immaginario perfetto – insieme alla completa devozione nella sua interpretazione da parte di Sam Heughan, rende questa svolta non solo accattivante (se non addirittura orribile) da guardare, ma anche parte integrante del DNA della serie tv.

Il finale, “To Ransom a Men’s Soul” non è solo il culmine della battaglia, durata tutta la stagione, di Claire e Jamie contro Black Jack Randall; è il culmine del patto che la serie tv ha fatto con i suoi telespettatori: “Renderemo giustizia al materiale [originale]”. Mentre “Outlander” ha anche raccontato la storia di una donna catapultata indietro nel tempo per poi innamorarsi perdutamente dell’Highlander sua anima gemella, più di ogni altra cosa, ha mostrato personaggi ben strutturati che reagiscono in modo credibile ad una serie di ostacoli fuori dal comune.

Tobias Menzies ha reso il terrificante Black Jack il personaggio più affascinante dello show. Caitriona Balfe si assicura che Claire non sia mai vittima delle circostanze, ed aiuta ad evitare le solite trasposizioni delle eroine femminili, per dare al suo personaggio (la protagonista principale della serie tv), senza dubbio il più ampio margine di azione nello show. Poi naturalmente c’è Sam Heughan, nel ruolo di Jamie, la cui capacità di essere completamente vulnerabile come attore gli permette di elevare, quello che è già il suo miglior ruolo, ancora più in alto – come il pubblico vedrà nel finale di Sabato. Continua a leggere “Il finale della Stagione 1 dimostra come Outlander sia lo show più coraggioso della TV”