I produttori di Outlander parlano della “scena della tipografia”, raccontata anche dal punto di vista di Jamie

Il produttore esecutivo della serie, Ron D. Moore, ha svelato a The Hollywood Reporter che il prossimo episodio di Outlander, che andrà in onda il 22 ottobre dopo una breve pausa e che durerà ben 75 minuti, ci riporterà leggermente indietro nel tempo per “cambiare la prospettiva” e raccontare il momento in cui quella porta si è aperta a fine puntata 3×05 dal punto di vista di Jamie.

 

“E’ stato qualcosa che mi è piaciuto mentre delineavamo la storia. Credo sia un fantastico escamotage per “uscire” dalla scena dello svenimento. Non c’è modo migliore. Da dove ripartire con il prossimo episodio? Non volevamo ripetere la stessa scenetta. Non volevamo riprendere in tempo reale e abbiamo fatto un piccolo reset”.

Moore “voleva sapere cosa stava succedendo nella giornata di Jamie” quindi la storia farà un passo indietro per poterlo raccontare.

“Mi piace l’idea di sapere qualcosa che il personaggio ancora non sa chesta per accadere, ma noi sì invece. [Jamie] vive ad Edimburgo ed ha una sua vita e chi sono le persone che fanno parte di questa vita? E’ un’atmosfera completamente diversa. Ho voluto assaporare e godermi davvero la tensione dell’attesa del suono della campanella alla porta e vedere quello che succede dal suo punto di vista.”

La produttrice Maril Davis sapeva che il momento in cui Jamie e Claire si rivedono per la prima volta dopo 20 anni era uno di quei momenti che doveva essere fatto bene.

“Sono più emozionata per il fatto che abbiamo scelto di fare qualcosa che molte persone non avrebbero fatto, ovvero trascorrere 40 minuti di puntata nello stesso set con due personaggi e vederli riconnettere. Molti farebbero forse 10 minuti e poi uscirebbero [dal set]. Stiamo seduti a lungo con loro [Jamie e Claire] ma per me si tratta di un lusso e di un viaggio. E’ una lettera d’amore ai fans, della serie, vediamo Jamie e Claire di nuovo insieme nella loro bolla prima che altri fattori interferiscano. Devono tornare al mondo reale quindi è davvero un lusso trascorrere del tempo con loro e credo che i fans apprezzeranno.”

Moore e tutto il team di Outlander saper che la famosa “scena della tipografia” è un momento iconico per i fans dei libri quindi si sono presi il loro tempo per fare tutto nel modo giusto.

“Gary Seele, il nostro production designer, ha trascorso molto tempo nel disegnare la Tipografia. E’ un set molto grande. Sapevamo quando fosse importante quindi ci siamo accertati che avesse tempo e spazio ed energia. Non seguiamo alla lettera, momento dopo momento, il libro, ma in pratica racconta lo stesso argomento con molto dialogo del libro e mette in scena quello che le persona volevano vedere di quel momento” – ha spiegato Ron Moore.

Caitriona Balfe fa i complimento allo sceneggiatore Matt Roberts per come ha gestito la scena.

“Sarebbe potuto essere il momento in cui iniziano a suonare i violini, gli angeli cominciano a cantare, il sole sorge in cielo e lei entra [nella tipografa] e lui la prende fra le braccia. Invece è caotico e complicato ed alcuni momenti sono divertenti. Sono quasi come due adolescenti che non sono del tutto sicuri su cosa fare con i loro corpi e le loro parole. Ho amato questo aspetto. Non deve essere perfetto. ” – ha affermato Caitriona Balfe. – “Claire ha avuto l’opportunità durante il suo viaggio verso la Scozia e verso le pietre, di pensare a quel momento e forse succederà questo o quello. Ha vagliato ogni possibile scenario. La vita è sempre diversa da come ti immagini che sia. L’ho adorato. E’ stato bello. Io e Sam avevamo già girato insieme [perchè Outlander spesso non gira gli episodi in ordine cronologico] ma è stato meraviglioso vivere quel momento. E’ uno dei favoriti dei fans ma per noi attori, non vuoi mettere troppa pressione su questi momenti prima di farli. Vuoi che sia il più organico possibile.”

La puntata 3×06 “A.Malcom” vi aspetta il 22 ottobre (se seguite la programmazione americana).

Commenta via Facebook

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *