Outlander: Cosa ci aspetta? Scoops da Tv Guide sulla Stagione 3


La produttrice Maril Davis ed i protagonisti della serie tv, Sam Heughan e Caitriona Balfe, parlano della Stagione 3 di Outlander.

image

*SPOILERS FINALE STAGIONE 2*

Nel finale di Stagione 2 abbiamo lasciato Claire con la notizia che l’amore della sua vita, che ha pianto per 20 anni, in realtà non è morto sul campo di Battaglia a Culloden ed è sopravvissuto. Tv Guide Magazine ha dedicato due pagine alla prossima Stagione 3 di Outlander, basata su “Voyager” [in italiano diviso in “Il Cerchio di Pietre” e “La Collina delle Fate”.]

Cosa significa tutto questo per La Stagione 3?

“Resteremo davvero vicini al libro la prossima stagione. Ripartiremo da dove ci siamo lasciati [con la Stagione 2] – rivela la produttrice Maril Davis.

Jamie e Claire si riuniranno?

L’ultimo viaggio nel tempo per Claire è avvenuto dopo un straziante addio fra lei e Jamie. Ed anche se era riluttante a tornare negli anni ’40, Jamie sapeva che la decisione era per il meglio.

“Jamie è convinto di morire nella Battaglia di Culloden, ma è felice che Claire starà bene e che suo figlio sarà amato. È un atto altruistico.” – racconta Sam Heughan.

“Sarà davvero interessante vedere [Jamie e Claire] conoscersi [di nuovo] e vedere quella riscoperta. Hanno delle vite molto diverse. Come questo influenzerà chi sono l’una per l’altro? Quello che dovranno affrontare per ritrovare quella intimità che hanno sempre condiviso, sarà un percorso incredibile.” – dice Caitriona Balfe.

Vedremo come ha trascorso i 20 anni Jamie?

“Vedremo quello che [entrambi] hanno fatto” – dice Maril Davis. Continua a leggere “Outlander: Cosa ci aspetta? Scoops da Tv Guide sulla Stagione 3”


Lug 21, 2016 • Monyka • 0 Comments

Sam Heughan su Jamie nella Stagione 3: “Sto pensando di diventare davvero grasso”


image

Grazie ai flash-forward nel finale di Stagione 2 di Outlander, abbiamo visto che aspetto ha una Claire più “vecchia” e come si comporta – ma non saremo a conoscenza di come gli anni hanno interessato suo marito Jamie Fraser fino al ritorno della Stagione 3.

Vulture ha incontrato l’attore Sam Heughan alla premiere a New York di “Star Trek Beyond” e per l’occasione ha rivelato come si sta preparando per un Jamie più “vecchio”.

“Sto pensando di diventare davvero grasso” – ha scherzato l’attore – “Credo  che mangiare tanto e non allenarsi sarebbe davvero bello” – ma Heughan sa che questo non sarebbe nel miglior interesse del suo personaggio – “Vogliamo davvero vedere questo?” – ha aggiunto subito, scuotendo la testa.

“Riguarda meno il suo aspetto fisico e più chi lui sia senza Claire.”

Sam ha letto il primo script della Stagione 3 scritto dal produttore e creatore della serie Ron Moore e sta anche approfondendo la lettura dei libri della serie, trascorrendo il tempo sia con “Voyager” [ndr: in italiano “Il Cerchio di Pietre” e “La Collina delle Fate”]. sia con i libri  spinoff sul personaggio di Lord John Grey, come ad esempio “The Scottish Prisoner”.

“Sarà uno show completamente diverso. Il materiale del prossimo anno è probabilmente il più interessante, per un certo verso. Abbiamo gettato le basi, introdotto questi personaggi e adesso si sposta verso nuovi e differenti mondi.”

Uno di questi [nuovi mondi] sono i Caraibi, che rappresentano un grande cambiamento per la storia mentre i personaggi prendono il largo, anche se deve essere ancora stabilito dove la produzione girerà quelle scene. Hawaii? Jamaica? Heughan vota per l’ultima.

“Andare in Jamaica sarebbe bello! Piña Colada!”


Outlander 3: Anticipazioni da Sam Heughan e Caitriona Balfe su Jamie e Claire


outlander 3 sam heughan caitriona balfe jamie claire

Questo articolo contiene spoilers sul finale della stagione 2 di “Outlander” e indicazioni vaghe sulla trama del terzo libro dei romanzi di Diana Gabaldon, “Voyager”, su cui sarà basata la stagione 3. Se volete affrontare la stagione 3 senza sapere cosa potrebbe accadere, fermatevi qui e non proseguite oltre.

La stagione 2 di “Outlander” è iniziata con una Claire Fraser disorientata (Caitriona Balfe) ritornata nel 1948 attraverso il cerchio di pietre a Craigh na Dun, da sola e incinta, e riunendosi a malincuore con il suo primo marito, Frank (Tobias Menzies). Nella premiere, abbiamo visto Claire e Frank mentre negoziavano su come potrebbero crescere un figlio insieme, nonostante la loro relazione fosse compromessa irrimediabilmente per via dell’assenza di Claire e dell’uomo di cui si è innamorata durante quel tempo lontana.

L’episodio 2×13, intitolato “Dragonfly in Amber”, ci ha mostrato i momenti strazianti che hanno portato a quella riunione, poiché il secondo marito di Claire, Jamie (Sam Heughan) l’ha convinta a ritornare alla sua epoca allo scopo di proteggere lei e il loro figlio non ancora nato, considerando che lui era destinato a morire con i suoi uomini nella Battaglia di Culloden.

Continua a leggere “Outlander 3: Anticipazioni da Sam Heughan e Caitriona Balfe su Jamie e Claire”


Intervista a Ron D. Moore post-finale Outlander 2: il destino di Jamie, le stagioni 3 e 4, Emmy Awards e ‘Game Of Thrones’


jamie voyager season 3

Dopo una splendida corsa durata 13 episodi che ha visto Outlander tra i salotti e gli intrighi della Parigi di Luigi XV nel diciottesimo secolo, la ribellione Giacobita e il ritorno nelle highlands Scozzesi, la serie Starz guidata da Caitriona Balfe e Sam Heughan ha concluso la sua seconda stagione con rinnovata speranza. Ha visto anche la morte di un personaggio di primo piano, rivelazioni in diverse epoche e un viaggio di ritorno al cerchio di pietre di Craigh na Dun dal 1968 al 1746 per la Claire di Balfe.

Come sanno i fans dei libri di Diana Gabaldon sui quali la sensuale serie tv Outlander è basata e come gli spettatori hanno scoperto nel finale di 90 minuti, il Jamie Fraser di Heughan non è morto per mano degli Inglesi durante la Battaglia di Culloden, ma il Capitano condottiero Dougal MacKenzie (Graham McTavish) ha incontrato la sua fine per mano di Jamie.

Immerso nella produzione della terza stagione dello show, il produttore esecutivo Ronal D. Moore ha parlato con Deadline in merito al finale della seconda stagione, creando un ciclo narrativo – adesso concluso – cambiandolo rispetto a quello del romanzo “Dragonfly in Amber” su cui è basato. Lo show non sarà al Comic Con quest’anno, ma l’ex produttore esecutivo di Battlestar Galactica ha discusso anche dell’adattamento del libro su cui sarà basata la prossima stagione, “Voyager” (diviso in italiano in “Il cerchio di pietre” e “La collina delle fate”, n.d.r.), che la Gabaldon ha scritto nel 1993, rispondendo inoltre alla domanda se l’autrice scriverà nuovamente una sceneggiatura per la serie tv. Moore ha delineato inoltre i piani per la stagione 4 da parte di Sony Pictures Television e Left Bank Pictures e se pensa che Outlander riuscirà ad ottenere delle nominations alla 68esima edizione degli Emmy Awards questa settimana (le nominations saranno annunciate giovedì 14 Luglio alle ore 17,30 italiane, n.d.r.).

DEADLINE: Il finale della Stagione 1 potrà essere stato più brutale, ma la conclusione di quest’anno sicuramente è risultata alla pari in termini di colpi di scena drammatici, specialmente l’uccisione di Dougal. Quale pensi sia stata la reazione dei fans?

MOORE: Se non hanno letto i libri, credo saranno sorpresi e scioccati dalla morte di Dougal MacKenzie perché è un grande personaggio e una forza potente. Specialmente dal momento che Colum (Gary Lewis) è morto nell’episodio precedente, si poteva pensare che ci sarebbe stata una lunga strada da percorrere con Dougal. Suppongo che il pubblico televisivo stesse ipotizzando che avremmo visto Dougal combattere fino alla morte a Culloden, vero? Sarebbe stato una delle figure principali in quella storyline, quindi penso sia stata una grande sorpresa.

Continua a leggere “Intervista a Ron D. Moore post-finale Outlander 2: il destino di Jamie, le stagioni 3 e 4, Emmy Awards e ‘Game Of Thrones’”


Ron D. Moore parla dello straziante finale di Stagione 2, di Roger e Bree e la Stagione 3


TV LINE hai intervistato il produttore esecutivo di Outlander, Ronald D Moore, in seguito agli eventi dello straziante finale di Stagione 2. In questa occasione ha parlato di Jamie e Claire, Roger e Bree ed ha accennato qualcosa anche alla prossima Stagione 3.

image

Attenzione: questo post contiene spoilers dal finale di stagione 2 e accenni alla stagione 3.

Raccontaci come avete condensato il resto del libro “Dragonfly in Amber” in questi ultimi 90 minuti.

RON: È derivato tutto dalla decisione di aprire la stagione negli anni 40 e da Jamie e Claire in viaggio in nave verso la Francia. Passare da quel momento al 1968 era un salto troppo grande per il pubblico televisivo.

Ho pensato, iniziamo un po’ più cronologicamente. Iniziamo dagli anni ’40. È già una cosa abbastanza  grande che Claire sia ritornata nel 20º secolo e abbia lasciato Jamie e sia incinta e che Culloden è stato un disastro, quindi iniziamo da lì.

Ma quando raccontare la storia del 1968? Ho pensato, “Recuperiamo a fine stagione e lo intervalliamo con gli ultimi  momenti di Jamie e Claire a Culloden e lui che la rimanda nel suo tempo.” È stata una scelta strutturale che abbiamo deciso all’inizio della stagione.

Avete visto molte persone per i ruoli di Roger e Bree e cos’è stato di Richard Rankin e Sophie Skelton che ha davvero fatto centro?

Abbiamo visto molte persone. È stata una decisione importante, perché questi personaggi diventano molto importanti e decisamente  una parte permanente della famiglia mentre la serie va avanti, quindi è stato più compleasso che fare il casting per un ruolo da guest star.

Hanno entrambi fatto centro. Abbiamo visto le loro audizione su video, e nello stesso modo in cui abbiamo visionato i video di Sam [Heughan] e Caitriona [Balfe] abbiamo detto, “Aspetta un momento, forse è questo che [loro] sono. Vedo il personaggio per la prima volta.” Dopo abbiamo fatto un test per la chimica dove avevamo Roger e Bree insieme in telecamera. Ed una volta che ha funzionato, ci siamo sentiti come se avessimo tutti i pezzi.”

Continua a leggere “Ron D. Moore parla dello straziante finale di Stagione 2, di Roger e Bree e la Stagione 3”