Sam Heughan e Caitriona Balfe parlano dello straziante Finale della Stagione 2

tvguide outlander 2 finale

Da TVGuide arriva un servizio speciale dedicato al finale della seconda stagione di Outlander, che ricordiamo andrà in onda negli USA su STARZ sabato 9 Luglio (dopo la trasmissione dell’episodio 2×12 sabato 25 Giugno, la programmazione salta di una settimana per via delle celebrazioni legate alla festa del 4 Luglio).

Sam Heughan e Caitriona Balfe hanno parlato dello scioccante cliffhanger che i fans non si aspettano nel season finale 2×13 intitolato “Dragonfly in Amber”, svelando retroscena sulle riprese dell’episodio extra-large della durata di 90 minuti. “Claire e Jamie lottano fino alla triste conclusione. Le cose sembrano senza speranza”.

Di seguito la traduzione integrale dell’articolo!

Prima dell’alba di una gelida mattina dello scorso inverno, le star di Outlander Caitriona Balfe e Sam Heughan, che interpretano le anime gemelle Claire e Jamie Fraser, sono arrivate sul set nella campagna accidentata Scozzese per filmare una scena straziante per il finale della Stagione 2. Alla coppia presto sono venuti i brividi – e non per il freddo.

“Quando è sorto il sole, c’era questo ma magico strato di neve”, ricorda Heughan, che fa andare in estasi le fans interpretando l’eroico Highlander del diciottesimo secolo innamorato della risoluta viaggiatrice nel tempo ex infermiera militare nella Seconda Guerra Mondiale Claire. “L’intero luogo sembrava come un set Disney. Era perfetto per una scena così potente”, aggiunge Balfe.

Ma l’azione in Outlander, come i fans sapranno, è ben lontana dal genere Disney. Questa stagione ha visto la coppia essere messa alla prova dal trasferimento in Francia, le conseguenze dello stupro di Jamie in prigione, la devastante perdita della loro bambina non ancora nata e adesso l’incombente Battaglia di Culloden, uno scontro tra la Scozia e l’Inghilterra che provocherà la morte di migliaia di persone e annienterà la cultura dei clan nelle Highlands, che la coppia non è riuscita a fermare. “Jamie pensa che andrà a morire [in battaglia]”, Heughan anticipa. “E’ costretto a combattere e alcune delle sue azioni hanno terribili conseguenze. Alla fine, lui e Claire restano intrappolati”.

L’azione nel finale esteso di 90 minuti passa da Claire e Jamie che affrontano una disastrosa catena di eventi che portano alla guerra in Scozia, agli incidenti che accadono più di due secoli dopo nel 1968, quando una Claire di mezza età visita la Scozia con la sua figlia 20enne Brianna o “Bree” (Sophie Skelton), che lei ha cresciuto con il marito Frank (Tobias Menzies) malgrado il suo eterno amore per Jamie.

Per prepararsi ad interpretare una Claire più “adulta”, Balfe ha guardato film con protagoniste alcune delle sue attrici preferite – Charlotte Rampling, Helen Mirren e Maryl Streep – e ha confrontato il loro modo di recitare quando avevano sulla ventina d’anni con interpretazioni successive in altri momenti delle loro vite. Balfe ha cambiato il registro della sua voce, abbassandolo per conferire al suo personaggio maggiore autorità, e ha modificato anche la sua postura.

“Mi interessava capire com’era il suo modo di porsi, come il peso dell’esperienza gravasse sulle sue spalle”, dice Balfe. “Nel 9168, Claire ha tutti questi ricordi che affiorano nella sua mente. Tutto è così snervante per lei”.

Lo stato d’animo turbato di Claire non va a genio a Bree, la quale sospetta qualcosa. “Pensa che sua madre le stia mentendo”, afferma Skelton. “Bree è una persona molto razionale. Si è laureata in Storia. E ha anche un carattere forte”.

La tensione tra madre e figlia porta ad un potente litigio. La scena, creata dagli sceneggiatori-produttori Toni Graphia e Matthew B. Roberts, è stata scritta prima del resto dello script, in modo da poter essere usata nei provini delle attrici che si presentavano per il ruolo di Bree. Il momento sarà familiare ai lettori dei romanzi best sellers di “Outlander” – ma non sarà una copia esatta. “Siamo molto consapevoli della massa di devoti fans dei libri”, dice Roberts. “Cerchiamo di dar loro quello che vogliono, solo non nel modo che si aspettano”.

La lite tra madre e figlia trova un mediatore nella persona di un nuovo volto della serie, un adulto Roger Wakefield (Richard Rankin), che il pubblico ha incontrato in episodi precedenti come bambino nella Scozia degli anni 40. “Roger ha un’intelligenza sia accademica sia emotiva, ed è molto affascinante”, dice Rankin, un attore Scozzese che si è calato nella parte trascorrendo due settimane nelle Highlands prima delle riprese, trovando una visita al campo di battaglia di Culloden un’esperienza “profondamente da brividi”.

Roger s’invaghisce immediatamente di Bree, e presto i due fanno fronte comune per scoprire alcuni segreti del passato. “Per lei, si tratta più dell’eccitazione di risolvere questo puzzle”, rivela Skelton. “Bree non è una che si innamora molto facilmente”.

Una buona parte del finale, comunque, verte sull’emotività di Claire nel 1968 quando lei rivisita alcuni luoghi che conosceva con Jamie nel diciottesimo secolo, compresa quella che una volta era la loro casa, una Lallybroch adesso in rovina. “E’ stato davvero triste perché sembrava così abbandonata”, dice Balfe. “E’ la tragedia del tempo e di ciò che fa ai luoghi”.

Non importa quanto il tempo e il destino cospirino per allontanare Claire e Jamie: “Questa è una storia d’amore. Sono due persone che si amano destinate a stare insieme”, dichiara Graphia. “Si può affermare con certezza che si ritroveranno sempre. Solo non sappiamo quando, dove e come”.

Credits Scans: jamesandclairefraser.net

Commenta via Facebook

Commenti

2 thoughts on “Sam Heughan e Caitriona Balfe parlano dello straziante Finale della Stagione 2

  1. A questo punto solo chi ha letto i libri puo’ veramente provare le emozioni che la storia suscita.
    E resta da vedere come Caitriona Balfe, Sophie Skelton innanzi tutto e Richard Rankings interpreteranno un episodio cosi’ intenso e cosi’ drammatico.
    Arrivederci al 9 luglio !!!!!!!

  2. Non vedo l’ora… che storia meravigliosa!
    Grazie all’autrice, agli attori, a tutto il cast e a tutti quanti, il sogno continua…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *